La città dei ragazzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La città dei ragazzi
Titolo originale Boys Town
Paese di produzione USA
Anno 1938
Durata 106 min
Colore B/N
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia Norman Taurog
Soggetto Dore Schary e Eleanore Griffin
Sceneggiatura Dore Schary e John Meehan
Produttore John W. Considine jr.
Casa di produzione Metro-Goldwyn-Mayer
Distribuzione (Italia) Metro-Goldwyn-Mayer (1946)
Fotografia Sidney Wagner
Montaggio Elmo Veron
Musiche Edward Ward
Scenografia Cedric Gibbons
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

La città dei ragazzi (Boys Town) è un film del 1938 diretto da Norman Taurog.

Con l'interpretazione di padre Flanagan in questo film, Spencer Tracy si aggiudicò l'Oscar al miglior attore protagonista nel 1939, il secondo consecutivo dopo Capitani coraggiosi l'anno precedente. L'attore donò poi la statuetta al vero padre Flanagan come segno della sua riconoscenza[1].

Nel 1941 Norman Taurog diresse un seguito di questo film (intitolato Gli uomini della città dei ragazzi) nel quale Spencer Tracy e Mickey Rooney tornarono ad interpretare i due personaggi principali.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Padre Flanagan, appena abbracciata la veste sacerdotale, decide di consacrare il proprio apostolato costruendo un centro per ospitare i ragazzi orfani e abbandonati. Ben presto però si accorgerà che l'affluenza dei giovani sarà incontenibile, il che porterà alla creazione di una vera e propria "Città dei Ragazzi". Ma anche quando tutto sembra scorrere a meraviglia, ecco che qualcuno è sempre pronto a mettere il bastone fra le ruote, e padre Flanagan si vedrà costretto ad affrontare un giovane teppista che tenta di ostacolarlo.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dizionario dei Film 1996, a cura di Paolo Mereghetti, Baldini & Castoldi, Milano, 1996

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema