Laodamante (figlio di Eteocle)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Laodamante
SagaCiclo tebano
Nome orig.Λᾱοδάμᾱς
Epiteto"domatore di popoli" o "domatore del popolo"
1ª app. inIliade
SessoMaschio
Luogo di nascitaTroia
ProfessioneRe di Tebe

Laodamante (in greco antico: Λᾱοδάμᾱς) è un personaggio della mitologia greca, figlio di Eteocle, re di Tebe[1].

Mitologia[modifica | modifica wikitesto]

Laodamante divenne re di Tebe dopo suo padre[1].
In una versione del mito (diverso da quello raccontato nell'Antigone di Sofocle), è il responsabile della morte delle sue zie Antigone ed Ismene, che furono condannate per aver dato una sepoltura al loro fratello Polinice.

Durante la battaglia dell'Epigoni, uccise Egialeo ed in seguito fu ucciso da Alcmeone[2].

Altre fonti affermano che è sopravvissuto ed è fuggito dagli Enchelei in Illiria[1] e che successivamente guidò una spedizione in Tessaglia[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca