Lapsus linguae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La locuzione latina Lapsus linguae, tradotta letteralmente, significa errore di lingua.

Il lapsus è un errore che capita per distrazione: si tratta sempre di parole pronunciate senza intenzione.

Agli inizi del Novecento il fondatore della psicoanalisi Sigmund Freud elabora una teoria secondo la quale i lapsus rivelerebbero qualcosa che è stato rimosso dalla psiche[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Le Parole nella Mente - G.Basile - pag.54

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

lingua latina Portale Lingua latina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lingua latina