Labeati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

I Labeati o Laveati[1] erano una popolazione illirica stanziata nei pressi del Lago di Scutari (oggi Albania settentrionale e Montenegro meridionale). La loro città principale era Scutari, passato in seguito al dominio degli Ardiei. I loro discendenti sono probabilmente clan albanesi che popolano la regione di Malsia e Madhe e Mirdita.

Di essi parlano Livio e Plinio.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Francesco Maria Appendini, Notizie istorico-critiche sulle antichita storia e letteratura de' Ragusei, Volumi 1-2, Ed. A. Martecchini, 1802, p.73.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • G. De Sanctis, Storia dei Romani, III, i, Torino, 1916, p. 322, n. 145; IV, i, ivi 1923, pp. 316, 341.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Alberto Gitti, Labeati su Enciclopedia Italiana (1933)
Antropologia Portale Antropologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antropologia