La boutique del mistero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La boutique del mistero
AutoreDino Buzzati
1ª ed. originale1968
Genereraccolta di racconti
Lingua originaleitaliano

La boutique del mistero è un'antologia di racconti di Dino Buzzati, pubblicata per la prima volta nel 1968 da Mondadori con il titolo La boutique del mistero: 31 storie di magia quotidiana.

Storia editoriale[modifica | modifica wikitesto]

La raccolta nasce come selezione dei trentuno racconti più rappresentativi dell'opera di Buzzati[1], e con l'intento dell'autore di far conoscere il meglio della sua produzione: infatti i trentuno scritti presenti erano stati pubblicati precedentemente su altre raccolte (I sette messaggeri, Paura alla Scala, Il crollo della Baliverna, In quel preciso momento, Sessanta racconti e Il colombre).

I racconti dal numero 1 al numero 6 erano già stati pubblicati su I sette messaggeri e Sessanta racconti; quelli dal numero 7 al numero 11 su Paura alla Scala e Sessanta racconti; quelli dal numero 12 al numero 15 su Il crollo della Baliverna e Sessanta racconti; il 16 e il 17 in Sessanta racconti; quelli dal numero 18 al numero 22 su In quel preciso momento; quelli dal numero 23 al numero 31 su Il colombre.

Racconti[modifica | modifica wikitesto]

I sette messaggeri[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: I sette messaggeri (racconto).

L'assalto al Grande Convoglio[modifica | modifica wikitesto]

Sette piani[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Sette piani.

Eppure battono alla porta[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Eppure battono alla porta.

Il mantello[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: I_sette_messaggeri § Il_mantello.

Una cosa che comincia per elle[modifica | modifica wikitesto]

Una goccia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Una goccia.

La canzone di guerra[modifica | modifica wikitesto]

La fine del mondo[modifica | modifica wikitesto]

Inviti superflui[modifica | modifica wikitesto]

Racconto di Natale[modifica | modifica wikitesto]

Il cane che ha visto Dio[modifica | modifica wikitesto]

Qualcosa era successo[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Qualcosa era successo.

I topi[modifica | modifica wikitesto]

Il disco si posò[modifica | modifica wikitesto]

Il tiranno malato[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Il tiranno malato.

I santi[modifica | modifica wikitesto]

Lo scarafaggio[modifica | modifica wikitesto]

Conigli sotto la luna[modifica | modifica wikitesto]

Questioni ospedaliere[modifica | modifica wikitesto]

Il corridoio del grande albergo[modifica | modifica wikitesto]

Ricordo di un poeta[modifica | modifica wikitesto]

Il colombre[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Il colombre (racconto).

L'umiltà[modifica | modifica wikitesto]

Riservatissima al signor direttore[modifica | modifica wikitesto]

Le gobbe nel giardino[modifica | modifica wikitesto]

L'uovo[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: L'uovo (Buzzati).

La giacca stregata[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: La giacca stregata.

La torre Eiffel[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: La torre Eiffel.

Ragazza che precipita[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Ragazza che precipita.

I due autisti[modifica | modifica wikitesto]

La copertina[modifica | modifica wikitesto]

L'edizione del 2001, pubblicata da Mondadori nella collana Oscar. Classici moderni, raffigura in copertina un'opera dello stesso Buzzati: la tempera su cartone dal titolo Ritratto del califfo Mash er Rum e le sue 20 mogli, originariamente dipinto nel 1958[2][3].

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Dino Buzzati, La boutique del mistero. 31 storie di magia quotidiana, 1ª ed., Milano, Mondadori, 1969.
  • Dino Buzzati, La boutique del mistero. 31 storie di magia quotidiana, 2ª ed., Milano, Mondadori, 1974.
  • Dino Buzzati, La boutique del mistero. 31 storie di magia quotidiana, 3ª ed., Milano, Mondadori, 1977.
  • Dino Buzzati, La boutique del mistero, a cura di Claudio Toscani, 1ª ed., Milano, Mondadori, 1977.
  • Dino Buzzati, La boutique del mistero, a cura di Claudio Toscani, 2ª ed., Milano, Mondadori, 1990.
  • Dino Buzzati, La boutique del mistero, Milano, Mondadori, 2001, ISBN 978-88-04-48770-8.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Grandi narratori del '900 - Dino Buzzati: La boutique del mistero, http://www.italica.rai.it. URL consultato il 5 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 3 febbraio 2009).
  2. ^ Ritratto del califfo Mash er Rum e le sue 20 mogli, Art & Popolar Culture Encyclopedia. URL consultato il 5 giugno 2014.
  3. ^ Best 15: le migliori copertine di libri di narrativa di illustratori italiani, Comicon Comunicare a fumetti. URL consultato il 5 giugno 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura