La cittadella (film 1938)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Ricordi in che termini parlavamo della nostra vita? Come di un assalto all'ignoto, di un assalto a una montagna, come se tu dovessi conquistare una cittadella che non riuscivi a vedere ma che era lì. »
(Christine, rivolta a suo marito Andrew Manson)
La cittadella
The Citadel Robert Donat 1938.jpg
Robert Donat
Titolo originale The Citadel
Lingua originale inglese
Paese di produzione Gran Bretagna
Anno 1938
Durata 110 min
Colore B/N
Audio Mono (Western Electric Sound System)
Rapporto 1.37 : 1
Genere drammatico
Regia King Vidor
Soggetto A.J. Cronin
Sceneggiatura Ian Dalrymple, Frank Wead, Elizabeth Hill
Emlyn Williams (dialoghi addizionali)
Produttore Victor Saville
Produttore esecutivo Hayes Goetz (non accreditato)
Casa di produzione Metro-Goldwyn-Mayer British Studios
Fotografia Harry Stradling Sr.
Montaggio Charles Frend
Musiche Louis Levy
Charles Williams (non accreditato)
Scenografia Alfred Junge e Lazare Meerson
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La cittadella (The Citadel) è un film del 1938 diretto da King Vidor.

È una delle tante versioni per lo schermo realizzate in vari paesi del romanzo omonimo di Archibald Joseph Cronin pubblicato a Londra nel 1937.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Andrew Manson, giovane scozzese appena laureato, diventa medico condotto presso il villaggio di Blaenely, in Galles, iniziando come apprendista del dottor Page. Innamorato della maestra del villaggio, una giovane che condivide i suoi ideali, forte e serena, si sposa. Pieno di nobili intenti scientifici e umanitaristici, il suo spirito si corrompe poco a poco quando più tardi si trasferisce a Londra e, grazie al casuale incontro con un compagno di università, il dottor Frederick Lawford, comincia a trattare ricchi pazienti ipocondriaci. La moglie Christine tenterà di riportarlo indietro sul suo antico percorso etico e morale. Manson aprirà finalmente gli occhi quando il suo migliore amico, il dottor Philip Denny, morirà per mano di un chirurgo incompetente e arrivista.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto come A King Vidor Production per la Metro-Goldwyn-Mayer British Studios, la sezione della MGM in Gran Bretagna.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il copyright del film, richiesto dalla Loew's Inc., fu registrato il 18 ottobre 1938 con il numero LP8384[1].

Distribuito dalla Metro-Goldwyn-Mayer (MGM), il film uscì dapprima negli Stati Uniti il 29 ottobre 1938 (a New York fu proiettato in sala il 3 novembre), mentre nelle sale britanniche venne presentato in prima a Londra il 22 dicembre 1938.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

È bello che la MGM consenta a un regista di affrontare un tema del genere in un momento in cui il governo , la professione medica e gli scienziati del nostro paese, per la prima volta, si pongono il problema che non esiste un servizio sanitario adeguato. Così, The Citadel, pur con i suoi ondeggiamenti, diventa qualcosa di più di un film ben diretto e ben recitato, diventa una storia semplice con ilmportanti e serie implicazioni, la storia di un medico onesto che cerca di usare le sue conoscenze per alleviare la miseria e salvare delle vite umane.
Pare Lorenz, McCall's, gennaio 1939[2]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Ha ricevuto quattro candidature ai Premi Oscar 1939, tra cui quella per il miglior film.

Nel 1938 ha vinto il National Board of Review Award al miglior film.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AFI
  2. ^ La grande parata - Il cinema di King Vidor, pag. 222

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sergio Toffetti e Andrea Morini (a cura di) La grande parata - Il cinema di King Vidor, Lindau 1994 ISBN 88-7180-106-7

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema