Laurent Joubert

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Laurent Joubert (Valence, 16 dicembre 1529Lombez, 21 ottobre 1583) è stato un medico e chirurgo francese.

Laurent Joubert

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laurent Joubert, noto in Italia con il nome di Lorenzo Gioberti, fu il decimo di venti fratelli, nato dal matrimonio tra il cavaliere Joubert e sua moglie, Catherine de Genas.
Laurent Joubert all'età di 21 anni diventò allievo del celebre Guillaume Rondelet (1507-1566), cancelliere della Facoltà di Medicina a Montepellier. Esercitò l'attività di medico a Montbrison e Aubenas, e prima ancora di ottenere il dottorato, godette di ottima fama come medico e insegnante. Alla morte di Rondelet, nel 1566 ne prese il posto come professore di medicina all'Università di Montpellier e come cancelliere della facoltà (conosciuto per questo motivo anche come Laurent Joubert di Montpellier).

La regina di Francia Caterina de' Medici, in virtù della sua crescente fama, lo chiamò a corte. E a partire dal 1579, Laurent Joubert fu uno dei medici del re di Francia, Enrico III di Francia. Dopo la morte del Joubert avvenuta nel 1583, André Dulaurens (1558-1609) ne prese il posto alla cattedra di medicina dell'Università di Montpellier.

Laurent Joubert fu autore di alcuni importanti trattati di medicina, scritti sia in francese che in latino. Diventò popolare in Italia nel 1592 a seguito della pubblicazione de La prima parte de gli errori popolari, tradotto in lingua toscana da Alberto Luchi da Colle, segretario del granduca Francesco I de' Medici presso la corte francese [1]. Scritto nel 1577 da Joubert per «correggere gl'errori popolari, che travagliano spesso i medici giovani, e danno loro gran fastidio» [2], dette vita a un filone della letteratura medica che incontrò particolare fortuna tra il XVI e il XVII secolo. In Italia, ispirato all'opera del Joubert, il medico romano Scipione Mercurio scrisse il trattato De gli errori popolari d'Italia, pubblicato per la prima volta nel 1604.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Paradoxarum demonstrationum medicinalium. Laurentii Jouberti, Lugduni, apud Ludovicum et Carolum Penot, fratres (Excudebat Matthias Bonhome), 1561
  • Traité du ris suivi d'un dialogue sur la cacographie française. Parigi, 1579.
  • La prima parte de gli errori popolari dell'eccellentiss. sign. Lorenzo Gioberti filosofo, et medico, lettore nello studio di Mompellieri. Nella quale si contiene l'eccellenza della medicina, e de' medici, della concettione, e generatione; della grauidezza, del parto, e delle donne di parto; e del latte, e del nutrire i bambini. Tradotta di franzese in lingua toscana dal mag. m. Alberto Luchi da Colle. Con due tauole, vna de' capitoli, e l'altra delle cose notabili. Nuouamente data in luce. Firenze: Filippo Giunti, 1592.
  • The Second Part of the Popular Errors. Tuscaloosa: University of Alabama Press, 1995.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alberto Luchi da Colle (anche Alberto Luci da Colle, Alberto Luci di Francesco da Colle), nato nella seconda metà del XVI secolo a Colle Val d'Elsa, dottore in medicina. Fu inviato presso la corte di Francia dal granduca Francesco I de' Medici in qualità di segretario dell'ambasciatore granducale, il nobile senese Giovanni Maria Petrucci. Il Luchi ebbe in regalo una copia del volume del Joubert mentre si trovava ospite del mercante toscano Matteo Cerretani a Bordeaux (Cfr. Alessandro Pastore, Il medico in tribunale: la perizia medica nella procedura penale d'antico regime (secoli XVI-XVIII), Edizioni Casagrande, Bellinzona, 1998 p. 53. Vedi anche: Lorenzo Cheluzzi e Giuseppe Maria Galganetti, Serie cronologica degli uomini di merito più distinto della città di Colle di Val d'Elsa, Tipografia Pacini, Colle Val d'Elsa, 1841).
  2. ^ La prima parte de gli errori popolari dell'eccellentiss. sign. Lorenzo Gioberti filosofo, et medico, lettore nello studio di Mompellieri. Nella quale si contiene l'eccellenza della medicina, e de' medici, della concettione, e generatione; della grauidezza, del parto, e delle donne di parto; e del latte, e del nutrire i bambini. Tradotta di franzese in lingua toscana dal mag. m. Alberto Luchi da Colle. Con due tauole, vna de' capitoli, e l'altra delle cose notabili. Nuouamente data in luce. In Fiorenza, per Filippo Giunti, 1592

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Massimo Angelini, Manuela Trinci (a cura di). Le voglie. L'immaginazione materna tra magia e scienza. Roma: Meltemi Editore, 2000
  • Girolamo Scipione Mercurio. De gli errori popolari d'Italia: libri sette, divisi in due parti. Nella prima si trattano gl'errori, che occorrono in qualunque modo nel governo de gl'infermi ... Nella seconda si contengono gl'errori quali si commettono nelle cause. Roma: Francesco Rossi, 1645
  • Alessandro Pastore. Il medico in tribunale: la perizia medica nella procedura penale d'antico regime (secoli XVI-XVIII). Bellinzona: Edizioni Casagrande, 1998

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN84814729 · ISNI (EN0000 0001 2141 8543 · LCCN (ENn86815228 · GND (DE119450518 · BNF (FRcb125108074 (data) · BNE (ESXX1600137 (data) · BAV (EN495/1669 · CERL cnp01347408 · WorldCat Identities (ENlccn-n86815228