Lampocteis cruentiventer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lampocteis cruentiventer
Immagine di Lampocteis cruentiventer mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Radiata
Phylum Ctenophora
Classe Tentaculata
Ordine Lobata
Famiglia Lampoctenidae Harbison, Matsumoto & Robison, 2001
Genere Lampocteis Harbison, Matsumoto & Robison, 2001
Specie Lampocteis cruentiventer
Nomenclatura binomiale
Harbison, Matsumoto & Robison
Lampocteis cruentiventer, 2001

Lampocteis cruentiventer Harbison, Matsumoto & Robison, 2001 è l'unica specie di ctenofori della famiglia monogenerica Lampoctenidae. La L. cruentiventer è anche chiamata "bloodybelly comb jelly" (ctenoforo dal ventre insanguinato).

Il primo ritrovamento (e conseguente identificazione) di questi ctenofori, è avvenuto nel 1979, nelle acque dell'Oceano Pacifico al largo di San Diego, in California. Sono stati descritto dalla scienza nel 2001 da Harbison, Matsumoto e Robison[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La L. cruentiventer ha un corpo di colore rosso, di diverse gradazioni, ma sempre con uno stomaco di colore rosso-sangue[2], caratteristica alla quale deve il suo nome. Si pensa che questo colore diffuso serva a mascherare la bioluminescenza della L. cruentiventer a potenziali predatori[2], anche se alle profondità dove questa specie vive, i colori non sono più visibili. Le L. cruentiventer vivono infatti nella zona mesopelagica[3], fra i 300m ed i 1000m sotto il livello del mare.

Gli esemplari esaminati misuravano fra 1,5 cm e 16 cm di lungo, per 1,2 cm fino a 10 cm di largo[1]. Il corpo è formato da due lobi molto evidenti, percorsi da fila di ciglia iridescenti. Le ciglia sono in continuo movimento, muovendo una corrente d'acqua che trasporta gli alimenti fino alla bocca[4]. Le L. cruentiventer si nutrono essenzialmente di zooplancton, come gli altri ctenofori.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Harbison et al
  2. ^ a b (EN) Bloodybelly comb jelly, Deep Sea, Invertebrates, Lampocteis cruentiventer, su www.montereybayaquarium.org, Monterey Bay Aquarium. URL consultato il 28 maggio 2015.
  3. ^ (JA) Fujikura K., Okutani, T., Maruyama T., Deep-sea life-Biological observations using research submersibles, 2ª edizione, Kanagawa, Giappone, Tokai University Press, 2012.
  4. ^ (EN) Ruppert E.E, Fox R.S. e Barnes R.D., Invertebrate Zoology, 7ª ed., Brooks / Cole, 2004, ISBN 0-03-025982-7.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]