Lavoro temporaneo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Il lavoro temporaneo è una tipologia di rapporto di lavoro il cui il contratto, definito "a tempo determinato", prevede che il rapporto abbia un termine finale ed una durata prestabilita.

I lavoratori temporanei sono talvolta chiamati "contrattuali", "stagionali", "ad interim", "personale avventizio". In Italia, tale tipologia di somministrazione del lavoro viene denominata lavoro interinale ed è stata introdotta nel 1997.

I lavoratori temporanei possono lavorare full-time o part-time, a seconda del caso. In alcuni casi, i lavoratori temporanei ricevono alcuni benefici (come l'assicurazione sanitaria) di solito riservati solo ai dipendenti a tempo indeterminato. Ai dipendenti temporanei tramite uffici di collocamento specializzati definiti agenzie di lavoro temporaneo. Le aziende che hanno bisogno di lavoratori a breve termine vengono contattate dall'agenzia che propone i candidati. A seconda dei paesi in cui vige questa tipologia di lavoro, il contratto può assumere diverse connotazioni e il datore di lavoro può fare capo all'azienda o alla stessa agenzia di lavoro. Una fornitura di lavoro temporaneo può essere distinta da una società di collocamento, che cerca di inserire in azienda dipendenti a tempo indeterminato, ma c'è spesso una grande sovrapposizione: un dipendente può iniziare con un periodo di prova e poi terminare il periodo di lavoro temporaneo con la stipula di un nuovo contratto a tempo indeterminato.[1]

Storia del lavoro temporaneo[modifica | modifica wikitesto]

Il lavoro temporaneo nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Francia[modifica | modifica wikitesto]

In Francia l'impiego di lavoratori temporanei prevede la stipula di un contratto di lavoro diverso dal contratto a tempo determinato (contrat à durée déterminée, CDD). Legalizzato dalla legge 72-1 del 3 gennaio 1972, il lavoro temporaneo (intérim) è inizialmente stato progettato per garantire la sostituzione eccezionale dei dipendenti di una società. Durante gli ultimi tre decenni del XX secolo, i livelli di assunzione di lavoratori temporanei nelle risorse umane delle aziende sono cresciuti costantemente fino a diventare all'inizio di XXI secolo uno dei metodi principali per il collocamento dei lavoratori. Le agenzie specializzate nella somministrazione di lavoro temporaneo prendono il nome di société de travail temporaire (società di lavoro temporaneo) e sono spesso filiali locali di aziende internazionali che hanno uffici in tutte le principali città del paese.

Germania[modifica | modifica wikitesto]

Italia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi lavoro interinale e somministrazione di lavoro.

In Italia il lavoro temporaneo fu istituito nel 1997 dal cosiddetto pacchetto Treu e prese il nome di "lavoro interinle". Tale tipologia venne poi abrogata e sostituita dalla nuova figura della somministrazione di lavoro, introdotta dalla legge Biagi.

Regno Unito[modifica | modifica wikitesto]

Stati Uniti[modifica | modifica wikitesto]

Il settore della ricerca del personale negli Stati Uniti ha avuto avvio dopo la seconda guerra mondiale, con la nascita di piccole agenzie nelle aree urbane che impiegavano casalinghe per lavori part-time. Nel corso degli anni i vantaggi della tipologia di lavoro temporanea, in cui i lavoratori lasciano l'occupazione dopo un certo periodo di tempo e in cui il contratto e l'assunzione prevedono pratiche burocratiche e requisiti normativi molto meno onerosi, hanno determinato una graduale ma sostanziale diffusione dei lavoratori temporanei, con oltre 3,5 milioni di lavoratori temporanei impiegati negli Stati Uniti nel 2000.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) What is an employment agency or temp agency?.
  2. ^ Erin Hatton, The Rise of the Permanent Temp Economy (blog by expert) in The New York Times, 26 gennaio 2013. URL consultato il 28 gennaio 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]