La terra di Dio - God's Own Country

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La terra di Dio - God's Own Country
God's Own Country 2017.jpg
I due protagonisti in una scena del film
Titolo originaleGod's Own Country
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneRegno Unito
Anno2017
Durata104 min
Generedrammatico, sentimentale
RegiaFrancis Lee
SceneggiaturaFrancis Lee
ProduttoreManon Ardisson, Jack Tarling
Produttore esecutivoDiarmid Scrimshaw, Anna Duffield, Mary Burke, Celine Haddad, Paul Webster, Cavan Ash
Casa di produzioneInflammable Films, Magic Bear Productions, Shudder Films
Distribuzione in italianoFil Rouge Media
FotografiaJoshua James Richards
MontaggioChris Wyatt
MusicheA Winged Victory For The Sullen
ScenografiaStephane Collonge
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La terra di Dio - God's Own Country (God's Own Country) è un film del 2017 scritto e diretto da Francis Lee.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Johnny Saxby è un venticinquenne che vive nello Yorkshire e lavora come allevatore di pecore. Ha sacrificato gli studi e un lavoro sicuro in città per gestire la fattoria di famiglia dopo che suo padre Martin è rimasto invalido. Johnny conduce una vita dura e piena di sacrifici, sfogandosi solamente con birre e sesso occasionale. Con l'avvicinarsi della stagione dell'agnellatura, il padre decide di assumere Georghe, un immigrato romeno, per aiutare il figlio già provato dal duro lavoro. Inizialmente Johnny si dimostra restio nei confronti di Georghe, ma ben presto il nuovo arrivato si dimostra un valido aiuto e tra i due nasce un forte legame, sessuale e sentimentale. Un sentimento che segna una svolta nella vita di Johnny.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è in parte basato sulla vita personale del regista Francis Lee, che ha dovuto decidere se rimanere a lavorare nella fattoria della sua famiglia o andare alla scuola di cinema.[1]

La produzione è stata finanziata con il programma iFeature del British Film Council con finanziamenti aggiuntivi garantiti da Creative England.[2] Il film è stato girato nello Yorkshire, in particolare nell'area tra Laycock e Keighley, nel West Yorkshire.[3] Alcune scene sono state girate nella fattoria della famiglia Lee, con Haworth e Otley che fanno da sfondo.[4]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in anteprima il 23 gennaio al Sundance Film Festival 2017 nella sezione "World Cinema Dramatic".[5] Successivamente è stato presentato nella sezione "Panorama" alla 67ª edizione del Festival internazionale del cinema di Berlino.[6]

Il film in Italia è stato distribuito il 24 maggio 2018 da Fil Rouge Media.[7]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2017 - British Independent Film Awards[9]
    • Miglior film indipendente britannico
    • Miglior attore a Josh O'Connor
    • Miglior sceneggiatura di debutto a Francis Lee
    • Candidatura per il Miglior regista a Francis Lee
    • Candidatura per il Miglior attore a Alec Secareanu
    • Candidatura per il Miglior attore non protagonista a Ian Hart
    • Candidatura per il Premio Douglas Hickox a Francis Lee
    • Candidatura per la Miglior sceneggiatura a Francis Lee
    • Candidatura per il Miglior produttore esordiente a Jack Tarling e Manon Ardisson
    • Candidatura per il Miglior casting a Shaheen Baig e Layla Merrick-Wolf
  • 2018 - London Critics Circle Film Awards[10]
    • Regista rivelazione britannico/irlandese a Francis Lee
    • Candidatura per il film dell'anno
    • Candidatura per il film britannico/irlandese dell'anno
    • Candidatura per l'attore britannico/irlandese dell'anno a Josh O'Connor
    • Candidatura per il contributo tecnico dell'anno a Joshua James Richards (fotografia)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 'God's Own Country' cast revealed as shoot begins, screendaily.com. URL consultato il 1º luglio 2017.
  2. ^ (EN) God's Own Country, film.britishcouncil.org. URL consultato il 1º luglio 2017.
  3. ^ (EN) Planned feature film could receive key funding support, thetelegraphandargus.co.uk. URL consultato il 1º luglio 2017.
  4. ^ (EN) New movie God's Own Country filmed at Keighley bus station, keighleynews.co.uk. URL consultato il 1º luglio 2017.
  5. ^ (EN) God's Own Country, sundance.org. URL consultato il 23 gennaio 2017.
  6. ^ BERLINO 2017: CHIAMAMI COL TUO NOME DI LUCA GUADAGNINO IN PANORAMA, movieplayer.it. URL consultato il 25 gennaio 2017.
  7. ^ Fil Rouge Media, su www.facebook.com. URL consultato il 15 aprile 2018.
  8. ^ Paolo Armelli, Bafta 2018, le nomination dei premi inglesi del cinema, in Wired, 9 gennaio 2018. URL consultato il 9 gennaio 2018.
  9. ^ (EN) British Independent Film Awards: ‘God’s Own Country’ Takes Top Honor – Full List, deadline.com. URL consultato l'11 dicembre 2017.
  10. ^ (EN) Alex Ritman, 'Three Billboards' Tops London Critics' Circle Film Award Nominations, in The Hollywood Reporter, 19 dicembre 2017. URL consultato il 29 dicembre 2017.
  11. ^ (EN) 'Dunkirk,' 'The Shape of Water' Lead Satellite Award Nominations, in TheWrap. URL consultato il 10 dicembre 2017.
  12. ^ (EN) 'Call Me by Your Name' Leads Dorian Award Nominations, hollywoodreporter.com. URL consultato l'11 gennaio 2018.
  13. ^ (EN) Kirsten Chuba, GLAAD Media Awards Nominees: Full List, variety.com. URL consultato il 20 gennaio 2018.
  14. ^ (EN) Star Wars The Last Jedi and Thor Ragnarok Lead Empire Awards 2018 Nominations, empireonline.com. URL consultato il 30 gennaio 2018.
  15. ^ (EN) Laura Fox, The Last Jedi leads the winners at The Empire Awards 2018, in Mail Online, 19 marzo 2018. URL consultato il 19 marzo 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]