La pia danza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La pia danza
Titolo originaleDer fromme Tanz
AutoreKlaus Mann
1ª ed. originale1926
1ª ed. italiana1983
Genereromanzo
Lingua originale tedesco
AmbientazioneBerlino, Parigi, XX secolo

La pia danza (titolo originale Der fromme Tanz: Das Abenteuerbuch einer Jugend) è il primo dei sette romanzi scritti da Klaus Mann, figlio maggiore di Thomas Mann. Pubblicato nel 1926, è considerato uno dei primi libri di narrativa in lingua tedesca che descrivono una storia e dei personaggi esplicitamente omosessuali.

Scritto nel 1925, quando l'autore aveva 19 anni come il protagonista, presenta evidenti tratti autobiografici: la provenienza dalla classe medio-alta, l'essere un intellettuale omosessuale e le relazioni artistiche intraprese con varie personalità dell'epoca.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Ambientato tra Berlino e Parigi, il libro è la storia di Andreas, un ragazzo omosessuale proveniente da una famiglia borghese benestante. Appena compiuti 18 anni, si reca a Berlino per scoprire gli ambienti gay di una grande città. S'immerge immediatamente nell'esistenza bohème, viene iniziato all'amore gay, e tenta di elaborare letterariamente le speranze ed ambizioni della sua generazione.

In seguito, sognando una carriera di poeta, si trasferisce a Parigi, capitale artistica ed intellettuale d'Europa. Qui incontra, e poi convive, con Niels, un bellissimo quanto cinico prostituto del quale si innamora, venendone ingannato e abbandonato. Singolare mix di estasi mistiche e orge, rivela molto dello spirito irriducibilmente ribelle di Mann[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paola Sorge, «Klaus Mann e il semidio», La Repubblica, 28 dicembre 2005

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

  • La pia danza. Avventura di una giovinezza, traduzione di Fulvio Ferrari, Milano, Gammalibri, 1983.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]