Lamberto Zannier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lamberto Zannier

Lamberto Zannier (Fagagna, 15 giugno 1954) è un diplomatico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureatosi in legge all'Università di Trieste, che nel 2016 gli ha anche conferito una Laurea ad Honorem in Scienze Internazionali e Diplomatiche[1], è stato nominato nel luglio 2018[2] Alto Commissario OSCE sulle Minoranze Nazionali, con sede all'Aia. In precedenza, aveva svolto svolto l'incarico di Segretario Generale dell'OSCE (l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa) per due mandati triennali, dal luglio 2011 a giugno 2017 [3][4]. Da giugno 2008 a luglio 2011 e' stato il Rappresentante del Segretario Generale delle Nazioni Unite in Kosovo in qualità di capo dell'UNMIK (Nations Interim Administration Mission in Kosovo), con rango di Sotto-Segretario Generale (USG) dell'ONU, con nomina del Segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-moon nel giugno 2008[5].

Zannier ha operato per quasi 40 anni come rappresentante dell'Italia in diverse attività diplomatiche. Prima del suo incarico come Rappresentante Speciale per il Kosovo, aveva svolto un ruolo importante presso il Ministero degli Esteri Italiano come Coordinatore per la politica estera, di sicurezza e difesa dell'Unione Europea (PESC/PESD). Tra il 2002 e il 2006 è stato Direttore del Centro di Prevenzione Conflitti dell'OSCE a Vienna. In questo ruolo ha diretto più di 20 operazioni civili nei balcani e nello spazio ex-sovietico. Tra il 2000 e il 2002 è stato Rappresentante italiano nel Consiglio Esecutivo dell'Organizzazione per la Proibizione delle Armi Chimiche alL'Aia. Dal 1997 al 1999 ha presieduto i negoziati per l'adattamento del Trattato sulle Forze Armate Convenzionali in Europa. Dal 1991 al 1997 è stato Capo del Dipartimento Disarmo, Controllo degli Armamenti e Cooperazione in materia di Sicurezza presso il Segretariato della NATO a Bruxelles. In precedenza, successivamente al suo ingresso in Carriera Diplomatica nel maggio 1978, aveva prestato servizio in varie sedi Diplomatiche (Abu Dhabi, Vienna) e al Ministero degli Esteri a Roma.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN26853819 · ISNI (EN0000 0000 7733 1263 · LCCN (ENno2007119470 · BNF (FRcb16191696s (data)