La ragazza con la pistola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La ragazza con la pistola
La ragazza con la pistola - screenshot.png
Monica Vitti in una scena del film
Paese di produzione Italia, Gran Bretagna
Anno 1968
Durata 102 min
Genere commedia
Regia Mario Monicelli
Soggetto Rodolfo Sonego
Sceneggiatura Rodolfo Sonego, Luigi Magni
Produttore Gianni Hecht Lucari
Fotografia Carlo Di Palma
Montaggio Ruggero Mastroianni
Musiche Peppino De Luca
Scenografia Giorgio Desideri
Costumi Maurizio Chiari
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La ragazza con la pistola è un film del 1968, diretto da Mario Monicelli. Fra gli interpreti figurano Monica Vitti, Carlo Giuffré e Stefano Satta Flores.

Il film segnò definitiva consacrazione di Monica Vitti in ruoli di commedia: Monicelli, che ne aveva intuito le capacità comiche (come aveva già fatto 10 anni prima con Vittorio Gassman), la consacrò come attrice brillante e ironica, tanto da farla diventare una delle colonne della commedia all'italiana.[senza fonte]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Assunta Patanè, una giovane siciliana, viene rapita per errore da Vincenzo Macaluso. Lei, segretamente innamorata di lui, si lascia sedurre senza opporre resistenza. Il giorno dopo lei si risveglia sola perché l'uomo è fuggito nel Regno Unito per evitare le conseguenze del suo gesto. Assunta, costretta a difendere l'onore di persona perché senza padre né fratelli, parte per l'Oltremanica armata di pistola, decisa ad uccidere il seduttore. Giunta in Scozia trova il ristorante italiano dove egli lavora ma questi riesce a fuggire. Lavorando e un po' aiutata da amicizie occasionali, Assunta segue i movimenti di Vincenzo il quale riesce puntualmente a dileguarsi.

Un giorno Assunta lo riconosce nelle vesti di un portantino di un ospedale di Bath e lo segue fino al nosocomio ma lei sviene alla vista di una operazione. Soccorsa da un primario nasce tra i due un'amicizia. Questi prende a cuore il suo caso e poco a poco, riesce a mutarne la mentalità, a farla desistere dall'assassinare Vincenzo, il quale è addirittura riuscito a spacciarsi per morto, con tanto di finta tomba. Assunta comincia a studiare e a lavorare assumendo così quasi le vesti di una vera inglese. Colpito da questo cambiamento, Vincenzo vuole sposarla. Assunta finge di accettare e dopo una notte insieme lo abbandona a Brighton per raggiungere il primario nell'isola di Jersey.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Location[modifica | modifica wikitesto]

Monica Vitti riprodotta alla Lanterna Rossa di Ancona, location dell'ultima scena del film

La cittadina siciliana, scena iniziale del film, è nella realtà il paese pugliese di Polignano a Mare[1], dove ha avuto i natali Domenico Modugno. Alcune scene sono girate nella vicina Conversano.[2]

L'ambientazione britannica si svolge inizialmente in Scozia, ad Edimburgo (dove Assunta si renderà protagonista di imbarazzanti gaffes dovute ai particolari costumi locali) per poi spostarsi in Inghilterra, per la precisione a Londra, Sheffield e Bath, mentre la scena dell'ultimo incontro con Vincenzo è a Brighton. Nel film è possibile intravedere alcune famose architetture come la Stazione di Waverley ed il Balmoral Hotel di Edimburgo, il Royal Crescent di Bath ed il Padiglione Reale a Brighton progettato da John Nash.

Non è stato possibile filmare in Inghilterra l'epilogo della pellicola. Per altri suoi impegni di lavoro Carlo Giuffré dovette lasciare il set in anticipo, per cui la scena finale fu girata in Italia successivamente: il porto dove il siciliano insegue invano la nave in partenza è infatti quello di Ancona e anche l'ultima battuta del film dove Vincenzo Macaluso non cambia il suo giudizio su Assunta Patanè dovette essere doppiata e quindi quella che si sente non è la voce di Carlo Giuffré.[1].

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Il doppiaggio del film presenta la caratteristica che, nella parte iniziale, i personaggi britannici parlano in inglese con qualche parola di italiano, mentre nella seconda parte parlano doppiati in italiano.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Puntata de La valigia dei sogni del 14 settembre 2009.
  2. ^ Filmato AFC “Puglia, scenes to explore” montaggio: Massimo Modugno

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema