Laurell K. Hamilton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Laurell K. Hamilton - Paris 2010

Laurell Kaye Hamilton (Heber Springs, 19 febbraio 1963) è una scrittrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nata nel 1963 a Herber Springs, una piccola comunità dell'Arkansas, si trasferisce a Sims, nell'Indiana nel 1969, in seguito alla morte della madre in un incidente d'auto. Laurell ha soltanto sei anni e viene cresciuta dalla nonna, in seguito dichiarerà che la morte della madre, la vita con la nonna e l'assenza di figure maschili in casa «sono le tre cose che fanno di me ciò che sono».

Impara a leggere solo a sette anni a causa di una lieve dislessia non diagnosticata all'epoca, ma da quel momento si appassiona alla parola scritta e a 14 anni inizia a scrivere le sue prime storie a sfondo horror.

Frequenta un college cristiano nell'Indiana dove si laurea in inglese e biologia. È qui che conosce anche suo marito Gary Hamilton di cui prenderà il cognome. È sempre al college che sviluppa la sua passione per la narrativa, prendendo parte al programma di scrittura creativa dell'ateneo, dal quale però viene estromessa alla fine del secondo anno a causa di forti contrasti con l'insegnante che non approva la sua scelta di temi. Dopo le aspre critiche della docente, che le assicura che non avrà mai successo come scrittrice[1], la Hamilton si laurea, ma abbandona la scrittura per due anni.

Si trasferisce prima a Los Angeles e poi a St. Louis nel Missouri, ricominciando a mandare storie e racconti agli editori e ricevendo numerosi rifiuti. Inizia anche il suo primo romanzo, Nightsheer, ed entra a far parte del gruppo di scrittori ucronici "Alternate Historian". Dopo la pubblicazione di Nightsheer e di un romanzo della serie di Star Trek intitolato Nightshade, l'autrice incontra fortune alterne fino all'uscita del primo volume della saga di Anita Blake, che la porta al successo.

Vive ad Arnold, St. Louis, con il suo secondo marito, sua figlia e tre cani.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Anita Blake, cacciatrice di vampiri e necromante, è la più famosa eroina della Hamilton: dopo l'esordio nel 1993 con Nodo di sangue, la saga ha acquisito una crescente popolarità, arrivando ad essere tradotta in 16 lingue e a vendere più di 6 milioni di copie in tutto il mondo[2]

A partire dal 2000 la scrittrice ha dato vita a un altro personaggio femminile, Merry Gentry, misteriosa e seducente principessa del popolo fatato che lavora come investigatrice privata a Los Angeles. Anche questa serie si è affermata in tutto il mondo, vendendo più di un milione di copie[2] La serie è caratterizzata da una preponderante tematica sensuale e le trame investigative e magiche si intrecciano sempre con intrighi di tipo romantico ed erotico che prendono ampissimo spazio nella narrazione.

Serie di Anita Blake[modifica | modifica sorgente]

Serie di Merry Gentry[modifica | modifica sorgente]

Altri romanzi[modifica | modifica sorgente]

Racconti[modifica | modifica sorgente]

  • Gelo mortale (Winterkill, 1990); Oche (Geese, 1991), in Storie fantastiche di Dame, Eroi e Incantesimi, a cura di Marion Zimmer Bradley, 1994

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ [1]
  2. ^ a b LKH.org

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 39520379 LCCN: no93020197