La settima onda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il film del 2015, vedi La settima onda (film).
La settima onda
ArtistaNomadi
Tipo albumStudio
Pubblicazione1994
Durata49:01
Dischi1
Tracce10
GenerePop rock
Pop
EtichettaCGD East West
ProduttoreBeppe Carletti e Dodo Veroli
RegistrazioneViadana (MN)
Nomadi - cronologia
Album precedente
(1993)
Album successivo
(1995)

La settima onda è il ventesimo album dei Nomadi, il primo pubblicato con i nuovi cantanti Danilo Sacco e Francesco Gualerzi, senza Augusto Daolio.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'album contiene la canzone In favelas dove duettano i Nomadi e il gruppo cileno degli Inti-Illimani.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. La settima onda – 4:25 (testo: Daniele Taurian – musica: Giuseppe Carletti e Odoardo Veroli)
  2. Guai se… – 6:18 (testo: Daniele Taurian – musica: Giuseppe Carletti e Odoardo Veroli)
  3. Donna – 4:11 (testo: Edi Toffoli – musica: Giuseppe Carletti, Odoardo Veroli ed Edi Toffoli)
  4. Ladro di sogni – 4:34 (testo: Daniele Taurian – musica: Giuseppe Carletti e Odoardo Veroli)
  5. Sassofrasso – 5:10 (testo: Romano Rossi – musica: Giuseppe Carletti, Odoardo Veroli e Romano Rossi)
  6. In favelas – 3:43 (testo: Marco Petrucci – musica: Giuseppe Carletti, Odoardo Veroli e Marco Petrucci)
  7. Vivo forte – 7:08 (testo: Daniele Taurian – musica: Giuseppe Carletti e Odoardo Veroli)
  8. Un ricordo – 5:03 (testo: Romano Rossi – musica: Giuseppe Carletti, Odoardo Veroli e Romano Rossi)
  9. Le poesie di Enrico – 4:21 (testo: Daniele Taurian – musica: Giuseppe Carletti e Odoardo Veroli)
  10. Il musicista – 4:08 (testo: Devis Longo – musica: Giuseppe Carletti, Odoardo Veroli e Devis Longo)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche settimanali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1994) Posizione
massima
Italia[1] 9

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Top 10 sales in Europe (PDF), su worldradiohistory.com, Music & Media (Pag. 19). URL consultato il 6 novembre 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock