Lara Laterza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lara Laterza
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Squadra Flag of None.svg svincolata
Carriera
Squadre di club1
2007-2012Venezia 198482 (4)
2012-2014Tavagnacco46 (1)
2014-2015Pordenone13 (1)
2015-2016AGSM Verona17 (0)
Nazionale
2013Italia Italia0 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 7 gennaio 2017 (club)

Lara Laterza (Venezia, 12 agosto 1989) è una calciatrice italiana, di ruolo difensore, dal 2016 svincolata.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lara Laterza si è avvicinata al mondo dello sport giovanissima praticando il nuoto, tuttavia la passione per il calcio le ha fatto preferire il campo alla piscina e dall'età di 8 anni ha iniziato a giocare con i maschietti. Inizialmente ha ricoperto il ruolo da centravanti per poi gradualmente posizionarsi nel reparto arretrato. Con la squadra mista della Miranese[1] giocò fino ai 13 anni, raggiungendo l'età massima consentita dalla federazione[2]. Nel 2015 ha preso un periodo di pausa utile a completare gli studi nella facoltà di Giurisprudenza dell'università di Padova[3].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

La prima esperienza con una squadra completamente femminile è stata con il Soccer Zianigo[1][4]. Con le neroverdi è rimasta fino al 2006.

Sempre nel 2006 è stata convocata nella selezione della Rappresentativa Femminile del Veneto per l'edizione numero 46 del Trofeo delle Regioni[5].

Nel 2007 ha vestito la maglia del Venezia 1984, società calcistica che ha proseguito l'iscrizione al campionato di Serie A2 della precedente ACF VeneziaJesolo, e che ha da quell'anno acquisito la nuova denominazione. Laterza ha giocato con le biancoverdi la Serie A2 2007-2008, contribuendo seppur con sole tre presenza, alla promozione in Serie A. Con la società veneziana è rimasta cinque stagioni, fino al fallimento della stessa che l'ha obbligata a porsi sul mercato al termine della stagione 2011-2012.

Nell'estate 2012 ha trovato un accordo con il Tavagnacco e già dal campionato 2012-2013 si è confermata un'importante pedina della retroguardia gialloblu, contribuendo a raggiungere il secondo posto dietro alla Torres ed aggiudicandosi così il diritto a partecipare alla UEFA Women's Champions League. La stagione è stata coronata anche dalla conquista della prima Coppa Italia (2012-2013), successo ottenuto anche l'anno successivo (2013-2014).

Nell'estate 2014 è passata al Pordenone, club con il quale ha giocato la sola stagione 2014-2015 non riuscendo ad evitare la retrocessione delle neroverdi in Serie B. Laterza si è congedata dal Pordenone con un tabellino di 13 presenze e una rete.

Il 25 novembre 2015 si è accordata con l'AGSM Verona, indossando la maglia numero 18[6]. Nel dicembre 2016 si è svincolata dalla società veronese[7].

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre 2013 è stata convocata dal commissario tecnico Antonio Cabrini a vestire la maglia della nazionale italiana, ma senza scendere in campo.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Tavagnacco: 2012-2013, 2013-2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Associazione ACFD Venezia 1984, Lara Laterza.
  2. ^ Massimo Falcioni, Nel calcio grazie a Ronaldo. Le parole di Tavecchio? È caduto in basso, su Riviera Oggi, http://www.rivieraoggi.it/, 4 agosto 2014. URL consultato il 7 settembre 2014.
  3. ^ AGSM Verona: tesserata Lara Laterza, su www.professionecalcio.net.
  4. ^ La storia del Soccer Zianigo dagli inizi ad oggi, su U.S. Zianigo, http://spazioinwind.libero.it/soccerzianigo/home.htm. URL consultato l'8 settembre 2014.
  5. ^ Tre veneziane al trofeo Regioni, su Il Gazzettino (in Calcio Donna), http://www.calciodonna.it/, 11 aprile 2006. URL consultato l'8 settembre 2014.
  6. ^ Benvenuta Lara Laterza!, su www.veronacalciofemminile.com.
  7. ^ CU 41 - Elenco atlete svincolate e variazioni al programma gare, su calciofemminile.lnd.it, 4 gennaio 2017. URL consultato il 7 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale l'8 gennaio 2017).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]