La metempsicosi, o sia La pitagorica trasmigrazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La metempsicosi, o sia La pitagorica trasmigrazione
Commedia in tre atti
Goldoni - La metempsicosi.jpg
AutoreCarlo Goldoni
Generecommedia in versi
AmbientazioneReggia di Brama, dio degli Indiani
Composto nel1775
Personaggi
  • Pitagora, filosofo
  • Momo, dio dei motteggi
  • Un medico
  • Un adulatore
  • Un poeta
  • Una donna
  • Un fattore
 

La metempsicosi, o sia La pitagorica trasmigrazione è una breve opera teatrale (una farsa satirica[1]) in tre atti in versi martelliani[2] del 1775, scritta da Carlo Goldoni per essere rappresentata in un'Accademia letterario-drammatica veneta[3].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Nell'oltretomba, alcuni morti si rivolgono a Pitagora perché li aiuti a reincarnarsi e tornare, migliori, a nuova vita.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ W. Binni, Goldoni, Il Ponte Editore, 2015
  2. ^ Carlo Goldoni, La metempsicosi, Edizioni Bonsignori, Lucca 1793
  3. ^ Mirella Saulini, Dal baule del teatro, i costumi che travestono il mondo: le rappresentazioni allegoriche in Goldoni e i generi teatrali del suo tempo, in Problemi di critica goldoniana, XV, tomo secondo, Longo Editore Ravenna, 2009