La donna del lago (film 1965)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La donna del lago
La donna del lago 1965.png
Titolo originale La donna del lago
Lingua originale italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1965
Durata 86 min
Dati tecnici b/n
rapporto: 2,35 : 1
Genere giallo
Regia Luigi Bazzoni e Franco Rossellini
Soggetto Giovanni Comisso (dal romanzo omonimo)
Sceneggiatura Giulio Questi, Luigi Bazzoni, Franco Rossellini
Produttore Manolo Bolognini
Casa di produzione B. R. C. Produzioni, Istituto nazionale Luce
Fotografia Leonida Barboni
Musiche Renzo Rossellini
Trucco Giannetto De Rossi
Interpreti e personaggi
Doppiatori originali

La donna del lago è un film giallo del 1965, diretto a quattro mani da Luigi Bazzoni e Franco Rossellini.

Il film è stato distribuito negli USA con il titolo The Possessed.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lo scrittore Bernard sta attraversando una crisi sentimentale e lavorativa. Decide quindi di concedersi una pausa e si dirige in un albergo in montagna, nei pressi di un lago. Bernard aveva già soggiornato lì l'anno prima, e aveva conosciuto Tilde, la cameriera dell'albergo, con cui aveva avuto una fugace storia sentimentale. L'uomo intende incontrare la ragazza, della quale non si è mai dimenticato. Giunto alla pensione viene ricevuto dal signor Enrico, proprietario della pensione, e dai suoi due figli, Mario ed Irma.

Bernard scopre che Tilde è deceduta da circa un anno ma, sul suo decesso, non riesce ad avere informazione alcuna: l'omertà circonda il piccolo paese. Il fotografo del paese decide di fornire alcune informazioni al disperato Bernard: mostra a questi una foto scattata a Tilde pochi giorni prima del suo decesso. Dalla foto sembra che Tilde sia incinta. Pochi giorni dopo Adriana, la moglie di Mario, viene rinvenuta cadavere nel lago. La donna, però, risulta precedentemente soffocata. Stessa sorte seguono Mario e il signor Enrico, uccisi a colpi di rasoio. Solo al termine si scopre che Tilde era divenuta l'amante sia di Mario sia di Enrico e che, il figlio che aspettava, non poteva essere che di uno dei due uomini. Tilde stava ricattando la famiglia: il fatto che Mario fosse sposato avrebbe però generato uno scandalo, così come una eventuale relazione fra Tilde e l'anziano signor Enrico. Pochi istanti prima della fine Bernard scorge Irma sulle rive del lago, e la donna confessa a Bernard di aver ucciso Adriana. Irma aveva poi ucciso anche il padre ed il fratello, in un crescendo di violenze ed incomprensioni. Tilde, invece, era stata uccisa da Mario, sobillato dalla stessa Irma che intendeva evitare lo scandalo. Irma, scossa, si allontana gridando. Qualche giorno dopo viene rinvenuta la pelliccia della donna la quale, probabilmente, è morta annegata nel lago. Del corpo di Irma, però, non viene trovata alcuna traccia.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema