Large Professor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Large Professor
Large prof.jpg
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereHip hop
Periodo di attività musicale1988 – in attività
Album pubblicati3
Studio3
Sito ufficiale

William Paul Mitchell, meglio noto come Large Professor (Queens, 21 marzo 1972), è un rapper e produttore discografico statunitense.

È famoso per aver fondato il gruppo underground Main Source e per aver scoperto il rapper Nas.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fin da giovane nutre interesse per il campo della produzione e si fa le ossa realizzando musicassette contenenti strumentali mixate tra loro. Entra in seguito tra i protégé di Paul C, produttore e musicista, sempre ricordato da Large Pro come un maestro ed un mentore. Paul gli dà la possibilità di produrre per Eric B. & Rakim, al lavoro sul loro disco "Let the Rhythm Hit 'Em". È in questo periodo che conosce Nas, un talentuoso giovine del Queens. Large Pro, dopo averlo presentato ad MC Serch (capo della Searchlite Publishing), comincia a produrre per il suo disco di debutto, "Illmatic".

Lavori con i Main Source[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1989 Large Professor si unisce ai Main Source, gruppo composto da K-Cut e Sir Scratch di Toronto. Nel 1991 la formazione pubblica il primo album, "Breaking Atoms", famoso per le diverse canzoni divenute simbolo dell'underground e per "Live at the Barbeque", traccia di debutto di Nas. "Breaking Atoms" resterà comunque l'unico lavoro dei Main Source prodotto da Large Professor, a causa di alcuni contrasti che lo portano a lasciare il gruppo. Large Pro comincia così ad espandere il suo raggio di affiliati, arrivando a produrre basi per artisti quali Masta Ace, Busta Rhymes, Tragedy Khadafi, Cormega, Mobb Deep e molti altri personaggi chiave per il rap degli anni 90.

Carriera solista[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1996 Large Professor realizza due singoli per la Geffen Records, "Ijuswannachill" e "The Mad Scientist". Il suo disco di debutto "The LP", avrebbe dovuto vedere la luce poco tempo dopo, ma solo nel 2002 riuscirà ad essere pubblicato su Internet in concomitanza con un altro lavoro del produttore, "1st Class". Nonostante non abbia avuto un buon riscontro commerciale, "1st Class" riceve molte recensioni positive e commenti entusiasti dal pubblico. Tre anni dopo, nel 2006, pubblica un raccolta di strumentali intitolata "Beatz Volume 1".

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album con i Main Source
Album da solista
Album collaborativi
Album strumentali
  • 2006 - Beatz Volume 1
  • 2007 - Beatz Volume 2

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN32208411 · ISNI (EN0000 0000 0322 0042 · LCCN (ENno2009039129 · BNF (FRcb141965744 (data) · WorldCat Identities (ENno2009-039129