La sorridente signora Beudet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La sorridente signora Beudet
Titolo originale La Souriante Madame Beudet
Lingua originale francese
Paese di produzione Francia
Anno 1922
Durata 54 min
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1.33 : 1
Genere drammatico
Regia Germaine Dulac
Soggetto dal lavoro teatrale di Denys Amiel e André Obey
Sceneggiatura Germaine Dulac e Andrè Obey
Produttore Charles Delac e Marcel Vandal
Casa di produzione Colisée Films
Fotografia Maurice Forster e Paul Parguel
Interpreti e personaggi

La sorridente signora Beudet (La Souriante Madame Beudet) è un film del 1922 diretto da Germaine Dulac, considerato il primo esempio di cinema femminista e sperimentale.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La signora Beudet è una casalinga imprigionata in un soffocante matrimonio borghese, che fantastica di una vita oltre la sua monotona esistenza, cosa che condivide con il marito Beudet. Quando la sua elaborazione visiva della sua potenziale liberazione attraverso la fantasia, l'unica cosa che fa nascere il sorriso sul suo volto, è disturbata dal marito, decide di ucciderlo. Il mancato omicidio è di nuovo frainteso, dato che il marito non si rende nemmeno conto di quello che sarebbe potuto accadere.

Il femminismo[modifica | modifica wikitesto]

Questo film è considerato il primissimo esempio di cinema femministico.

La Dulac si scaglia con l'alienazione femminile all'interno del patriarcato, ma decide di usare un mezzo cinematografico per dare agli spettatori una prospettiva femminile radicale e soggettiva.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Colisée Films.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu proiettato nel primo Festival del cinema delle donne nel 1972 a New York.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema