Lamborghini Islero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lamborghini Islero
1969 Lamborghini Islero S - fvr.jpg
Descrizione generale
Costruttore Italia  Lamborghini
Tipo principale Coupé
Produzione dal 1968 al 1969
Sostituisce la Lamborghini 350/400 GT
Sostituita da Lamborghini Jarama
Esemplari prodotti 225[senza fonte]
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 4525 mm
Larghezza 1730 mm
Altezza 1300 mm
Passo 2650 mm
Massa 1315 kg
Altro
Assemblaggio Sant'Agata Bolognese
Stile Federico Formenti
Carrozzeria Marazzi
Auto simili Aston Martin DBS
Maserati Indy
Lamborghini Islero - Flick - Concorso Italiano 2004.jpg

La Lamborghini Islero è un'autovettura prodotta dalla casa automobilistica italiana Lamborghini tra il 1968 ed il 1969.

Nome[modifica | modifica wikitesto]

Prende il nome dall'omonimo toro la cui cornata contribuì alla morte del celeberrimo torero spagnolo Manolete.

Profilo e contesto[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio del 1968, quando la produzione della 400 GT era agli sgoccioli, la casa di Sant'Agata Bolognese iniziò a pensare ad un'erede.

L'arrivo dell'estrema Miura consentiva di concepire una vettura 2+2 che puntasse più sull'eleganza che sulla sportività assoluta.

La chiusura della Carrozzeria Touring, partner che avrebbe assicurato una realizzazione elegante e raffinata, costrinse Ferruccio Lamborghini a rivolgersi alla Carrozzeria Marazzi, ov'erano confluite le maestranze della Touring, compreso il noto designer Federico Formenti.

Islero GT[modifica | modifica wikitesto]

Una Lamborghini Islero con i fari a scomparsa aperti

Presentata al salone dell'automobile di Ginevra del 1968, la Islero GT era un classica coupé 2+2 a tre volumi dalle linee tese e pulite, basata sulla meccanica della 400 GT, senza che fossero apportate rilevanti modifiche.

La sua estrema semplicità stilistica e la contemporanea presenza nello stand Lamborghini della ben più personale Espada, contribuirono a far passare quasi inosservata la Islero, che non suscitò difatti molti entusiasmi.

La nuova coupé del toro era tuttavia confortevole, silenziosa e brillante (grazie ai 320 CV erogati dal V12 di 4 litri), tanto che Ferruccio Lamborghini la scelse come sua auto personale. Essa era molto ben rifinita, con sedili, parte interna delle portiere e plancia interamente rivestiti in pelle, radio con fonocassetta, vetri elettrici ed aria condizionata.

Islero GTS[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1969 venne lanciata la Islero GTS con motore potenziato a 350cv e alcune modifiche estetiche (parafanghi più larghi, presa d'aria laterale, cerchi in lega leggera) e agli interni (plancia rivista, nuovi interruttori). La Islero uscì di produzione alla fine di quell'anno.

In totale sono stati prodotti 225 esemplari (125 dei quali della prima serie GT).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili