La storia di Ruth, donna americana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La storia di Ruth, donna americana
Titolo originale Citizen Ruth
Paese di produzione USA
Anno 1996
Durata 106 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Alexander Payne
Sceneggiatura Alexander Payne e Jim Taylor
Fotografia James Glennon
Montaggio Kevin Tent
Musiche Rolfe Kent
Scenografia Jane Ann Stewart e Lisa Denker
Interpreti e personaggi

La storia di Ruth, donna americana (Citizen Ruth) è un film del 1996 diretto da Alexander Payne.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ruth Stoops trentenne senza fissa dimora, passa le giornate inalando solventi e vernici. In arresto e incinta per la quinta volta, dopo altre quattro gravidanze interrotte, le viene imposto l'aborto dal giudice che la dichiara incapace del ruolo genitoriale. Interviene Gail Stoney, moglie del presidente di un comitato anti-abortista, che la sostiene dopo averla fatta però entrare nella loro associazione. Intervengono successivamente anche i sostenitori del libero arbitrio e così Ruth si trova inconsapevolmente al centro di un acceso dibattito. Gli anti-abortisti le offrono 15.000 dollari per, a loro dire, sostenerla e far sì che il bambino cresca in un ambiente salubre. La stessa cifra le viene offerta anche dalla fazione opposta, affinché la sua possa essere una scelta libera da pressioni esterne. La mattina dell'aborto chirurgico Ruth scopre di averne avuto uno spontaneo, ma nonostante ciò si reca ugualmente alla clinica per recuperare la sacca coi soldi che le erano stati promessi dai sostenitori della libera scelta, non menzionando a nessuno l'evento di quella mattina.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema