La Zanzara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da La zanzara)
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi La zanzara (disambigua).
La Zanzara
File Giuseppe Cruciani e David Parenzo.jpg
Giuseppe Cruciani e David Parenzo
Titolo originaleLa Zanzara
PaeseItalia
Anno2006 - in corso
Generecommedia, talk show, rotocalco, satirico
Durata150 min
Lingua originaleitaliano
Crediti
ConduttoreGiuseppe Cruciani, David Parenzo[1]
RegiaAndrea Roccabella, Roberta Frisani
Casa di produzioneGruppo 24 ore
Rete televisivaTGcom24 (2012)
Emittente radiofonicaRadio 24

La Zanzara è un programma radiofonico trasmesso da Radio 24 e condotto dal giornalista Giuseppe Cruciani con la collaborazione del collega David Parenzo. Per tre stagioni consecutive, tra il settembre 2018 e il novembre 2021 è stato presente come terza voce il conduttore radiofonico Alberto Gottardo.[2]

La trasmissione, in onda in diretta dagli studi di Radio 24 in viale Sarca 223 (nella sede storica di via Monte Rosa 91 fino al 25 marzo 2021) a Milano dal lunedì al venerdì dalle 18.30 alle 20.50 e in replica dopo le 24, propone interviste con numerosi ospiti e commenta fatti di attualità con protagonisti della vita politica, sociale e culturale italiana e con l'intervento telefonico dei radioascoltatori, alcuni di questi diventati ospiti fissi del programma. Il format è inoltre caratterizzato dalla discussione di diversi argomenti provocatori (in particolare in ambito erotico) e dall'ampio uso di linguaggio colorito, spesso fra gli stessi ascoltatori che chiamano in diretta e i giornalisti.

Nel corso del programma vengono trasmessi gli inserti di rete che aggiornano sul traffico e quelli riguardo alle contrattazioni in borsa, nonché un'edizione del giornale radio alle 19.

Il titolo della trasmissione è ispirato al nome del celebre giornale studentesco La zanzara del liceo Parini di Milano e a un pezzo musicale classico chiamato Il volo del calabrone, usato come da pre-sigla dello show.

A partire dalla puntata del 20 gennaio 2013, nella sigla d'apertura della trasmissione è riprodotto il ritornello della canzone Tutto il resto è noia di Franco Califano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Giancarlo Santalmassi, insediatosi come direttore di Radio 24 nell'ottobre 2005, chiese a Giuseppe Cruciani di inventarsi un nuovo programma[3]. Santalmassi aveva in mente il modello delle sue invenzioni radiofoniche come Zapping o Helzapoppin', ma diede comunque libertà assoluta a Cruciani, il quale scelse il nome del programma ispirandosi al pezzo di musica Il volo del calabrone e al titolo dell'omonimo giornale studentesco del Liceo Parini di Milano, il quale nel 1966, anno di nascita dello stesso Cruciani, fu protagonista di un processo per stampa oscena e corruzione di minorenni, per un'inchiesta sulla sessualità nella quale erano state intervistate delle studentesse minorenni.

La trasmissione esordì il 9 gennaio 2006, in piena campagna elettorale per le elezioni politiche in Italia del 2006.

Nel 2008 durante il Premio Casinò di Saint-Vincent per la Radio Kay Rush ha premiato il programma con Grolla d'oro come "migliore trasmissione della sera"[4]. La trasmissione è stata condotta in passato anche da Corrado Formigli (estate 2006-2008), Luca Telese (2008-2010), Alessandro Milan e da Alessio Maurizi (estate 2011). A partire da settembre 2018 partecipa alla conduzione come terza voce anche il giornalista e conduttore radiofonico padovano Alberto Gottardo, per poi lasciare nel novembre 2021.

Dal 20 febbraio al 3 agosto 2012 La Zanzara è stato trasmesso anche in diretta televisiva sul canale TGcom24 in contemporanea con Radio 24, dal lunedì al venerdì. La diretta veniva trasmessa in due blocchi: il primo dalle 19:15 alle 20:00, a cui seguivano le breaking news di TGcom24 e gli aggiornamenti dell'ultima ora, il secondo dalle 20:45 fino al termine del programma alle 21:00[5][6]. Grazie a una webcam presente in studio, la trasmissione radiofonica è comunque visibile in diretta sul sito ufficiale di Radio 24.

La Zanzara in diretta dal Festival del giornalismo di Perugia

Nella trasmissione del 4 marzo 2013 intervistarono telefonicamente l'allora "Saggio", nominato da Napolitano, Valerio Onida, che ammise, a quella che lui credeva Margherita Hack, che i Saggi fossero solo un modo per guadagnare tempo e che fossero di fatto "inutili"[7]. L'intervista scosse molto l'opinione pubblica di allora, questo però ebbe l'effetto di far condannare La Zanzara e farle porre il divieto, da parte dell'editore, di fare scherzi che potessero trasformarsi in notizie di rilevanza politica[8].

Nel luglio 2019 Cruciani prospetta la possibilità che la stagione successiva possa essere l'ultima del format radiofonico,[9] eventualità poi smentita il 7 settembre 2020 con il ritorno della trasmissione nei palinsesti di Radio 24[10].

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dal 2010 affiancato da David Parenzo
  2. ^ https://www.tvblog.it/post/1725272/giuseppe-cruciani-la-zanzara-intervista, tvblog.it
  3. ^ L'origine del programma è raccontata in Cattivissimi Noi, di Giuseppe Cruciani, David Parenzo, Emiliano Errico, Imprimatur srl, 2013.
  4. ^ La miglior "zanzara" della sera è con Giuseppe Cruciani Archiviato il 2 febbraio 2010 in Internet Archive., radiogrolle.com
  5. ^ "La Zanzara" in diretta tv su Tgcom24 Archiviato il 19 febbraio 2012 in Internet Archive., TgCom24.it
  6. ^ su TgCom 24 esordisce "La Zanzara" di Radio24, Mediaset.it
  7. ^ Giuseppe Cruciani, Valerio Onida: "Saggi inutili, servono a coprire stallo" Scherzo telefonico alla Zanzara - AUDIO ORIGINALE, su Radio 24, 4 aprile 2013. URL consultato il 3 maggio 2019 (archiviato il 13 settembre 2016).
  8. ^ Il giudice stoppa 'La Zanzara': basta interviste rubate dall'imitatore, in Globalist. URL consultato il 12 ottobre 2017.
  9. ^ Giuseppe Cruciani: "Basta con la Zanzara, la prossima sarà l'ultima stagione", su repubblica.it, la Repubblica, 23 luglio 2019. URL consultato il 26 giugno 2020.
  10. ^ Massimo Falcioni, Giuseppe Cruciani: "Riparte La Zanzara, ma il futuro è il podcast. La tv usa i nostri personaggi, senza però la nostra ironia", su TvBlog, 6 settembre 2020. URL consultato il 9 ottobre 2020.
  11. ^ Trieste. Elenco completo vincitori Cuffie d'Oro 2011 | IL GIORNALE DEL FRIULI Archiviato il 4 agosto 2012 in Archive.is.
  12. ^ Premio satira politica a "I soliti idioti" e "la Zanzara" di Cruciani. Ecco tutti i vincitori dell'edizione 2012, su loschermo.it. URL consultato il 17 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 17 marzo 2016).
  13. ^ Gran finale con le Cuffie d'oro, la radio diventa protagonista - Cronaca - Il Piccolo, su ilpiccolo.gelocal.it. URL consultato il 14 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il 15 ottobre 2012).
  14. ^ Edizione 2013 Archivi - Il Premiolino, su Il Premiolino. URL consultato il 18 novembre 2018 (archiviato dall'url originale il 19 novembre 2018).
  15. ^ Ambrogini, ecco i premiati per il 2013 - Medaglia d'oro alla memoria per Aldo Coppola, su milano.corriere.it, corriere.it, 22 novembre 2013. URL consultato l'11 maggio 2015.
  16. ^ Premio Cuffie d'Oro 2014, su cuffiedoro.it (archiviato dall'url originale il 5 marzo 2015).
  17. ^ Premio Cuffie d'Oro 2015, su cuffiedoro.it.
  18. ^ Vincitori 2016 - Cuffie d'Oro, in Cuffie d'Oro. URL consultato il 4 dicembre 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]