La maschera di cera (film 2005)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La maschera di cera
Maschera dicera.jpeg
Il titolo originale dopo la scena iniziale del film
Titolo originale House of Wax
Paese di produzione Australia, Stati Uniti d'America
Anno 2005
Durata 113 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 1.85:1
Genere orrore
Regia Jaume Collet-Serra
Soggetto Charles Belden
Sceneggiatura Chad e Carey Hayes
Produttore Robert Zemeckis, Joel Silver, Susan Downey
Casa di produzione Warner Bros. Pictures, Dark Castle Entertainment, Village Roadshow Pictures, ImageMovers, Silver Pictures
Distribuzione (Italia) Warner Bros.
Fotografia Stephen F. Windon
Montaggio Joel Negron
Effetti speciali Bruce Bright, John Breslin, Photon Vfx
Musiche John Ottman
Scenografia Graham Grace Walker
Costumi Graham Purcell
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La maschera di cera (House of Wax) è un film horror del 2005, diretto dal regista catalano Jaume Collet-Serra all'esordio in un lungometraggio. È il remake del film La maschera di cera 3D del 1953 che è a sua volta un remake del film La maschera di cera del 1933.

La scelta di Elisha Cuthbert stelle come il protagonista, è stata fatta dal successo del suo film precedente, La ragazza della porta accanto.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Sei giovani ragazzi partono per andare a vedere una partita di football. La notte si accampano in un bosco, e la mattina dopo Wade scopre che la cinghia di trasmissione dell'auto è rotta. Uno strano individuo di nome Bo si offre di dare loro un passaggio alla stazione di servizio più vicina, nella cittadina di Ambrose. Mentre il resto del gruppo va alla partita, Wade e Carly accettano il passaggio. Il resto del gruppo però si rende conto che c'è troppo traffico per arrivare in tempo all'incontro, e decide quindi di tornare indietro ad aspettare Wade e Carly.

Ad Ambrose, Wade e Carly entrano nel museo delle cere e notano che non sono riprodotte delle celebrità ma solo gente comune. Spaventati, tornano verso il garage della stazione di servizio di Bo.

I due ragazzi capiscono in breve le cattive intenzioni di Bo, così scappano via per chiedere aiuto; Carly scopre casualmente che dopo aver toccato una delle statue di cera, questa si rompe mostrando un braccio al suo interno, rivelando che le statue sono ricavate dagli esseri umani. La ragazza viene catturata da Bo e portata alla stazione di servizio, dove lui le incolla le labbra per farla stare zitta. Nel frattempo il fratello di Bo, Vincent, trasforma Wade in una statua di cera.

Nick e Dalton arrivano ad Ambrose per cercare i loro amici. Bo tenta di accoltellare Nick, ma il ragazzo evita il colpo e dopo un breve corpo a corpo con l'uomo riesce a scappare e a rifugiarsi nella stazione di servizio, dove libera Carly. Insieme, i due scoprono che tutti gli abitanti di Ambrose sono morti, ma sono stati preservati nella cera in modo da far apparire la città ancora abitata. Contemporaneamente Dalton si accorge che una delle statue nel museo delle cere è proprio Wade, ma viene subito aggredito da Vincent, che lo uccide.

Intanto Nick e Carly si nascondono in un cinema, dove riescono a ferire Bo: i due si dirigono quindi subito verso casa sua, sperando di ritrovare Wade e Dalton. Poco dopo però Bo rientra ferito in casa, ed arriva anche suo fratello. I due si accorgono dei ragazzi, che fuggono nel museo delle cere, dove Carly riesce finalmente a uccidere Bo mentre Nick scatena un incendio che comincia a sciogliere l'intero palazzo, fatto completamente di cera. Vincent rimane imprigionato dalle fiamme, mentre Carly e Nick riescono a fuggire. La polizia nota l'incendio e i due vengono soccorsi ma, mentre vengono portati via in ambulanza, lo sceriffo riceve una chiamata: un suo collega ha scoperto che in realtà i Sinclair non avevano due figli, bensì tre.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo inizialmente era Wax House, Baby. Qualche primo poster era stato persino stampato con questo titolo, che venne poi modificato nell'ufficiale House of Wax. La crew ha voluto che il casting scegliesse prima l'attrice per il ruolo di Paige, per poi scegliere il resto del cast successivamente. La scelta è poi ricaduta sull'ereditiera Paris Hilton. Le riprese sono iniziate a fine aprile 2004 a Queensland in Australia, con un budget di 40 milioni di dollari. Durante le riprese, MTV ha avuto il permesso per girare un documentario trasmesso in sei parti chiamato Movie Life: House of Wax, in cui gli attori principali vengono ripresi durante la loro esperienza lavorativa, sia sul set che fuori.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente, durante le riprese, si optava per un rilascio cinematografico per Halloween del 2004, ma il film in quel periodo non era ancora stato completato. È stata poi assegnata la data ufficiale per la distribuzione in Nord America, il 6 giugno 2005. Ha avuto la sua anteprima il 30 aprile dello stesso anno al Tribeca Film Festival di New York e una nel giorno di debutto a Hollywood. In Italia il film è stato distribuito precisamente tre settimane dopo, il 27 maggio, ottenendo un divieto per i minori di 14 anni.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato un modesto successo, incassando mondialmente 68 766 121 $ a fronte di un un budget di circa 40 milioni di dollari.[1] Nel primo weekend di programmazione in Italia, ha incassato 159 000€, per terminare con un incasso complessivo di 703 000 .[2]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005, ai tempi della sua uscita, il film ricevette critiche contrastanti. La maggior parte delle critiche negative erano rivolte soprattutto alla presenza dell'ereditiera Paris Hilton nel cast, che le è valso un Premio Razzie come peggior attrice. Molti critici però, seppur non apprezzandolo appieno, lo hanno consigliato ritenendolo un prodotto comunque migliore di altri horror adolescenziali. Tra i critici che hanno "protetto" il film, troviamo Roger Ebert, che ha detto «La maschera di cera non è eccellente, ma efficiente» e ha difeso la Hilton scrivendo che «ha fatto semplicemente ciò che le è stato chiesto di fare, senza fare né di meglio né di peggio rispetto ad altre giovane attrici del genere».[3]

Stephen Hunter, critico cinematografico del Washington Post, ha dichiarato: «Questo film ti dà, come nessun altro film in anni. Va bene, se questo non fa parte della palude vostro, non andare per esso.».[4]

Mick LaSalle del San Francisco Chronicle ha dato alla pellicola di approvazione del 75%, ha detto «dopo un mese, nessuno potrà parlare di questo film ancora. Eppure, con una foto come questa, non c'è davvero solo una domanda: È divertente? Sì. Un sacco. Sicuramente.».[5]

Home video[modifica | modifica wikitesto]

Le edizioni fallate[modifica | modifica wikitesto]

Il film doveva essere inizialmente distribuito in DVD in Italia il 20 settembre 2005, ma tutte le copie erano risultate fallate, in quanto al settantesimo minuto, dopo la scena dell'inseguimento dello zuccherificio di Paige (Paris Hilton), l'audio si scambiava automaticamente dall'italiano allo spagnolo, che oltretutto non era nemmeno presente tra le lingue impostate nell'edizione. La Warner Bros scrisse poco dopo un comunicato stampa, nel quale annunciò che il film sarebbe uscito nell'edizione corretta il 25 novembre 2005 e così accadde. Alcune edizioni fallate sono ancora reperibili in commercio e l'unico modo per distinguerle dalle edizioni corrette è il codice che si trova nella copertina. Nelle versioni corrette, il codice è Z8 - 40029 (o anche con uno 0 dopo Z8), mentre nelle versioni fallate il codice è Z8 - 38945.

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Queste riportate di seguito sono le caratteristiche tecniche del DVD in edizione corretta, uscita venerdì 25 novembre 2005:

  • Lingue audio: Italiano Dolby Digital 5.1, Inglese Dolby Digital 5.1, Francese Dolby Digital 5.1
  • Sottotitoli: Italiano, Italiano per non udenti, Inglese, Inglese per non udenti, Francese, Olandese, Arabo
  • Menù interattivi
  • Suddivisione in 31 scene
  • Visione a schermo intero con formato 1.85:1
  • Trailer cinematografico originale
  • I commenti del cast: un contenuto speciale di 26 minuti nel quale i protagonisti seduti su un divanetto si ritrovano a commentare delle riprese e delle papere dal dietro le quinte
  • Dietro le quinte: un contenuto speciale di 7 minuti che svela vari retroscena sulla creazione del film, con foto esclusive degli storyboard e filmati durante la costruzione del paesino utilizzato per le riprese
  • Effetti speciali: un contenuto speciale di 12 minuti dove gli effettisti parlano di come hanno creato diverse scene al computer, soprattutto il finale del film
  • Le gag: un contenuto speciale di 4 minuti sulle papere ed errori del cast durante le riprese
  • Joel Silver promuove il film: un contenuto speciale di 2 minuti in cui il produttore, occupato sul set di Kiss Kiss Bang Bang, fa pubblicità al film e agli altri quattro precedenti della casa di produzione Dark Castle Entertainment.
  • Inizio alternativo: inizialmente era questa la scena iniziale prevista, nella quale una ragazza di nome Jennifer, rimasta in panne, aspetta un carro attrezzi che finalmente arriva. Il conducente tira fuori una mano dal finestrino, la afferra e la uccide facendola schiantare contro il parabrezza.

Digital HD[modifica | modifica wikitesto]

Il film è disponibile per l'acquisto digitale su iTunes sia in qualità standard da 576p (come nel DVD) che in qualità ad alta definizione in 1080p. Di seguito saranno riportate le caratteristiche tecniche della versione Digital HD ad acquisto digitale:

  • Lingue audio: Italiano Dolby Digital 5.1, Inglese Dolby Digital 5.1
  • Sottotitoli: Italiano, Testo in Italiano automatico, Inglese per non udenti, Bulgaro, Ceco, Danese, Ebraico, Estone, Finlandese, Francese, Lettone, Lituano, Norvegese, Olandese, Polacco, Portoghese, Russo, Sloveno, Spagnolo, Svedese, Tedesco, Turco, Ucraino e Ungherese.
  • Suddivisione in 31 scene
  • Visione a schermo intero con formato 1.85:1
  • Un peso da 2,1 gigabyte in qualità standard da DVD (576p), da 4,52 gigabyte in qualità ad alta definizione (720p) e da 5,4 gigabyte in definizione massima disponibile di qualità (1080p)

Blu-Ray[modifica | modifica wikitesto]

Il Blu-ray del film in Italia è ancora inedito, malgrado sia stato distribuito in molti altri stati, come la Francia, la Germania, la Spagna, gli USA e tanti altri. I contenuti speciali sono gli stessi del DVD, così come le caratteristiche tecniche a parte la qualità video, ovviamente in 1080p ad alta definizione.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) La maschera di cera, su Box Office Mojo. URL consultato il 27 dicembre 2015.
  2. ^ La maschera di cera, in MYmovies.it, Mo-Net Srl.
  3. ^ Roger Ebert, House of Wax Movie Review & Film Summary (2005) | Roger Ebert, su rogerebert.suntimes.com. URL consultato il 06 febbraio 2016.
  4. ^ (EN) Stephen Hunter, 'House of Wax': Come On In, The Horror's Fine, in The Washington Post, 06 maggio 2005. URL consultato il 06 febbraio 2016.
  5. ^ From waxy buildup to final meltdown, a scary but fun ride, su SFGate. URL consultato il 06 febbraio 2016.
  6. ^ (EN) 26th Annual Golden Raspberry (Razzie) Award "Winners", Razzie Awards. URL consultato il 9 febbraio 2009.
  7. ^ (EN) 26th Annual Razzie Award Nominees for Worst Picture, Razzie Awards. URL consultato il 9 febbraio 2009.
  8. ^ (EN) 26th Annual Razzie Award Nominees for Worst Remake Or Sequel, Razzie Awards. URL consultato il 9 febbraio 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema