Lago Regillo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Incisione del Lago Regillo

Il lago Regillo (in latino: Regillus) era un lago di origine vulcanica sito nell'agro tuscolano, prosciugato nel XVII secolo. L'etimologia della parola "Regillo" sembra collegarsi alla presenza di un adiacente tempio di Giunone Regina[1].

La precisa localizzazione del lago è ancora incerta, secondo una ipotesi esso si trovava nella piana fra Monte Porzio Catone e Finocchio (via Prataporci), a pochi chilometri dalla città di Roma. Secondo un'altra ipotesi era situato tra la via Prenestina e la via Casilina, nel territorio di Monte Compatri[2].

Il lago deve la sua notorietà alla battaglia del lago Regillo, avvenuta verso il 496 a.C., tra Repubblica romana e Lega Latina che sosteneva il deposto re Tarquinio il Superbo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pietro Frangini, La "questione" del lago Regillo.
  2. ^ Treccani, Regillo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pietro Frangini, La "questione" del lago Regillo, 2ª ed., Monte Compatri, Edizioni Controluce, 2013, ISBN 978-88-95736-24-2.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Regillo, su Enciclopedie on line - Treccani.it.