La danzatrice Barberina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La danzatrice Barberina
Titolo originaleDie Tänzerin Barberina
Lingua originaletedesco
Paese di produzioneGermania
Anno1920
Durata2670 metri (durata originale)[1]
2238 metri (7 rulli)[2] (versione tagliata)[1]
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33 : 1
film muto
Generestorico, biografico
RegiaCarl Boese
SceneggiaturaAdolf Paul
Casa di produzionePrimus Film
Distribuzione (Italia)Scalzaferri
FotografiaMutz Greenbaum
ScenografiaErnst Stern
CostumiErnst Stern
Interpreti e personaggi

La danzatrice Barberina (Die Tänzerin Barberina) è un film muto del 1920 diretto da Carl Boese.

La danzatrice Barberina del titolo si richiama alla figura storica della ballerina Barbara Campanini, chiamata anche La Barberina, protagonista di un'intricata vicenda che vide coinvolto Federico il Grande e le diplomazie europee.

È il primo dei dodici film che Otto Gebühr avrebbe interpretato negli anni a venire indossando i panni di Federico II di Prussia. Nel ventennio che va dalla fine della prima guerra mondiale allo scoppio della seconda, in Germania venne prodotta una serie di film dedicati alla figura del sovrano prussiano che prese il nome convenzionale di Fridericus-Rex-Filme. Data la sua grande somiglianza con Federico, la parte del re venne affidata quasi sempre a Gebühr.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Primus Film.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Uscì nelle sale cinematografiche tedesche presentato in prima al Tauentzienpalast di Berlino il 2 aprile 1920[1]. In Italia, distribuito dalla Scalzaferri, ottenne il visto di censura 15635 nel dicembre 1920.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema