Lasciapassare delle Nazioni Unite

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
United Nations laissez-passer - UNLP
EPassport logo.svg
UN-laissez-passer.jpg
Nome localeLasciapassare delle Nazioni Unite
NazioneNazioni Unite Nazioni Unite
TipoLasciapassare
Zona validitàWorld Stars Mondo
Esenzioni dal visto88 paesi
Altre versioni
UN-laissez-passer red.jpg
Lasciapassare delle Nazioni Unite diplomatico

Il lasciapassare delle Nazioni Unite (United Nations laissez-passer - UNLP) è il documento di riconoscimento e di viaggio dei funzionari internazionali delle Nazioni Unite, usato nello svolgimento dei propri incarichi ufficiali.

Il lasciapassare ha le funzioni pratiche di un passaporto di servizio, pur non attribuendo alcuna nazionalità al soggetto che ne è in possesso; permette in sostanza il riconoscimento del possessore e garantisce il diritto di soggiornare o attraversare un territorio sotto determinati vincoli.[1]

Attualmente, 88 Stati membri delle Nazioni Unite concedono libero accesso nel proprio Paese ai portatori di lasciapassare in servizio per l'ONU senza la necessità di un visto.[2]

Il lasciapassare è di colore blu per i funzionari (P1 fino a P4) e di colore rosso per gli alti ufficiali (dal P5 ai livelli superiori). Il documento conferisce ai portatori una serie di immunità diplomatiche secondo la Convenzione di New York sui privilegi e le immunità delle Nazioni Unite del 1946.

Simile al lasciapassare ONU, anche il lasciapassare dell'Unione europea conferisce ai portatori status diplomatico per le proprie missioni ufficiali.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Copia archiviata, su expertclub.ge. URL consultato il 7 dicembre 2013 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  2. ^ UN Travel Documents, su cibtvisas.com. URL consultato il 10 agosto 2019.
  3. ^ (EN) Answer to Question No E-006749/16, su europarl.europa.eu. URL consultato il 10 agosto 2019.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]