Lars Mikkelsen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lars Dittman Mikkelsen

Lars Dittman Mikkelsen (Gladsaxe, 6 maggio 1964) è un attore danese.

Diventato noto al pubblico mondiale grazie alla sua partecipazione nella celebre serie televisiva danese The Killing, ha in seguito interpretato il ruolo dell'antagonista Charles Augustus Magnussen nella serie televisiva britannica Sherlock e quello del presidente russo Viktor Petrov nella serie TV statunitense House of Cards. È il fratello maggiore dell'attore Mads Mikkelsen.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lars Mikkelsen è nato a Gladsaxe, vicino a Copenaghen, fratello dell'anche egli attore Mads Mikkelsen[1]. Dopo aver studiato biologia nell'Università di Copenaghen ha lasciato gli studi per guadagnarsi da vivere facendo il mimo e il giocoliere per le strade di molte città europee[2].

Dopo essersi diplomato, nel 1995, nella Scuola Nazionale di Teatro di Danimarca, Mikkelsen è apparso in varie serie televisive danesi, come The Killing, Loro uccidono e Borgen - Il potere. È stato inoltre il principale antagonista nella terza stagione della serie televisiva britannica Sherlock.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Mikkelsen è sposato con l'attrice Anette Støvelbæk, con la quale ha avuto due figli, Lou e Thor[3].

Mikkelsen parla fluentemente l'inglese, lo svedese e il tedesco. Mikkelsen ha affermato che lui e suo fratello hanno incominciato ad imparare l'inglese da molto piccoli, ascoltando e cercando di ripetere le battute dei Monty Python[2].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DA) Kirsten Erlendsson, Lars Mikkelsen: Det var smøgerne eller livet, B.T., 30 gennaio 2007. URL consultato il 4 aprile 2015.
  2. ^ a b (EN) Lars Mikkelsen – The man behind Sherlock's Charles Magnussen, The Gryphon. URL consultato il 4 aprile 2015.
  3. ^ (DA) LARS MIKKELSENS BØRN VIL OGSÅ PÅ SCENEN, SeOgHør, 13 gennaio 2015. URL consultato il 4 aprile 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN182379015 · ISNI (EN0000 0003 5630 8445 · LCCN (ENno2015152653 · GND (DE1061903044 · BNF (FRcb165387846 (data)