La grande dinastia dei paperi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La grande dinastia dei paperi
fumetto
Lingua orig. inglese
Paese Italia
Autore Carl Barks
Editore RCS
1ª edizione 28 gennaio 2008 – 22 dicembre 2008
Periodicità settimanale
Albi 48 (completa)

La grande dinastia dei paperi è una collana di fumetti di Carl Barks a cura di Luca Boschi e Lidia Cannatella che raccoglie tutte le storie del disegnatore statunitense dal 1942 al 1968[1], alcune delle quali inedite in Italia, collocate in 48 volumi divisi in ordine cronologico in tre gruppi: 1942-1949, 1950-1968 e 1969-2008. L'ultimo volume è atipico rispetto agli altri, in quanto contiene l'intera cronologia delle opere di Carl Barks. La stampa è in formato 17x24 cm e ogni volume consta di 196 pagine.

Ogni volume presenta un'introduzione (firmate, oltre che da Boschi, da diversi esperti o autori del settore, come Giulio Giorello, Stefano Priarone, Silvia Ziche e Tito Faraci) l'analisi dei personaggi della Banda Disney e schede, a cura di Alberto Becattini, che riportano le informazioni più importanti riguardo alle storie compreso il titolo originale, data della prima pubblicazione e aneddoti vari.

Il primo numero della collana è uscito in edicola il 28 gennaio 2008 allegato al quotidiano "Corriere della Sera", e il titolo trae spunto, come i successivi, dal nome della prima storia contenuta nel volume.

Le collane[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1950 al 1968[modifica | modifica wikitesto]

Il primo gruppo abbraccia tutte le storie disegnate tra il 1950 e il 1968. Tutte le storie presenti in questi volumi sono disegnate dallo stesso Barks, ad eccezione di "Re Paperone primo" (1966) da lui solamente sceneggiata, disegnata da Tony Strobl (prima versione) e Daan Jippes (seconda versione), e che è stata pubblicata nel volume 32.

Dal 1942 al 1949[modifica | modifica wikitesto]

Questo gruppo raccoglie tutte le storie disegnate dal 1942, anno dell'esordio di Barks come fumettista Disney, al 1949. Analogamente al gruppo precedente, tutte le storie sono disegnate da lui; nel volume 33 è pubblicata "Paperino e l'oro del pirata", una storia disegnata dalla coppia Barks-Hannah, basata sullo storyboard di un cortometraggio mai realizzato.

Dal 1969 al 2008[modifica | modifica wikitesto]

Il terzo gruppo raccoglie tutti i fumetti solamente sceneggiati da Carl Barks o frutto d'idee e ricordi di opere mai pubblicate o incompiute dell'autore, negli anni successivi al 1966. Quasi tutte le storie che appaiono nei volumi sono disegnati da Daan Jippes, che cerca di seguire più fedelmente possibile lo storyboard di Barks, diversamente da come hanno fatto altri artisti, quali Tony Strobl, Kay Wright, John Carey, Mau Heymans spinti dalla casa editrice Western Publishing. Tuttavia sono presenti storie disegnate da Strobl, Vicar, William Van Horn, Pat Block, Carlos Mota e da Giovan Battista Carpi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Disney Portale Disney: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Disney