La verità negata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La verità negata
Denial.PNG
Rachel Weisz è Deborah Lipstadt
Titolo originaleDenial
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneRegno Unito, Stati Uniti d'America
Anno2016
Durata110 min
Generedrammatico, biografico
RegiaMick Jackson
SoggettoDeborah Lipstadt
SceneggiaturaDavid Hare
ProduttoreGary Foster, Russ Krasnoff
Produttore esecutivoPaul Webster, Guy Heeley, Jeff Skoll, Jonathan King, Christine Langan
Casa di produzioneKrasnoff/Foster Entertainment, Shoebox Films, Participant Media, BBC Films
Distribuzione in italianoCinema
FotografiaHaris Zambarloukos
MontaggioJustine Wright
MusicheHoward Shore
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La verità negata (Denial) è un film del 2016 diretto da Mick Jackson tratto dal libro La verità negata. La mia battaglia in tribunale contro chi ha negato l'Olocausto di Deborah Lipstadt,[1] con protagonista Rachel Weisz.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film, ambientato tra il 1996 e l'inizio del 2000, racconta la battaglia legale in cui Deborah Lipstadt ha dovuto difendersi dal negazionista dell'Olocausto David Irving, quando questi ha accusato lei e la casa editrice Penguin Books di diffamazione. Così la Lipstadt fu costretta a dimostrare in tribunale che l'Olocausto è realmente avvenuto e che Irving aveva falsificato dei dati per distorcere la verità.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Nell'aprile 2015 era stata proposta Hilary Swank per il ruolo di Deborah Lipstadt, mentre la regia era stata commissionata a Mick Jackson.[2] Nel novembre 2015 è stato annunciato che Rachel Weisz avrebbe preso il posto della Swank,[3] mentre il ruolo di Irving è stato affidato a Timothy Spall. Le riprese sono iniziate nel gennaio 2016, e si sono concluse il 15 febbraio dello stesso anno.[4][5]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer è stato reso disponibile il 15 giugno 2016.[6] Il film è stato distribuito nelle sale statunitensi il 30 settembre 2016[7], mentre in quelle italiane è uscito il 17 novembre dello stesso anno.[8]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha ricevuto un'accoglienza positiva dalla critica. Sul sito Rotten Tomatoes la percentuale di gradimento è pari al 83%, basata su 166 recensioni con un punteggio medio totale pari a 73 su 100.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Deborah Lipstadt, La verità negata. La mia battaglia in tribunale contro chi ha negato l'Olocausto, Segrate, Mondadori, 2016, ISBN 978-88-0467-365-1.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]