La nemica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La nemica
Elisa Cegani e Frank Latimore nel film La nemica2.jpg
Elisa Cegani e Frank Latimore in una foto di scena del film
Paese di produzioneItalia
Anno1952
Durata90 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico, sentimentale
RegiaGiorgio Bianchi
SoggettoDario Niccodemi
SceneggiaturaGiorgio Bianchi, Ermanno Donati, Sergio Donati, Alberto Vecchietti, Fede Arnaud
ProduttoreLuigi Carpentieri, Ermanno Donati
Casa di produzioneAthena cinematografica
Distribuzione in italianoRank Film
FotografiaCarlo Montuori
MontaggioMario Serandrei
MusicheCarlo Rustichelli, dirette da Fernando Previtali
ScenografiaMario Chiari
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

La nemica è un film del 1952, diretto da Giorgio Bianchi, tratto dall'omonima opera teatrale di Dario Niccodemi.

La pellicola di genere drammatico-sentimentale fa parte del filone strappalacrime, molto in voga in Italia tra la metà degli anni quaranta e la metà degli anni cinquanta.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Roberto e Gastone sono cresciuti come fratelli, in realtà il primo è figlio illegittimo del duca che in punto di morte ha chiesto alla moglie Anna di accettare come figlio suo. Mentre tutti apprezzano il buon cuore e la generosità di Roberto, solo Anna si dimostra ostile nei suoi confronti, non accetta infatti l'idea che il titolo e i possedimenti passino al figlio illegittimo e non a suo figlio Gastone. La duchessa ha anche intenzione di fare sposare il figlio Gastone a Fiorenza, figlia di un diplomatico, ma la ragazza è interessata a Roberto, così come l'intrigante Marta, figlia del notaio di famiglia e quindi a conoscenza dei loro segreti. Anche Roberto è innamorato di Fiorenza e soffre per l'ostilità di Anna, Marta fa alcune allusioni circa la sua nascita e lui crede che sia figlio di Anna e di un suo amore illegittimo e affronta la donna dicendole di non amarla di meno pur se lei non è stata fedele al padre. A questo punto Anna svela tutta la verità a Roberto che, disperato, parte per la guerra, seguito dal fratello Gastone che però rimane ucciso. Ora Anna ha un unico figlio, l'illegittimo Roberto, che finalmente accoglie come proprio, e con cui condividerà lo struggente ricordo di Gastone.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Uscì nelle sale il 26 novembre del 1952.

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Incasso accertato a tutto il 31 marzo 1959: 563.279.031 lire dell'epoca.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema