Lavieri edizioni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lavieri edizioni
StatoItalia Italia
Fondazione2004
Fondata daMarcello Buonomo e Rosa Lavieri
Sede principaleSant'Angelo in Formis
SettoreEditoria
Prodottiricerca e riproposta di testi di letteratura italiana e straniera, libri per bambini, fumetto
Sito web

Lavieri è una casa editrice italiana fondata nel 2004.

Si qualifica come medio editore ai sensi ISTAT, avendo pubblicato 10 volumi l'anno o poco più quasi ogni anno dal 2005 al 2016,[1] ma è nota per "scelte commercialmente ardimentose".[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La casa editrice Lavieri è nata nel 2004 a opera di Marcello Buonomo e Rosa Lavieri. Ha inizialmente avuto sede in Sant'Angelo in Formis (Caserta), per poi trasferire la sede operativa in Villa d'Agri (Potenza) in Basilicata.

Lavieri si occupa in prevalenza di tre settori: la ricerca e riproposta di testi di letteratura italiana e straniera (collana Arno e Sud); il fumetto; e il libro illustrato per bambini,[3] con la collana/marchio denominata inizialmente Il Gatto e la Civetta editori per poi mutare logo e denominazione diventando Lavieri Piccole Pesti.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

Per la collana di letteratura denominata Arno (a cura di Domenico Pinto[4]) sono stati pubblicati i libri di Arno Schmidt Dalla vita di un Fauno ISBN 978-88-89312-09-4; Brand's Haide e Specchi Neri (compresi nella trilogia Nobodaddy's Kinder). Altri libri della collana sono Tadelloser & Wolff. Un romanzo borghese ISBN 978-88-89312-33-9 di Walter Kempowski, 13 storie inospitali di Hans Henny Jahnn; e Le Georgiche di Claude Simon.

Nel settore fumetto, ha pubblicato sia traduzioni sia opere italiane:[5] alcune serie del fumettista greco Arkas, tra cui le serie Kamiles Ptisis, in italiano Voli Radenti; O Isovitis, in italiano Montecristo; e Kastrato. Ha inoltre pubblicato Zero or One e Bye bye jazz del duo Alessandro Rak e Andrea Scoppetta, e La storia di Mara di Paolo Cossi. Nel 2008 inaugura la collana Olio, iniziando la collaborazione anche con Davide Pascutti - con un volume intitolato Pioggia - e con Gianluca Maconi, di cui pubblica Yggdrasill. L'albero della vita e Monkey Business ISBN 978-88-89312-56-8, primo di due volumi dedicati a una trasposizione fedele del romanzo cinese del 1570 ca. Viaggio verso Occidente.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premio LetteraturaRagazzi di Cento

  • 2015 - 3º classificato Prendere una lepre. La nuova scienza in cucina e il corretto nutrimento dell'anima, uno scherzo letterario di Biagio Bagini illustrato da Giuseppe Palumbo.
  • 2010 - Finalista: La bambina singolare di Simona Ciraolo
  • 2010 - Menzione speciale per Un amico fantastico di Roberto Lauciello

Premio Micheluzzi al Comicon Napoli (miglior storia breve) 2014

  • Con il libro Uno si distrae al bivio. La crudele scalmana di Rocco Scotellaro, di Giuseppe Palumbo.

Premio Stephen Dedalus-Pordenonelegge

  • 2009 - Specchi neri di Arno Schmidt - 1º classificato sezione narrativa straniera (ex aequo con Ingeborg Bachmann, Il libro Franza, Adelphi)
  • 2009 - Gherardo Bortolotti con Tecniche di basso livello - finalista sezione altre scritture)
  • 2010 - finalisti i volumi:
    • Memoriré di Marco Ceriani
    • Viaggio obliquo di Ulrike Draesner, nella sezione poesia
    • 13 storie inospitali di Hans Henny Jahnn per la sezione opere tradotte

Premio Italo-tedesco per la traduzione letteraria (bandito dal ministero tedesco affari esteri in collaborazione con i Goethe-Istitut)

  • 2008 - Dalla vita di un Fauno di Arno Schmidt, vince il primo premio per la traduzione (di Domenico Pinto)[6]

Premio ANAFI, Ass. nazionale amici del fumetto

  • 2007 - "Per aver saputo con intelligenza esplorare un mondo a noi sconosciuto come quello del fumetto greco ed aver valorizzato un talento umoristico di grande vigore come Arkas, accostandolo in un catalogo di grande interesse ad autori italiani della forza di Paolo Cossi, all'Editore Lavieri".

Premio Mariele Ventre

  • 2009 - La bottega dei sogni perduti di Manuela Salvi e Monica Auriemma è vincitore della 2ª edizione del Premio Mariele Ventre - narrativa 9-11.
  • 2010 - Menzione speciale alla collana I gattini
  • 2010 - Menzione speciale per il libro Un amico fantastico

Autori[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ricerca in OPAC SBN, su opac.sbn.it.
  2. ^ Roa Viscardi, Terra unica di Padania dove si vive nella casbah, su ricerca.repubblica.it, 31 marzo 2007.
  3. ^ Alessandro di Nocera, La Campania dei fumetti: storie, disegni e le novità 2016, su ricerca.repubblica.it, 6 gennaio 2016.
  4. ^ Franco Marcoaldi, La lingua spericolata, su ricerca.repubblica.it, 16 febbraio 2008.
  5. ^ Alessandro Di Nocera, Avventura, fantasia, umorismo l'iniziativa della Lavieri Comics, su ricerca.repubblica.it, 6 gennaio 2011.
  6. ^ Un premio dedicato alle migliori traduzioni letterarie dal tedesco, su ricerca.repubblica.it, 16 febbraio 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]