La liceale nella classe dei ripetenti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La liceale nella classe dei ripetenti
La liceale nella classe dei ripetenti.jpeg
Angela Cantalupo (Gloria Guida)
Paese di produzioneItalia
Anno1978
Durata95 min
Generecommedia, erotico
RegiaMariano Laurenti
SoggettoMariano Laurenti
Francesco Milizia
SceneggiaturaMariano Laurenti
Francesco Milizia
Franco Mercuri
Annie Albert
FotografiaFederico Zanni
MontaggioAlberto Moriani
MusicheGianni Ferrio
ScenografiaStefano Paltrinieri
CostumiWanda Pruni
TruccoGabriella Trani
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La liceale nella classe dei ripetenti è un film della commedia erotica all'italiana del 1978 diretto da Mariano Laurenti e interpretato da Gloria Guida, Alvaro Vitali, Gianfranco D'Angelo e Lino Banfi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Trani. Angela Cantalupo è una bella ragazza contesa tra Tonino e Carlo che entrambi la desiderano; mentre il primo la cerca solo per un soddisfare un capriccio spinto anche dal padre, il professor Pinzarrone, Carlo invece ama Angela e nonostante si sia apertamente dichiarato a lei, il suo sentimento non è contraccambiato dalla ragazza.

Durante un incontro con Angela, Tonino esce di strada mentre sta guidando la sua autovettura e fortunatamente i due ragazzi ne escono illesi; il professor Pinzarrone decide di sfruttare questa occasione per vendicarsi di un torto di gioventù che gli ha commesso il padre di Angela, il professor Cantalupo; Pinzarrone sparge la voce che suo figlio Tonino ha riportato delle lesioni durante l'incidente per attirarsi le attenzioni di Angela e di suo padre che si dimostrano premurosi nei confronti del ragazzo.

Sullo sfondo di questa storia, fanno la loro comparsa anche Carlo e due suoi compagni di classe che si divertono a tirare scherzi al prossimo, in particolar modo alla professoressa Cianca sfruttando la sua fobia per i forti rumori istantanei e anche il professor Cantalupo tenta un approccio con Tecla, una avvenente avventuriera emiliana; Carlo nel frattempo tenta di distogliere Angela dalle sue attenzioni verso Tonino ma senza risultati fino a quando si viene a scoprire il trucco architettato dal professor Pinzarrone.

Il sotterfugio di Tonino viene scoperto all'inizio casualmente solo da Carlo che non viene creduto da Angela, ma poi in seguito Tonino si ferisce realmente cadendo da una scogliera e non avendo scusanti, confessa che si è trattato di un tranello; il professor Cantalupo già in collera con Pizzarrone, coglie un'occasione propizia per vendicarsi e lo colpisce a tradimento con un badile.

Finito anche Pinzarrone in ospedale assieme al figlio e con il compiacimento del professor Cantalupo, anche le malefatte del padre di Angela non passano indenni di fronte al destino perché mentre si trova a discutere con Tonino e suo padre, Cantalupo viene picchiato da uno spasimante di Tecla per aver provato a concupirla.

Nel frattempo i malintesi tra Angela e Carlo si chiariscono e alla fine la ragazza si rende conto che solo i sentimenti di Carlo sono sempre stati senza secondi fini e accetta il suo amore senza più indugi.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]