Laura Lippman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Laura Lippman

Laura Lippman (Atlanta, 31 gennaio 1959) è una scrittrice statunitense di libri gialli.

Vita privata e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Laura Lippman è nata ad Atlanta ed è cresciuta a Baltimora, nel Maryland. È figlia di Theo Lippman Jr., uno scrittore per il Baltimora Sun, e di Madelin (Mabry) Lippman, una libraia scolastica in pensione.[1] Suo nonno paterno era ebreo, e altri suoi antenati erano scozzesi e irlandesi.[2][3] Lippman ha frequentato le superiori a Columbia, nel Maryland, dove è stata capitano del team It's Academic della Wilde Lake High School. Ha anche partecipato a diverse produzioni drammatiche, come Finian's Rainbow, The Lark e A piedi nudi nel parco. Si è diplomata nel 1977.[4]

Lippman è stata una reporter per il San Antonio Light (oggi chiuso) e per il Baltimore Sun. È meglio conosciuta per avere scritto una serie di romanzi ambientati a Baltimora con protagonista Tess Monaghan, una reporter diventata un investigatore privato. Le opere di Lippman hanno vinto il Premio Agatha, l'Anthony Award, l'Edgar Award, il Premio Nero Wolfe, il Gumshoe Award e il Premio Shamus. Il suo libro del 2007 I morti lo sanno (What the Dead Know) è stato il primo dei suoi libri ad entrare nella lista dei best seller del New York Times, ed era candidato al Dagger Award della Crime Writer's Association. Oltre ai romanzi con Tess Monaghan, nel 2003 Lippman ha scritto Ogni cosa è segreta (Every Secret Thing), che è diventato poi un film.

Lippman vive nel quartiere Federal Hill di Baltimora e spesso scrive nel caffè del quartiere, Spoons.[5] Oltre a scrivere, insegna al Goucher College a Towson, nel Maryland, appena fuori Baltimora. A marzo 2013 è stata l'ospite d'onore al Left Coast Crime.

Lippman è sposata con David Simon, un altro ex reporter del Baltimore Sun, e creatore e produttore esecutivo della serie della HBO The Wire. Il personaggio Bunk viene mostrato mentre legge uno dei libri della Lippman (In a Strange City), nell'ottavo episodio della prima stagione di The Wire. Lippman è apparsa in una scena del primo episodio dell'ultima stagione di The Wire come reporter impiegata al Baltimore Sun.[6]

Premi letterari[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Serie di Tess Monaghan[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi autonomi[modifica | modifica wikitesto]

Raccolte di racconti[modifica | modifica wikitesto]

  • Hardly Knew Her (2008)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Contemporary Authors New Revision Series – Ann Evory, google Books. URL consultato il 1º maggio 2013.
  2. ^ Secrets and Ties: Author Laura Lippman Takes a Break From Heroine Tess Monaghan With Every Secret Thing, "The Most Hard-Boiled Book to Ever Begin With A Barbie Doll.", Baltimore City Paper. URL consultato il 1º maggio 2013.
  3. ^ [Committee] Authors Laura Lippman & David Simon("the Wire")Sunday 3 PM @ Bolton St.Synagogue, Bsfs.org, 14 gennaio 2005. URL consultato il 1º maggio 2013.
  4. ^ "Wilde Lake" (2016), Afterword
  5. ^ Laura Lippman, mystery novelist, su Slate.com, 24 giugno 2003. URL consultato il 29 ottobre 2009.
  6. ^ Jeff Baker, Interview: Author Laura Lippman on "Another Thing to Fall", su oregonlive.com, The Oregonian, 13 marzo 2008. URL consultato il 23 settembre 2008.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN85629402 · LCCN: (ENn00036081 · ISNI: (EN0000 0001 1462 2554 · GND: (DE124057039 · BNF: (FRcb13522118p (data) · NLA: (EN35227658