La leggenda di Arslan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La leggenda di Arslan
アルスラーン戦記
(Arslan senki)
Genereazione, fantasy
Light novel
TestiYoshiki Tanaka
DisegniYoshitaka Amano (Kadokawa), Shinobu Tanno (Kobunsha)
EditoreKadokawa Shoten (vecchia edizione), Kobunsha (nuova edizione)
1ª edizione13 agosto 1986 – 14 dicembre 2017
Volumi16 (completa)
Manga
AutoreChisato Nakamura
EditoreKadokawa Shoten
RivistaAsuka Fantasy DX
Targetshōjo
1ª edizionenovembre 1991 – settembre 1996
Tankōbon13 (completa)
OAV
RegiaTetsurō Amino (ep. 1–2), Mamoru Hamatsu (ep. 3-4)
Composizione serieMegumi Sugihara
MusicheHikari Ishikawa
StudioMovic, J.C.Staff
1ª edizione21 ottobre 1993 – 21 settembre 1995
Episodi4 (completa)
Rapporto4:3
Durata ep.60 min
Editore it.Granata Press (VHS)
Episodi it.4 (completa)
Durata ep. it.60 min
Dialoghi it.Stefano Cerioni
Studio dopp. it.Studio P.V.
Dir. dopp. it.Ivo De Palma
Manga
AutoreHiromu Arakawa
EditoreKōdansha
RivistaBessatsu Shōnen Magazine
Targetshōnen
1ª edizione9 luglio 2013 – in corso
Tankōbon12 (in corso)
Editore it.Panini Comics - Planet Manga
Collana 1ª ed. it.Senki
1ª edizione it.1º novembre 2015 – in corso
Volumi it.11 (in corso)
Testi it.Luigi Boccasile (traduzione), Lara Iacucci (lettering)
Serie TV anime
RegiaNoriyuki Abe
Composizione serieMakoto Uezu
MusicheTaro Iwashiro
StudioLiden Films, Sanzigen
ReteJapan News Network
1ª TV5 aprile – 27 settembre 2015
Episodi25 (completa) (+1 OAV)
Rapporto16:9
Durata ep.24 min
Editore it.Dynit
1º streaming it.VVVVID (sottotitolata)
Serie TV anime
RegiaNoriyuki Abe
Composizione serieMakoto Uezu
MusicheTaro Iwashiro
StudioLiden Films
ReteJapan News Network
1ª TV3 luglio – 21 agosto 2016
Episodi8 (completa) (+1 OAV)
Rapporto16:9
Durata ep.24 min
Editore it.Dynit
1º streaming it.VVVVID (sottotitolata)
La leggenda di Arslan
Titolo originaleアルスラーン戦記
Arusurān Senki
Lingua originalegiapponese
Paese di produzioneGiappone
Anno1991
Durata60 min
Rapporto16:9
Genereanimazione, azione, avventura, fantastico
RegiaMamoru Hamatsu
SceneggiaturaTomiya Miyashita, Kaori Takada
Casa di produzioneAubec
Distribuzione in italianoGranata Press
MusicheTsuru Norihiro
La leggenda di Arslan II
Titolo originaleアルスラーン戦記 II
Arusurān Senki II
Lingua originalegiapponese
Paese di produzioneGiappone
Anno1992
Durata60 min
Rapporto16:9
Genereanimazione, azione, avventura, fantastico
RegiaMamoru Hamatsu
SceneggiaturaMegumi Matsuoka
Casa di produzioneAnimate Film
Distribuzione in italianoGranata Press
MusicheTsuru Norihiro

La leggenda di Arslan (アルスラーン戦記 Arslan senki?) è una serie di light novel fantasy giapponese scritta da Yoshiki Tanaka e illustrata da Yoshitaka Amano e Shinobu Tanno. La pubblicazione è iniziata nel 1986 per conto di Kadokawa Shoten.

La serie è stata adattata in un manga, che rispetto ai romanzi è proseguito in modo autonomo concludendosi con un finale alternativo; l'opera è stata scritta e illustrata da Chisato Nakamura e serializzata su Asuka Fantasy DX da novembre 1991 a settembre 1996. Gli studi di animazione Animate Film e Aubec ne hanno tratto due film anime, rispettivamente il 17 agosto 1991 e il 18 luglio 1992, mentre dal 21 ottobre 1993 al 21 settembre 1995 Movic e J.C.Staff hanno prodotto una serie OAV di quattro episodi. Le pubblicazioni più recenti della serie e molte versioni distribuite al di fuori del Giappone hanno accorpato i due film animati ai quattro episodi OAV, formando quindi un'unica serie OAV di sei episodi. La serie è stata pubblicata in Italia in VHS dalla Granata Press.

Un nuovo adattamento manga, questa volta realizzato da Hiromu Arakawa, è pubblicato da Kōdansha su Bessatsu Shōnen Magazine dal 9 luglio 2013. L'edizione italiana è curata da Planet Manga e ha iniziato la pubblicazione il 1º novembre 2015. Liden Films ha inoltre adattato la storia in una serie televisiva anime di 25 episodi, andata in onda su Japan News Network dal 5 aprile al 27 settembre 2015; una seconda stagione di otto episodi, intitolata Arslan senki: fūjin ranbu (アルスラーン戦記 風塵乱舞?), è stata trasmessa dal 3 luglio al 21 agosto 2016. Entrambe le serie sono rese disponibili in Italia in simulcast sulla piattaforma VVVVID di Dynit.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La storia segue le gesta di Arslan, l'erede al trono dell'immaginaria Pars, il cui regno viene conquistato dalla nazione confinante della Lusitania. Suo padre, il re Andragoras, cade vittima infatti di un complotto tramato da uno dei suoi seguaci più fidati, e così Arslan, dopo essere scampato alla morte per un soffio, si riunisce con il suo fedele sottoposto Daryun per dare inizio a un viaggio volto alla liberazione del suo paese. Supportato da alcuni compagni, tra cui lo spadaccino e stratega Narsus, il suo giovane servo Elam, la bella e fredda sacerdotessa Farangis e il musico errante Giv, Arslan dovrà riuscire a mettere insieme un esercito abbastanza forte da sconfiggere l'armata dei lusitani, guidata dal misterioso "Silvermask".

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Prince Arslan/Arislan
Doppiato da Kappei Yamaguchi (OAV), Yūsuke Kobayashi (serie TV) (ed. giapponese), Diego Sabre (OAV) (ed. italiana)
Principe quattordicenne di Pars, intorno al quale ruota la maggior parte delle vicende raccontate nella serie. Arislan è spesso male interpretato da quelli intorno a lui che lo considerano un debole, a causa del suo aspetto effeminato, della sua ingenuità e della sua bontà d'animo. Arislan in realtà è anche saggio, intelligente e carismatico, in grado di mobilitare anche i più apatici per la sua causa.
King Andragoras III
Doppiato da Akio Ohtsuka (OAV), Takayuki Sugō (serie TV) (ed. giapponese), Enrico Bertorelli (OAV) (ed. italiana)
Il sovrano di Pars, e padre di Arislan. Andragoras non piace alla maggior parte dei personaggi principali, e non senza ragione. In più occasioni è iroso, impulsivo e paranoico.
Daryoon/Darün
Doppiato da Kazuhiko Inoue (OAV), Yoshimasa Hosoya (serie TV) (ed. giapponese), Ivo De Palma (OAV) (ed. italiana)
Un tempo alto ufficiale militare, Daryoon viene degradato all'inizio della storia. Il suo nuovo compito diventa quello di proteggere e servire Arislan, cosa che fa diventare i due personaggi molto amici. Nello stile dei samurai, Daryoon è fedele e pronto a dare la vita per il suo padrone.
Narsus/Narcasse
Doppiato da Kaneto Shozawa (OAV), Daisuke Namikawa (serie TV) (ed. giapponese), Claudio Moneta (OAV) (ed. italiana)
Narsus un tempo era il capo stratega e consulente di re Andragoras, ma fu rimosso dall'incarico dopo aver criticato l'abitudine reale di continuare ad utilizzare gli schiavi. Oltre ad essere un tattico brillante, Narsus è anche un incredibile spadaccino ed un intelligente filosofo. È mentore di Arislan, e amico intimo di Daryoon.
Eran/Elam
Doppiata da Nozomu Sasaki (OAV), Natsuki Hanae (serie TV) (ed. giapponese), Veronica Pivetti (OAV) (ed. italiana)
Giovane ragazzo che Narsus affrancò dalla schiavitù, Elam intende servire il suo "maestro" fino a quando sarà grande abbastanza da farcela da solo. Elam lavora per Arslan come spia per raccogliere informazioni utili attraverso vari travestimenti, non esiterà nemmeno ad essere ferito gravemente per l'incolumità del suo sovrano.
Gieve/Guibu
Doppiato da Kazuki Yato (OAV), KENN (serie TV) (ed. giapponese), Luigi Rosa (OAV) (ed. italiana)
Gieve è l'unico personaggio che per tutta la storia non si allea con nessuno schieramento; segue inizialmente il gruppo di Arslan perché infatuato della bella Farangis, ma col passar del tempo capisce l'importanza della missione ed arriva ad allontanarsi dal gruppo per il bene dell'esercito. Combattente versatile ed abile, è anche in grado di suonare qualsiasi strumento musicale. È uno dei pochi personaggi a rompere il muro della quarta dimensione, rivolgendosi direttamente agli spettatori.
Pharangese/Farangis
Doppiata da Masako Katsuki (OAV), Maaya Sakamoto (serie TV) (ed. giapponese), Caterina Rochira (OAV) (ed. italiana)
Distaccata, ribelle, forte e fredda; Pharangese è sia una sacerdotessa della dea Misra sia la più forte combattente donna del pianeta. Si sa pochissimo del suo passato, se non che è stata scelta dal proprio ordine per proteggere il principe Arlsan.
Silvermask/Hermes
Doppiato da Shūichi Ikeda (OAV), Yūki Kaji (serie TV) (ed. giapponese), Marco Balzarotti (OAV) (ed. italiana)
In principio, tutto ciò che si sa su Silvermask è che è ossessionato dal desiderio di torturare e uccidere sia Andragoras che Arslan. Egli è il capo delle forze di Rucitania, benché egli stesso sia originario di Pars. Il suo nome deriva dalla maschera d'argento che indossa, e nessuno ha mai visto il suo vero volto. Si scoprirà essere Hermes, il figlio del re Osiride, fratello e predecessore di Andragoras. Il viso di Hermes è in parte sfigurato per via dell'incendio che Andragoras scatenò durante il colpo di Stato con cui diventò re.
Bajon
Doppiato da Kôichi Kitamura (OAV), Shirō Saitō (serie TV) (ed. giapponese), Antonio Paiola (OAV) (ed. italiana)
Un antico necromante al servizio di Silvermask. Ciò nonostante, appare chiaro sin dall'inizio che Bajon stia portando avanti interessi propri che esulano da quelli di Silvermask. La sua importanza nell'economia della storia si rivelerà sempre maggiore al punto di riuscire a scalzare lo stesso Silvermask.

Media[modifica | modifica wikitesto]

Light novel[modifica | modifica wikitesto]

La serie di light novel è stata scritta da Yoshiki Tanaka, illustrata da Yoshitaka Amano nella vecchia edizione edita da Kadokawa Shoten e da Shinobu Tanno in quella più recente ad opera di Kobunsha e pubblicata dal 13 agosto 1986[1] al 14 dicembre 2017[2] per un totale di sedici volumi.

Volumi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano (traduzione letterale)
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
Data di prima pubblicazione
Giapponese
1Regno
「王都炎上」 - Ō toenjō
13 agosto 1986[1]
ISBN 4-04-166501-9
2Due principi
「王子二人」 - Ōjifutari
12 marzo 1987[3]
ISBN 4-04-166502-7
3Il tramonto
「落日悲歌」 - Rakujitsu hika
11 settembre 1987[4]
ISBN 4-04-166503-5
4Strada sanguinaria
「汗血公路」 - Kanketsu kōro
11 agosto 1988[5]
ISBN 4-04-166504-3
5Seiba figura solitaria
「征馬孤影」 - Seiba koei
22 febbraio 1989[6]
ISBN 4-04-166505-1
6Danza della polvere
「風塵乱舞」 - Fūjin ranbu
1º settembre 1989[7]
ISBN 4-04-166506-X
7Ripresa della capitale
「王都奪還」 - Ō todakkan
9 marzo 1990[8]
ISBN 4-04-166507-8
8Corpo mascherato
「仮面兵団」 - Kamen heidan
3 dicembre 1991[9]
ISBN 4-04-166508-6
9Flusso della bandiera
「旌旗流転」 - Seiki ruten
18 luglio 1992[10]
ISBN 4-04-166509-4
10La linea del gruppo della nuvola minacciosa
「妖雲群行」 - Yōun gun gyō
30 novembre 1999[11]
ISBN 4-04-166510-8
11L'attacco dell'armata demoniaca
「魔軍襲来」 - Magun shūrai
22 settembre 2005[12]
ISBN 4-334-07619-X
12Tempio oscuro
「暗黒神殿」 - Ankoku shinden
7 dicembre 2006[13]
ISBN 4-334-07644-0
13Il secondo serpente
「蛇王再臨」 - Jaō sairin
7 ottobre 2008[14]
ISBN 978-4-334-07677-1
14Il secondo serpente narcisistico che venne dal cielo
「天鳴地動」 - Jaō sairin ten naru chidō
16 maggio 2014[15]
ISBN 978-4-334-07722-8
15Bandiera di battaglia
「戦旗不倒」 - Senki futō
15 agosto 2016[16]
ISBN 978-4-334-07730-3
16Orizzonte infinito
「天涯無限」 - Tengai mugen
14 dicembre 2017[2]
ISBN 978-4-334-07735-8

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Dalla serie di romanzi sono state tratte due serie manga.

Il primo adattamento è stato disegnato da Chisato Nakamura e serializzato dal novembre 1991 al settembre 1996 sulla rivista Asuka Fantasy DX. I vari capitoli sono stati raccolti in 13 volumi tankōbon, pubblicati tra il novembre 1991[17] ed il settembre 1996[18].

Un secondo adattamento, questa volta disegnato da Hiromu Arakawa, viene serializzato dal 9 luglio 2013 sulla rivista Bessatsu Shōnen Magazine[19]. Il primo volume tankōbon è stato pubblicato il 9 aprile 2014[20]. In Italia la serie è stata annunciata al Lucca Comics 2014[21] da Panini Comics che ha iniziato a pubblicarla sotto l'etichetta Planet Manga nella collana Senki dal 1º novembre 2015[22].

Volumi[modifica | modifica wikitesto]

Copertina del primo volume dell'edizione italiana del manga del 2013, raffigurante il principe Arslan
Data di prima pubblicazione
GiapponeseItaliano
La leggenda di Arslan (1991-1996) (13 volumi)
1novembre 1991[17]ISBN 4-04-852323-6
2maggio 1992[23]ISBN 4-04-852324-4
3febbraio 1993[24]ISBN 4-04-852325-2
4maggio 1993[25]ISBN 4-04-852326-0
5settembre 1993[26]ISBN 4-04-852435-6
6marzo 1994[27]ISBN 4-04-852436-4
7agosto 1994[28]ISBN 4-04-852504-2
8dicembre 1994[29]ISBN 4-04-852533-6
9aprile 1995[30]ISBN 4-04-852534-4
10agosto 1995[31]ISBN 4-04-852535-2
11novembre 1995[32]ISBN 4-04-852625-1
12marzo 1996[33]ISBN 4-04-852652-9
13settembre 1996[18]ISBN 4-04-852653-7
La leggenda di Arslan (2013-in corso) (12+ volumi)
19 aprile 2014[20]ISBN 978-4-06-395050-2 1º novembre 2015[22]
29 maggio 2014[34]ISBN 978-4-06-395063-2 14 gennaio 2016[35]
39 febbraio 2015[36]ISBN 978-4-06-395307-7 12 marzo 2016[37]
49 ottobre 2015[38]ISBN 978-4-06-395508-8 14 luglio 2016[39]
59 maggio 2016[40][41]ISBN 978-4-06-395660-3 (ed. regolare)
ISBN 978-4-06-358794-4 (ed. limitata)
3 novembre 2016[42]
69 novembre 2016[43][44]ISBN 978-4-06-395793-8 (ed. regolare)
ISBN 978-4-06-358830-9 (ed. limitata)
4 maggio 2017[45]
79 maggio 2017[46]ISBN 978-4-06-395937-6 9 novembre 2017[47]
89 novembre 2017[48]ISBN 978-4-06-510379-1 24 maggio 2018[49]
99 maggio 2018[50][51]ISBN 978-4-06-511399-8 (ed. regolare)
ISBN 978-4-06-512057-6 (ed. limitata)
22 novembre 2018[52]
109 novembre 2018[53][54]ISBN 978-4-06-513236-4 (ed. regolare)
ISBN 978-4-06-514131-1 (ed. limitata)
11 aprile 2019[55]
119 maggio 2019[56][57]ISBN 978-4-06-515077-1 (ed. regolare)
ISBN 978-4-06-516225-5 (ed. limitata)
14 novembre 2019[58]
128 novembre 2019[59][60]ISBN 978-4-06-517309-1 (ed. regolare)
ISBN 978-4-06-517310-7 (ed. limitata)
maggio 2020

Anime[modifica | modifica wikitesto]

Dalla serie di romanzi è stato tratto anche un adattamento animato prodotto da Animate Film e Aubec e diviso in due film usciti rispettivamente il 17 agosto 1991[61] ed il 18 luglio 1992. In seguito venne creata una serie OAV ad opera di Movic e J.C.Staff per un totale di quattro episodi distribuiti tra il 21 ottobre 1993 ed il 21 settembre 1995. In Italia sia i film che la serie OAV sono stati pubblicati entrambi da Granata Press in VHS. Come avvenuto in molte versioni distribuite al di fuori del Giappone, anche l'edizione italiana ha accorpato i due film animati ai quattro episodi OAV, formando così un'unica serie di sei episodi.

Un altro adattamento, questa volta televisivo[62] e più fedele, è stato prodotto da Liden Films e trasmesso in Giappone su Japan News Network dal 5 aprile 2015[63] al 21 agosto 2016 per due stagioni, composte rispettivamente da 25 episodi per la prima e da 8 per la seconda[64][65]. Inoltre entrambe le stagioni presentano un episodio OAV, distribuiti esclusivamente nell'edizione limitata dei volumi 5 e 6 del manga di Hiromu Arakawa[66]. In Italia sono giunte entrambe le serie in versione sottotitolata ad opera di Dynit che le ha pubblicate sul servizio VVVVID[67].

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

OAV (1991-1995)
Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
Prima edizione
Giapponese
1La leggenda di Arslan
「アルスラーン戦記」 - Arslan senki
17 agosto 1991
2La leggenda di Arslan (parte II)
「アルスラーン戦記II」 - Arslan senki II
18 luglio 1992
3La leggenda di Arslan (parte III)
「アルスラーン戦記 (東の城、西の城)」 - Arslan senki (Higashi no shiro, nishi no shiro)
21 ottobre 1993
4La leggenda di Arslan (parte IV)
「アルスラーン戦記IV (汗血公路)」 - Arslan senki IV (Kanketsu kouro)
22 dicembre 1993
5La leggenda di Arslan (parte V)
「アルスラーン戦記V (征馬孤影・上)」 - Arslan senki V (Seiba kouei jo)
21 agosto 1995
6La leggenda di Arslan (parte VI)
「アルスラーン戦記VI (征馬孤影・下)」 - Arslan senki VI (Seiba kouei ka)
21 settembre 1995
Serie TV (2015-2016)
Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giapponese
Stagione 1 (25 episodi)
1La gloria di Ecbatana
「エクバターナの栄華」 - Ekubatāna no eiga
5 aprile 2015
2Quattordici anni, prima battaglia
「十四歳、初陣」 - Jūyon-sai, uijin
12 aprile 2015
3Il cavaliere in nero
「黒衣の騎士」 - Kokui no kishi
19 aprile 2015
4Lo stratega stanco del mondo
「厭世の軍師」 - Ensei no gunshi
26 aprile 2015
5Il rogo della capitale - parte prima
「王都炎上 〜前編〜」 - Ō toenjō ~zenpen~
3 maggio 2015
6Il rogo della capitale - parte seconda
「王都炎上 〜後編〜」 - Ō toenjō ~kōhen~
10 maggio 2015
7Le belle e le bestie
「美女たちと野獣たち」 - Bijo-tachi to yajū-tachi
17 maggio 2015
8L'eroe traditore
「裏切りの英雄」 - Uragiri no eiyū
24 maggio 2015
9Sotto la maschera
「仮面の下」 - Kamen no shita
31 maggio 2015
10Il signore del castello di Kashan
「カシャーン城塞の主」 - Kashān jōsai no omo
7 giugno 2015
11La strada verso Peshawar
「ペシャワールへの道」 - Peshawāru e no michi
14 giugno 2015
12La devozione del cavaliere
「騎士の忠義」 - Kishi no chūgi
21 giugno 2015
13I due principi
「王子二人」 - Oujifutari
28 giugno 2015
14Il principe straniero
「異国の王子」 - Ikoku no ouji
12 luglio 2015
15La pantera nera di Sindhura
「シンドゥラの黒豹」 - Shindura no kurohyō
19 luglio 2015
16Elegia al tramonto
「落日悲歌」 - Rakujitsu hika
26 luglio 2015
17Duello al cospetto degli dei
「神前決闘」 - Shinzen kettō
2 agosto 2015
18Di nuovo attraverso il fiume
「ふたたび河をこえて」 - Futatabi kawa o koete
9 agosto 2015
19La fine dell'inverno
「冬の終り」 - Fuyu no owari
16 agosto 2015
20Il vero volto del cavaliere
「騎士の素顔」 - Kishi no sugao
23 agosto 2015
21Canto d'addio
「別れの詩」 - Wakare no uta
30 agosto 2015
22La notte prima dell'attacco
「出撃前夜」 - Shutsugeki zen’ya
6 settembre 2015
23La battaglia del castello di San Manuel
「聖マヌエル城の攻防」 - San emanyueru no kīpu notatakai
13 settembre 2015
24Scontro decisivo
「第二十四章決戦」 - Kessen
20 settembre 2015
25La via del sudore e del sangue
「汗血公路」 - Kanketsukōro
27 settembre 2015
OAV「汗血恋路」 - Kanketsu koiji9 maggio 2016[68]
Stagione 2 (8 episodi)
1L'incursione dell'esercito di Turan
「トゥラーン軍侵攻」 - Tōraan-gun shinkō
3 luglio 2016
2Il sovrano contro il conquistatore
「王者対覇者」 - Ouja tai hasha
10 luglio 2016
3L'ombra di un cavaliere solitario
「征馬孤影」 - Seibakoei
17 luglio 2016
4La capitale della Terra e la capitale del Mare
「陸の都と水の都と」 - Riku no miyako to mizu no miyako to
24 luglio 2016
5Separazioni
「決別」 - Ketsubetsu
24 luglio 2016
6Le sventure del re
「列王の災難」 - Retsu-ou no sainan
24 luglio 2016
7La città dell'arcobaleno
「虹の都」 - Niji no miyako
24 luglio 2016
8La danza delle tempesta di polvere
「風塵乱舞」 - Fūjin ranbu
24 luglio 2016
OAV「友情の宴」 - Yuujou no utage9 novembre 2016[68]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

OAV (1991-1995)
Sigle di chiusura
  • Kutsuato no hana cantata da Mimori Yusa (ep. 1)
  • Tokimeki wo Believe cantata da Yumi Tanimura (ep. 2)
  • Ryote Ippai cantata da Shoko Suzuki (ep. 4-5)
Serie TV (2015-2016)
Sigle di apertura
  • Boku no kotoba de wa nai kore wa boku-tachi no kotoba (僕の言葉ではない これは僕達の言葉?) di UVERworld (stagione 1, ep. 1-13)
  • Uzu to uzu (渦と渦?) di NICO Touches the Walls (stagione 1, ep. 14-24)
  • Tsubasa (?) di Eir Aoi (stagione 2)
Sigle di chiusura
  • Lapis Lazuli (ラピスラズリ?) di Eir Aoi (stagione 1, ep. 1-13)
  • One Light delle Kalafina (stagione 1, ep. 14-24)
  • Uzu to uzu (渦と渦?) di NICO Touches the Walls (stagione 1, ep. 25)
  • blaze delle Kalafina (stagione 2)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (JA) 王都炎上 アルスラーン戦記(1), Kadokawa. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  2. ^ a b (JA) 天涯無限 アルスラーン戦記 16 (カッパ・ノベルス), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  3. ^ (JA) 王都炎上 アルスラーン戦記(2), Kadokawa. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  4. ^ (JA) 王都炎上 アルスラーン戦記(3), Kadokawa. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  5. ^ (JA) 王都炎上 アルスラーン戦記(4), Kadokawa. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  6. ^ (JA) 王都炎上 アルスラーン戦記(5), Kadokawa. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  7. ^ (JA) 王都炎上 アルスラーン戦記(6), Kadokawa. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  8. ^ (JA) 王都炎上 アルスラーン戦記(7), Kadokawa. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  9. ^ (JA) 王都炎上 アルスラーン戦記(8), Kadokawa. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  10. ^ (JA) 王都炎上 アルスラーン戦記(9), Kadokawa. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  11. ^ (JA) 王都炎上 アルスラーン戦記(10), Kadokawa. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  12. ^ (JA) 魔軍襲来 ―アルスラーン戦記(11) (カッパ・ノベルス), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  13. ^ (JA) 暗黒神殿 アルスラーン戦記12 (カッパ・ノベルス), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  14. ^ (JA) 蛇王再臨 アルスラーン戦記13 (カッパ・ノベルス), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  15. ^ (JA) 天鳴地動(てんめいちどう) アルスラーン戦記14 (カッパノベルス), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  16. ^ (JA) 戦旗不倒 アルスラーン戦記15 (カッパノベルス), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  17. ^ a b (JA) アルスラーン戦記 (1) (あすかコミックスDX), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  18. ^ a b (JA) アルスラーン戦記 (13) (あすかコミックスDX), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  19. ^ Hiromu "FMA" Arakawa al lavoro su un manga de La Leggenda di Arslan, in AnimeClick.it, 8 maggio 2013. URL consultato il 16 marzo 2020.
  20. ^ a b (JA) アルスラーン戦記(1), Kōdansha. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  21. ^ Lucca 2014: Annunci Planet Manga, in AnimeClick.it, 2 novembre 2014. URL consultato il 16 marzo 2020.
  22. ^ a b La leggenda di Arslan 1, AnimeClick.it. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  23. ^ (JA) アルスラーン戦記 (2) (あすかコミックスDX), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  24. ^ (JA) アルスラーン戦記 (3) (あすかコミックスDX), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  25. ^ (JA) アルスラーン戦記 (4) (あすかコミックスDX), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  26. ^ (JA) アルスラーン戦記 (5) (あすかコミックスDX), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  27. ^ (JA) アルスラーン戦記 (6) (あすかコミックスDX), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  28. ^ (JA) アルスラーン戦記 (7) (あすかコミックスDX), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  29. ^ (JA) アルスラーン戦記 (8) (あすかコミックスDX), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  30. ^ (JA) アルスラーン戦記 (9) (あすかコミックスDX), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  31. ^ (JA) アルスラーン戦記 (10) (あすかコミックスDX), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  32. ^ (JA) アルスラーン戦記 (11) (あすかコミックスDX), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  33. ^ (JA) アルスラーン戦記 (12) (あすかコミックスDX), Amazon. URL consultato il 27 ottobre 2019.
  34. ^ (JA) アルスラーン戦記(2), Kōdansha. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  35. ^ La leggenda di Arslan 2, AnimeClick.it. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  36. ^ (JA) アルスラーン戦記(3), Kōdansha. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  37. ^ La leggenda di Arslan 3, AnimeClick.it. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  38. ^ (JA) アルスラーン戦記(4), Kōdansha. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  39. ^ La leggenda di Arslan 4, AnimeClick.it. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  40. ^ (JA) アルスラーン戦記(5), Kōdansha. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  41. ^ (JA) DVD付き アルスラーン戦記(5)限定版, Kōdansha. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  42. ^ La leggenda di Arslan 5, AnimeClick.it. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  43. ^ (JA) アルスラーン戦記(6), Kōdansha. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  44. ^ (JA) DVD付き アルスラーン戦記(6)限定版, Kōdansha. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  45. ^ La leggenda di Arslan 6, AnimeClick.it. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  46. ^ (JA) アルスラーン戦記(7), Kōdansha. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  47. ^ La leggenda di Arslan 7, AnimeClick.it. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  48. ^ (JA) アルスラーン戦記(8), Kōdansha. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  49. ^ La leggenda di Arslan 8, AnimeClick.it. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  50. ^ (JA) アルスラーン戦記(9), Kōdansha. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  51. ^ (JA) アルスラーン戦記(9)特装版, Kōdansha. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  52. ^ La leggenda di Arslan 9, AnimeClick.it. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  53. ^ (JA) アルスラーン戦記(10), Kōdansha. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  54. ^ (JA) アルスラーン戦記(10)特装版, Kōdansha. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  55. ^ La leggenda di Arslan 10, AnimeClick.it. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  56. ^ (JA) アルスラーン戦記(11), Kōdansha. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  57. ^ (JA) アルスラーン戦記(11)特装版, Kōdansha. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  58. ^ La leggenda di Arslan 11, AnimeClick.it. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  59. ^ (JA) アルスラーン戦記(12), Kōdansha. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  60. ^ (JA) アルスラーン戦記(12)特装版, Kōdansha. URL consultato il 24 ottobre 2019.
  61. ^ (EN) Justin Sevakis, Buried Treasure - Heroic Legend of Arslan (Part 1), Anime News Network, 13 dicembre 2007. URL consultato il 16 marzo 2020.
  62. ^ (EN) Sarah Nelkin, The Heroic Legend of Arslan Manga Gets Anime, in Anime News Network, 2 novembre 2014. URL consultato il 16 marzo 2020.
  63. ^ (EN) Karen Ressler, The Heroic Legend of Arslan Anime's Main Staff, April Premiere Unveiled, in Anime News Network, 3 gennaio 2015. URL consultato il 16 marzo 2020.
  64. ^ (EN) Crystalyn Hodgkins, The Heroic Legend of Arslan 2nd Season Premieres in July, in Anime News Network, 27 marzo 2016. URL consultato il 16 marzo 2020.
  65. ^ (EN) Crystalyn Hodgkins, Heroic Legend of Arslan Anime's 2nd Season Will Have 8 Episodes, July 3 Premiere, in Anime News Network, 8 maggio 2016. URL consultato il 16 marzo 2020.
  66. ^ (EN) Crystalyn Hodgkins, Heroic Legend of Arslan Manga's 5th Volume Listed With Bundled DVD, in Anime News Network, 10 ottobre 2015. URL consultato il 16 marzo 2020.
  67. ^ VVVVID presenta il palinsesto anime della primavera 2015, in AnimeClick.it, 27 marzo 2015. URL consultato il 16 marzo 2020.
  68. ^ a b Come di consueto per la maggior parte degli OAV, questo episodio non è mai stato trasmesso in televisione ma è stato pubblicato direttamente in home video.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]