La vergine degli angeli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'episodio cinematografico diretto da Charles Sturridge, vedi Aria (film).

1leftarrow.pngVoce principale: La forza del destino.

La vergine degli angeli è l'inno religioso in sol maggiore che chiude il finale dell'atto II de La forza del destino di Giuseppe Verdi, ambientato nella chiesa della Madonna degli Angeli presso Hornachuelos.

È intonato prima da un coro maschile, irrobustito dalle voci soliste del Padre Guardiano e di Melitone e accompagnato dai violoncelli, e poi da Leonora (soprano), accompagnata dall'arpa.

L'inno viene eseguito anche in forma di concerto, talvolta con l'intero finale II.

La prima soprano a cantarla è stata Caroline Barbot. Altri grandi soprani a cantarla sono stati Teresa Stolz, Rosa Ponselle, Elisabeth Rethberg, Zinka Milanov, Stella Roman, Renata Tebaldi, Mary Curtis Verna, Leonie Rysanek, Eileen Farrell, Gabriella Tucci, Leontyne Price, Lucine Amara, Martina Arroyo e Leona Mitchell.

Trascrizioni e parafrasi[modifica | modifica sorgente]

Nel cinema[modifica | modifica sorgente]

  • È la colonna sonora del secondo episodio del film Aria, intitolato La virgine degli angeli e diretto da Charles Sturridge.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Il Maestro Giuseppe Verdi si recava spesso a pregare presso un altare minore della Basilica di Cortemaggiore, paese a pochi chilometri dal quale nacque la madre di Verdi Luigia Uttini, su cui campeggia un enorme dipinto intitolato "La resurrezione di Maria", di Francesco Scaramuzza (Parma 1805 - 1886), in cui appare una Vergine portate in cielo da una folta schiera di angeli. Tradizione vuole che sia stato proprio questa magnifica tela ad ispirare al compositore quest'aria.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Catalogo tematico delle musiche di Amilcare Ponchielli, a cura di Licia Sirch, Fondazione Monteverdi, Cremona 1989, p. 611.
musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica classica