La torcia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La torcia
Titolo originale The Firebrand
Autore Marion Zimmer Bradley
1ª ed. originale 1987
Genere romanzo
Sottogenere Fantasy storico
Lingua originale inglese

La torcia è un romanzo storico fantasy (in realtà la materia trattata non è la storia ma la leggenda) di Marion Zimmer Bradley.

La storia[modifica | modifica wikitesto]

Ecuba, madre di Ettore e Paride, poco prima della nascita di quest'ultimo aveva sognato di partorire una torcia che avrebbe dato fuoco alla città di Troia.
Da questo antefatto il romanzo muove per narrare la storia che conosciamo attraverso le pagine dell'Iliade e di altri testi della letteratura greca, ovvero della guerra che per dieci anni vide contrapposti greci e troiani; lo fa, come spesso accade nei romanzi di MZB (come affettuosamente viene chiamata dai suoi fan), dal punto di vista di un'eroina femminile, Cassandra, condannata a fare predizioni esatte ma a non essere mai creduta: avendo rifiutato l'amore di Apollo tale era stata la vendetta del dio.

Pur prevedendo gli sviluppi della guerra, e il suo volgersi in rovina per Troia, non può fare nulla per evitarla, e il lettore è l'unico suo testimone mentre guarda, sconsolata e sconfitta, la distruzione della rocca di suo padre Priamo.

I giudizi della critica[modifica | modifica wikitesto]

  • “Una delle sue opere migliori. Marion Zimmer Bradley ha riportato la Grecia classica in vita.” Jean M. Auel

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]