Laura Cretara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Moneta italiana da 100 lire CuNi 81/19
Italia 100 lire (o).jpgItalia 100 lire (r).jpg
Italia turrita circondata dall'iscrizione "REPVBBLICA ITALIANA". In basso L. CRETARA Valore tra rami di ulivo, il millesimo (1993) ed il segno di zecca (R) per Roma. Sopra aquila e sotto delfino
Moneta da 1 euro delle monete euro italiane disegnata da Laura Cretara.

Laura Cretara (Roma, 28 dicembre 1939) è una medaglista e scultrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia d'arte (il padre Francesco era pittore e incisore, membro del Partito Comunista d'Italia), ebbe la sua prima formazione artistica in casa.[1] Completò la sua formazione frequentando prima il Liceo Artistico e poi l'Accademia di Belle Arti di Roma. In seguito frequentò la Scuola dell'Arte della Medaglia della Zecca di Stato dove ebbe come maestri Guttuso, Fazzini, Giampaoli e Balardi.[1]

Nel 1961 fu assunta come incisore alla Zecca di Roma e nel 1970 disegnò il rovescio della moneta d'argento da mille lire coniate per il centesimo anniversario di Roma Capitale. Fu la prima donna in Italia a firmare una moneta.[1]

Sue le 100 lire coniate dal 1993 e la faccia nazionale della moneta da un euro con l'uomo vitruviano di Leonardo.

Sue anche gran parte delle monete italiane da 500 lire bimetalliche.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c "Laura Cretara - Percorsi d'artista. Le mani, la mente, il cuore"

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN34386532 · GND: (DE1057674974