La storia del cammello che piange

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La storia del cammello che piange
Cammello bactrianus.jpg
I cammelli protagonisti
Titolo originale Die Geschichte vom weinenden Kamel
Lingua originale mongolo
Paese di produzione Germania, Mongolia
Anno 2004
Durata 87 min
Rapporto 1,85:1
Genere documentario
Regia Luigi Falorni, Byambasuren Davaa
Soggetto Luigi Falorni, Byambasuren Davaa, Batbayar Davgadorj
Produttore Tobias Siebert, Claudia Gladziejewski, Evi Stangassinger, Benigna von Keyserlingk
Produttore esecutivo Natalie Lambsdorff
Fotografia Luigi Falorni, Juliane Gregor
Montaggio Anja Pohl
Musiche Marcel Leniz, Marc Riedinger, Choigiw Sangidorj
Scenografia Mendbayar Pol
Costumi Unorjargal Amgaabazar
Interpreti e personaggi

La storia del cammello che piange (Die Geschichte vom weinenden Kamel, titolo internazionale The Story of the Weeping Camel) è un film del 2003 diretto da Luigi Falorni e Byambasuren Davaa. È stato presentato il 6 settembre 2003 al Toronto International Film Festival e poi distribuito in Germania dall'8 gennaio 2004.

In Italia il film è stato distribuito in cofanetto nel 2005 dalla Fandango abbinato al libro Mongolia errante di Michela Taddei Saltini.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Durante la primavera, una famiglia di pastori nomadi del Deserto dei Gobi aiuta i cammelli del proprio gregge a partorire. Dopo un travaglio lungo due giorni, una cammella dà alla luce il suo primo cucciolo, un raro cammello albino, che rifiuta di allattare. La famiglia di pastori cerca in vari modi di far accettare il piccolo alla madre, finché non riescono nel loro intento grazie a un violinista, Munkhbayar.

Premi e candidature[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema