Larry Hagman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Larry Hagman alla cerimonia dei Premi Oscar nel 2010

Larry Martin Hagman (Fort Worth, 21 settembre 1931Dallas, 23 novembre 2012) è stato un attore cinematografico, teatrale e televisivo statunitense.

Raggiunse la notorietà grazie al ruolo del maggiore Anthony Nelson, pilota astronauta della NASA, nella sitcom Strega per amore (1965-1970), con Barbara Eden, mentre divenne famoso in tutto il mondo per l'interpretazione dello spietato petroliere J.R. Ewing nella soap opera Dallas dal 1978 al 1991, e nuovamente dal 2012 nell'omonimo sequel.

Tra i numerosi film da lui interpretati, da ricordare Prima vittoria (1965), La notte dell'aquila (1976), Superman (1978), S.O.B. (1981), Gli intrighi del potere - Nixon (1996) e I colori della vittoria (1998).

Biografia e carriera[modifica | modifica wikitesto]

Figlio d'arte, dopo la separazione dei suoi genitori andò a vivere in California con la nonna. All'età di 12 anni, dopo la morte della nonna, tornò a vivere con la madre Mary Martin, grande attrice di Broadway. Dopo aver frequentato il college, intraprese la carriera artistica e si stabilì per cinque anni in Inghilterra, dove era giunto lavorando come attore in uno spettacolo teatrale portato in tournée dalla madre. Entrò quindi a far parte dell'U.S. Air Force e continuò l'esperienza artistica producendo e dirigendo molti allestimenti teatrali. In questo periodo incontrò e si innamorò di Maj Axelsson, una giovane designer svedese che sposò nel dicembre del 1954.

Larry Hagman con Barbara Eden in Strega per amore

Tornato negli Stati Uniti, iniziò a lavorare regolarmente per la televisione. Ottenne un ruolo fisso nella soap opera pomeridiana Ai confini della notte, dove interpretò il giovane avvocato Ed Gibson, ruolo che ricoprì dal 1961 al 1963. Dopo otto anni a New York, decise di trasferirsi a Hollywood con la moglie e i figli. Nel 1965 ottenne il suo primo grande successo vestendo i panni dell'astronauta Tony Nelson nella sitcom Strega per amore (I Dream of Jeannie), accanto a Barbara Eden, ruolo ricoperto fino al 1970 per un totale di 139 episodi.

Nel 1978 accettò il ruolo del perfido J.R. Ewing in Dallas che proseguì per tredici anni consecutivi, fino al 1991. La prova che il personaggio di J.R. aveva raggiunto una notorietà a livello mondiale arrivò nel novembre del 1980, quando l'episodio Who Shot J.R. (Chi ha sparato a J.R.) venne visto da 350 milioni di telespettatori in 57 paesi. Hagman interpretò il ruolo di J.R. anche in due film TV, Dallas: Il ritorno di J.R. (1996) e Dallas: La guerra degli Ewing (1998). Nel 2012 accettò di riprendere lo storico ruolo nel sequel della TNT, i cui primi episodi vennero seguiti da 7 milioni di telespettatori, record per la rete.

Nella sua lunga e prestigiosa carriera recitò in numerose pellicole per il cinema: tra i suoi ruoli più interessanti sono da ricordare quelli in Prima vittoria (1965), accanto a John Wayne e Kirk Douglas, per la regia di Otto Preminger, Che diritto... con tre donne a letto (1970), nella parte di Maurice con Joan Collins, L'ultimo colpo dell'ispettore Clark (1973) nella parte di Tudor con Henry Fonda, La notte dell'aquila (1976) nella parte del colonnello Pitts con Michael Caine, Superman (1978), nella parte di Major con Marlon Brando e Gene Hackman, mentre nel 1981 fu diretto da Blake Edwards in S.O.B., dove interpretò la parte di Dick con William Holden.

Larry Hagman nel 1973

Quando Dallas giunse al termine, dovette affrontare la battaglia più difficile della sua vita: il cancro al fegato, causato dall'alcolismo[1]. Nel 1995 si sottopose a un trapianto di fegato che gli salvò la vita[2], subendo un intervento durato oltre 13 ore[3]. Una volta guarito, terminò due lavori a cui teneva molto: i film Il terzo gemello (1997), basato sull'omonimo best seller di Ken Follett e I colori della vittoria (1998) di Mike Nichols, dove interpretò il Governatore Picker, a fianco di John Travolta, Emma Thompson, Billy Bob Thornton e Kathy Bates.

Fu contattato nel 2003 per interpretare un ruolo nella soap di successo mondiale Beautiful ma, causa ancora problemi di salute, fu costretto a rifiutare. Il vero ritorno sulle scene fu quindi nel 2006 e, tra gli altri ruoli, interpretò Burt nel famoso telefilm Nip/Tuck. Nello stesso anno fu ospite speciale in una puntata de I Simpson, dove diede voce al personaggio di Wallace Brady.

Nel 2010 prestò il suo volto come testimonial dell'impresa tedesca SolarWorld, girandone lo spot televisivo. L'attore venne scelto in quanto proprietario del più grande impianto solare fotovoltaico privato negli Stati Uniti, e quindi un grande sostenitore di questa impresa, tanto da venire appositamente in Italia a visitare l'impianto che SolarWorld donò al Vaticano a Roma[4].

Nel mese di dicembre 2010 venne scelto per interpretare il ruolo del fidanzato della madre di Lynette (interpretata da Felicity Huffman), nel telefilm Desperate Housewives. A partire dal 2012 tornò a vestire i panni di J.R. Ewing nella nuova serie del telefilm Dallas, recitando a fianco di altri due componenti del vecchio cast, Linda Gray e Patrick Duffy, anch'essi nei medesimi ruoli che ricoprivano nel telefilm originale. Fu inoltre svelato il cachet del cast ed Hagman fu l'attore più pagato della serie. Tra i tanti riconoscimenti mondiali ricevuti, da ricordare la stella con il suo nome sulla Hollywood Walk of Fame (1983) e la statua di cera che lo raffigura nel museo londinese Madame Tussaud's (1980).

Hagman, il cattivo per eccellenza della Tv, paragonabile ad Alexis (Joan Collins) di Dynasty e Stephanie (Susan Flannery) di Beautiful, nella vita è stato totalmente diverso da J.R. e dagli altri ruoli che interpretò in Tv e al cinema. Sposato con la stessa donna da oltre 50 anni, ebbe due figli, Preston (nato nel 1962) e Kristina (nata nel 1968). Morì il 23 novembre 2012, all'età di 81 anni, in un ospedale di Dallas per una recidiva del tumore al fegato[5]. La sua salma venne cremata e le ceneri disperse.

Venne ricordato durante la cerimonia dei 65esimi Emmy Awards, trasmessa il 22 settembre 2013 dalla CBS. L'ottavo episodio (intitolato Nulla è come sembra) della seconda stagione di Dallas, che egli stava interpretando al momento della morte, è interamente dedicato a lui e in esso compaiono tanti personaggi del serial anni '80 tornati per una puntata ad omaggiarlo e con l'intera sigla arrangiata appositamente per lui.

Il successo mondiale con Dallas[modifica | modifica wikitesto]

Larry Hagman nel 2006

Grazie al ruolo del cattivo J.R., Larry Hagman divenne una vera e propria icona televisiva, e Dallas ottenne un'affermazione a livello mondiale, Italia compresa (dove si aggiudicò 5 Telegatti). A confermare il successo furono gli episodi Chi ha sparato a J.R. (3ª stagione) e, La vita (senza J.R.) è meravigliosa? (14ª stagione), visti da milioni di spettatori in tutto il mondo. Lo stesso attore dichiarò in un'intervista che, conclusa la terza stagione, dovette cambiare città perché la sua famiglia e i media lo tormentavano per sapere chi avesse sparato a J.R..

Hagman è l'unico attore del cast ad aver preso parte a tutti i 357 episodi della serie dal 1978 al 1991, compresi i 3 film-TV L'alba di Dallas (1986), che narra le vicende degli Ewing da giovani, Dallas: Il ritorno di J.R. (1996) e Dallas: La guerra degli Ewing (1998), questi ultimi due concludono tutto quello che è successo nella soap. Dal 2011 riprese il ruolo nel sequel trasmesso nel 2012 dalla TNT e in Italia sempre da Canale 5, che riporta l'omonimo titolo Dallas. La serie debuttò con un ottimo ascolto, 7 milioni,[6] e così venne programmata una nuova stagione che andò in onda nel 2013.

Con il ruolo del perfido magnate del petrolio, Hagman ottenne grandi soddisfazioni professionali, ricevendo più volte la nomination ai Golden Globe e agli Emmy Awards e vincendo numerosi premi. Nella serie il suo personaggio trama cinicamente per ottenere i suoi scopi. Il suo obiettivo principale è quello di dirigere da solo (o col fratello Bobby) la compagnia di famiglia, la celebre Ewing Oil, senza farla toccare da nessun altro, in particolar modo dal nemico di sempre Cliff Barnes (Ken Kercheval). Sposato, a più riprese, con Sue Ellen (Linda Gray), dalla loro unione nasce un figlio, John Ross. Altro storico obiettivo di J.R. è quello di separare il fratello Bobby (Patrick Duffy) dalla moglie Pamela (Victoria Principal), perché sorella del nemico Cliff.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 novembre 2012 il Sunday Times pubblicò un aneddoto, raccontato dallo stesso attore che però ne aveva chiesto la divulgazione solo dopo la sua morte. Nei primi anni ottanta Hagman era in vacanza in Romania, quando venne avvicinato da persone dello staff del dittatore Ceausescu che gli chiesero di poter usare la sua immagine nei panni di J.R. per la propaganda di regime. Hagman, con un colpo degno del miglior J.R., accettò, ma chiese in cambio una busta anonima piena di soldi di buona valuta, da lasciare in un bagno per signore. Così avvenne: la moglie dell'attore trovò i soldi nel posto prestabilito, i due spesero tutto durante la loro vacanza e l'immagine del più famoso petroliere della storia della televisione venne usata per la propaganda.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Hollywood Walk of Fame[modifica | modifica wikitesto]

Golden Globe[modifica | modifica wikitesto]

Nomination:

  • Miglior attore in una serie drammatica, per Dallas (1981)
  • Miglior attore in una serie drammatica, per Dallas (1982)
  • Miglior attore in una serie drammatica, per Dallas (1983)
  • Miglior attore in una serie drammatica, per Dallas (1985)

Emmy Awards[modifica | modifica wikitesto]

Nomination:

  • Miglior attore protagonista in una serie drammatica, per Dallas (1980)
  • Miglior attore protagonista in una serie drammatica, per Dallas (1981)

Madame Tussaud's[modifica | modifica wikitesto]

  • Statua di cera, (1980)

Telegatto[modifica | modifica wikitesto]

Vinti:

  • Miglior attore, per Dallas (1984)
  • Premio alla carriera (di Platino), (1996)

Soap Opera Digest Awards[modifica | modifica wikitesto]

Vinti:

  • Miglior cattivo in una soap-opera, per Dallas (1984)
  • Miglior cattivo in una soap-opera, per Dallas (1985)
  • Miglior attore protagonista in una soap-opera, per Dallas (1986)
  • Miglior cattivo in una soap-opera, per Dallas (1986)
  • Miglior cattivo in una soap-opera, per Dallas (1988)
  • Miglior cattivo in una soap-opera, per Dallas (1989)

Nomination:

Screen Actors Guild Awards[modifica | modifica wikitesto]

Nomination:

People's Choice Awards[modifica | modifica wikitesto]

Nomination:

  • Miglior interpretazione maschile in una serie drammatica, per Dallas (1983)

Bambi[modifica | modifica wikitesto]

Vinti:

  • Personaggio dell'anno (1983)

TV Land Award[modifica | modifica wikitesto]

Vinti:

  • Premio alla carriera (2006)

Lone Star Film & Television Awards[modifica | modifica wikitesto]

Vinti:

Regista e produttore[modifica | modifica wikitesto]

Nella sua carriera ha anche praticato due attività, quelle di regista e produttore, spesso e volentieri di serie alle quali ha preso parte anche come attore.

Come regista:

Come produttore:

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Da doppiatore è sostituito da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1]
  2. ^ Copia archiviata, su ultimatedallas.com. URL consultato il 10 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 21 febbraio 2014).
  3. ^ [2]
  4. ^ [3] Copia archiviata, su vip.it. URL consultato il 23 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).
  5. ^ [4]
  6. ^ [5] Copia archiviata, su unita.it. URL consultato il 23 novembre 2012 (archiviato dall'url originale l'11 marzo 2014).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Eugenio Spagnuolo, Larry Hagman, Numero 4, 93, Focus Storia Biografie, 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN37118808 · ISNI (EN0000 0000 5930 3891 · LCCN (ENn81044989 · GND (DE124132901 · BNF (FRcb14049694j (data) · WorldCat Identities (ENn81-044989