Lampo (meteorologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lampo tra le nuvole

Un lampo è un improvviso bagliore che si verifica nell'atmosfera.

Lampo temporalesco[modifica | modifica wikitesto]

Un lampo che si può notare nel corso di un temporale è composto da molti eventi luminosi distinti, dovuti a una serie di progressi elettrici con i quali viene trasferita la carica elettrica tra i centri dotati di carica opposta all'interno di una nube, tra una nube e il suolo, tra due nubi differenti o tra una nube e l'aria.

Nei processi che portano alla formazione di un cumulonembo avviene che: le cariche elettriche, probabilmente a causa di venti ascendenti, si separano, nella parte alta del cumulonembo si avrà una maggiore presenza di cariche positive mentre in quella inferiore di cariche negative. La differenza di potenziale elettrico quindi non si riscontrerà esclusivamente tra la parte bassa della nube e il suolo, ma anche tra parte alta e bassa della stessa nube o fra due o più nubi, infatti, se pur di minore spettacolo, sono più frequenti fulmini che si scaricano internamente alla nube stessa. Il brusco riscaldamento prodotto dalla scarica di un fulmine produce la rapida espansione dell'area circostante e la conseguenza è il forte rumore prodotto dall'onda d'urto (tuono). Il lampo e il tuono si verificano simultaneamente solo che il primo viaggia alla velocità della luce ( 299 792,458 km/s ) mentre il secondo a quella del suono (331,5 m/s a 0 °C), questa differenza fa sì che si possa misurare approssimativamente la distanza del punto in cui è avvenuta la scarica, calcolando l'intervallo trascorso dal momento in cui si è visto il lampo a quello in cui si è udito il tuono. Un intervallo di circa 3s indica che il fulmine si trovava a una distanza di 1 km mentre se si vede il lampo ma non si ode il tuono si potrà presumere che quest'ultimo è avvenuto a una distanza di all'incirca 20 km.

Sono stati osservati anche lampi all'interno di nubi temporalesche (cumulonembi) senza essere seguiti da tuono: in questo caso si parla di lampi superficiali.[senza fonte]

Lampo di calore[modifica | modifica wikitesto]

In casi particolari, si osservano effetti luminosi senza presenza di temporale. Sebbene la credenza popolare li identifichi come dovuti al calore, è praticamente certo che si tratti dell'effetto di un temporale lontano.[1]

Lampo sismico[modifica | modifica wikitesto]

Una simile luce abbagliante è stata osservata durante i terremoti, in questo caso emessa dal suolo che con l'aria sprigiona un suono fortissimo .[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ la leggenda dei "lampi di calore"!, meteolive.leonardo.it. URL consultato il 4 ottobre 2010.
  2. ^ Giacomo Devoto, Gian Carlo Oli, Dizionario della lingua italiana, Firenze, Le Monnier, 1971, p. 1244.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • La nuova enciclopedia delle scienze, Milano, Garzanti, 1988, p.827.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

(EN) AMS Glossary - Lightning flash, amsglossary.allenpress.com. URL consultato il 4 ottobre 2010.

Meteorologia Portale Meteorologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di meteorologia