Lanthieri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Lantieri)
Jump to navigation Jump to search
Stemma Lantieri di Paratico
Torre Lantieri, Paratico

I Lantieri (o Lanthieri, o Lanteri) sono una nobile famiglia con varie ramificazioni.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lantero era Conte della Romagna nel 1193. La famiglia si sarebbe trasferita a Milano, per poi diffondersi in Liguria (Lanteri di Ventimiglia), a Briga (Lanteri della Briga), nei dintorni di Brescia (Lantieri de' Paratico) e a Gorizia nel 1450 con Antonio (una ramificazione diretta della famiglia bresciana Lantieri de' Paratico), dove divennero nel 1560 Baroni dell'Impero e nel 1642 Conti dell'Impero, Coppieri ereditari della Contea di Gorizia e Supremi Falconieri della Carniola e Marca Slava. Nel XVII secolo ebbero il proprio Reggimento di Corazzieri “Lantiery” distintosi contro i turchi sotto Eugenio di Savoia e tra i cui capi viene ricordato il Generale Federico Lantieri.

Di loro restano importanti tracce a Vipacco, come il casino di caccia «Belvedere Lantieri» di Zemono, edificato nel 1683 e interamente affrescato da maestranze venete con paesaggi e stemmi legati alla storia della famiglia. Sempre a Vipacco, Lorenzo Lanthieri acquistò nel 1565 il castello di Tabor, del XIV secolo, già appartenuto ai patriarchi di Aquileia. A Gorizia invece troviamo il palazzo Lantieri, chiamato villa Schoenhaus quando ancora era proprietà dei Conti di Gorizia e Tirolo, prima di passare ad Antonio Lantieri di Paratico, primo dei Lantieri di Gorizia.

Tra i personaggi più noti della casata ricordiamo:

  • Vintero marchese d'Istria che sconfisse il Doge Candiani nel 935, come ricorda Francesco Sansovino.
  • Lantero, duca del Friuli, trasferitosi a Paratico vi edifica il castello nel 1007
  • Lantero, nominato Conte della Romagna dall'Imperatore Enrico VI, figlio di Federico Barbarossa (1193)
  • Giacomo Lantieri (o Lanteri) de' Paratico, di Brescia (1557), autore di “Due dialoghi del modo di disegnare le piante delle fortezze, secondo Euclide”
  • Giuliano, musico, liutista e cantante a Venezia (1600)
  • Aloisia Lanthieri, nominata anche dal Goethe
  • Federico che, come già ricordato, ottenne la nomina a generale sotto Eugenio di Savoia dopo la battaglia di Petervaradino (1716): risiedette a Rifembergo

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Storia di famiglia Portale Storia di famiglia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Storia di famiglia