Laura Solera Mantegazza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Laura Mantegazza

Laura Mantegazza nata Solera (Milano, 15 gennaio 1813Cannero Riviera, 15 settembre 1873) è stata una filantropa italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laura Solera, che sposò giovanissima Giovan Battista Mantegazza, fu con Teresa Confalonieri e Adelaide Cairoli una delle donne più attive per il progresso civile d'Italia. Nel corso delle cinque giornate di Milano si distinse nel soccorrere i feriti. Nel 1850 fondò un ricovero per bambini lattanti, il primo di Milano e d'Italia al quale, nel giro di pochi anni, altri seguirono. Istituì scuole per operaie adulte. Nel 1862 fondò l'Associazione nazionale operaia femminile, con fondi privati. L'associazione aveva una sala di allattamento, organizzava corsi di alfabetizzazione. Promosse le prime pensioni per la vecchiaia in Italia. Nel 1870, fondò a Milano la prima scuola professionale femminile d'Italia, laica e con finanziamenti pubblici.

La tomba di Laura Solera al Cimitero Monumentale di Milano

Dopo la sua morte, avvenuta nel 1873, le sue seguaci, come Alessandrina Ravizza, continuarono ad aprire scuole e ricoveri per aiutare le ragazze lavoratrici.

Nella sua casa milanese di corso Garibaldi 73 il municipio fece murare una lapide di marmo con la seguente scritta: «In questa casa abitò molti anni e istituì il primo ricovero dei bambini lattanti Laura Solera Mantegazza.»

La sua prima biografia è stata scritta dal figlio Paolo Mantegazza.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Annalina Molteni e Gianna Parri , 2016,Due donne una bandiera.Laura Solera Mantegazza e Adelaide Bono Cairoli, Magazzeno Storico Verbanese.

Marina Cepeda Fuentes, 2011, Laura Solera Mantegazza:l’amica delle donne, in Sorelle d'Italia. Le donne che hanno fatto il Risorgimento, Blu Edizioni, Torino.

Claudia Galeotti.- Massimo Rossi , 2011, Le identità politiche e sociali di una donna pericolosa:Laura Solera Mantegazza, www.soleramantegazza.it/la Fondatrice.

Rossella Bufano, Laura Solera Mantegazza e Maria Montessori: due donne che hanno dedicato la loro vita alla formazione dei più deboli, in «Ripensandoci», anno III, 2, febbraio 2010.

Fiorenza Taricone, 2008, Teoria e prassi dell'associazionismo italiano nel XIX e XX secolo,, Edizioni Università di Cassino.

Rosa Teruzzi, Sergio Redaelli, Laura Mantegazza. La garibaldina senza fucile, Alberti, Verbania-Intra, 1992.

Gisela Bock, Le donne nella storia europea, Laterza, Roma-Bari, 2003

Isabella Bossi Fedrigotti, Laura Solera Mantegazza, in AA. VV., Le Italiane, I, a cura di E. Roccella e L. Scaraffia, Presidenza del Consiglio dei Ministri. Dipartimento per le Pari Opportunità, Roma, 2003

Hovard Judith Jeffrey, 1980, “Patriot Mothers in Post-Risorgimento: Women After the Italian Revolution”, in Women,War and Revolution, eds. Berkin C.R, Lovett C., .New York.

Charles Henders,1911, “Infant welfare; methods of organization and administration in Italy”, in The American Journal of Sociology, Number 3, November 1911.

Paolo Mantegazza, 1876 La mia mamma. Laura Solera Mantegazza, Tipografia Fratelli Rechiedei, Milano.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN304918203 · ISNI: (EN0000 0004 1642 2320 · SBN: IT\ICCU\NAPV\058517 · BAV: ADV12597878