Lauregno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lauregno
comune
Lauregno/Laurein
Lauregno – Stemma
Lauregno – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Trentino-South Tyrol.svg Trentino-Alto Adige
ProvinciaStemma Südtirol.svg Bolzano
Amministrazione
SindacoHartmann Thaler (SVP) dal 10-5-2015 (2º mandato)
Lingue ufficialiTedesco, Italiano
Territorio
Coordinate46°27′15.52″N 11°03′42.37″E / 46.45431°N 11.06177°E46.45431; 11.06177 (Lauregno)Coordinate: 46°27′15.52″N 11°03′42.37″E / 46.45431°N 11.06177°E46.45431; 11.06177 (Lauregno)
Altitudine1 150 m s.l.m.
Superficie13,89 km²
Abitanti340[2] (31-8-2017)
Densità24,48 ab./km²
FrazioniSinablana
Comuni confinantiBrez (TN), Cagnò (TN), Castelfondo (TN), Cloz (TN), Proves, Revò (TN), San Pancrazio, Ultimo
Altre informazioni
Cod. postale39040
Prefisso0436
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT021043
Cod. catastaleE481
TargaBZ
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona F, 4 167 GG[3]
Nome abitantilauregnesi/Laureiner[1]
Patronosan Vito
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Lauregno
Lauregno
Lauregno – Mappa
Posizione del comune di Lauregno nella provincia autonoma di Bolzano
Sito istituzionale

Lauregno (Laurein in tedesco) è un comune italiano di 340 abitanti della provincia autonoma di Bolzano in Trentino-Alto Adige.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il toponimo è attestato come terra Lauregni nel 1233, come Lafarende nel 1436, come Lafreng nel 1528 e come Laurein nel 1870 e deriva probabilmente dal retico "Lawara" con suffisso -onia ("zona rocciosa").[4]

Meno seguito ha ormai tra gli studiosi di toponomastica l'origine dalla parola latina Laurus (italiano lauro od alloro), come viene menzionata la prima volta nel 1274 la località in documenti storici.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1946 il paese, facente parte assieme a Proves della zona germanofona dell'Alta Val di Non (Deutschnonsberg), siccome l'insediamento fu fondato sin dal medioevo da coloni trasmigrati dalla Val d'Ultimo[5], è passato dalla provincia di Trento alla provincia di Bolzano in seguito all'accordo De Gasperi-Gruber, al comune è stata annessa la frazione di Sinablana (Tonna) di Rumo.

Stemma[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma raffigura un aratro nero in un quadrato dorato, con i lati incurvati ed i vertici ornati da trifogli, su sfondo azzurro. L'aratro simboleggia la bonifica dei campi e la loro lavorazione; i quattro vertici rappresentano i quattro comuni originari di lingua tedesca della Val di Non: Lauregno, Proves, Senale-San Felice, gli ultimi due unificati. Lo stemma è stato adottato nel 1967.[6]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Ripartizione linguistica[modifica | modifica wikitesto]

È uno dei tre comuni di lingua tedesca della Val di Non, in quanto la sua popolazione è per la quasi totalità di madrelingua tedesca:

% Ripartizione linguistica (gruppi principali)
Fonte: Astat Censimento della popolazione 2011 - Determinazione della consistenza dei tre gruppi linguistici della Provincia Autonoma di Bolzano-Alto Adige - giugno 2012
96,71% madrelingua tedesca
3,29% madrelingua italiana
0,00% madrelingua ladina

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[7]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2005 2010 Oswald Ungerer SVP Sindaco
2010 in carica Hartmann Thaler SVP Sindaco

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AA. VV., Nomi d'Italia. Origine e significato dei nomi geografici e di tutti i comuni, Novara, Istituto geografico De Agostini, 2006, p. 335.
  2. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2017.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  4. ^ Egon Kühebacher,Die Ortsnamen Südtirols und ihre Geschichte, vol. 1, Bolzano, Athesia, 1995, p. 216. ISBN 88-7014-634-0
  5. ^ Klaus Altenstetter, Die Siedlungs- und Agrarverhältnisse von Laurein, Proveis und Rumo am Nonsberg, Innsbruck, Wagner, 1968.
  6. ^ (EN) Heraldry of the World Laurein-Lauregno
  7. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Edmund Ungerer, Laurein auf dem Nonsberg: Kirche und Dorf im Werden, Ringen und Umbruch, Lana, Tappeiner, 1999. ISBN 88-7073-282-7

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN159651739 · GND (DE4099097-7
Alto Adige Portale Alto Adige: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Alto Adige