La banda dei sette

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La banda dei sette
Titolo originaleRenegades
PaeseStati Uniti d'America
Anno1983
Formatoserie TV
Genereazione, poliziesco
Stagioni1 Modifica su Wikidata
Episodi6 Modifica su Wikidata
Durata60 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Rapporto1,33 : 1
Crediti
MusicheJoseph Conlan, Barry De Vorzon
Prima visione
Prima TV originale
Dal4 marzo 1983
All'8 aprile 1983
Rete televisivaABC
Prima TV in italiano
Dal20 marzo 1985
Al24 aprile 1985
Rete televisivaItalia 1

La banda dei sette (Renegades) è una serie televisiva statunitense in 6 episodi (più uno pilota del 1982[1]), trasmessi per la prima volta nel corso di una sola stagione nel 1983. La serie si ispirò nel soggetto all'ambientazione metropolitana legata al mondo delle bande giovanili[1]; queste tematiche divennero ricorrenti ad Hollywood agli inizi degli anni 1980, in seguito al successo del film I guerrieri della notte (1979).

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Los Angeles, inizio anni ottanta. Un gruppo di sette giovani criminali da strada vengono assoldati dalla polizia per fare parte di un'unità speciale sotto copertura. Il leader della gang è Bandit (interpretato da un esordiente Patrick Swayze), mentre il contatto con la polizia è il tenente Marciano, coadiuvato dal suo superiore capitano Scanlon.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie fu prodotta dai fratelli Lawrence e Charles Gordon, il primo dei quali aveva già partecipato nella stessa veste alla realizzazione de I guerrieri della notte[1]. Poiché gli sceneggiatori principali furono lo stesso L. Gordon e Rick Husky, già autore di T.J. Hooker e Mod Squad[2], fu un'idea abbastanza naturale realizzare una serie che fondesse il contenuto di quella interpretata da Peggy Lipton, coi temi del film di Walter Hill[1].

Le musiche furono composte da Joseph Conlan[3] e, per un solo episodio[3], da Barry De Vorzon[3]. Tra gli sceneggiatori della serie è accreditato Nicholas Corea[3].

Inizialmente fu realizzato un episodio pilota omonimo di circa due ore di durata, andato in onda in prima tv l'11 agosto del 1982 sulla ABC[4]. Fu diretto da Roger Spottiswoode[4] ed alcuni ruoli furono interpretati da attori, che non furono confermati quando i dirigenti della stessa rete televisiva decisero di ricavarne un serial[4]; quest'ultimo però si rivelò un flop di ascolti e fu cancellato dopo soli sei episodi[1].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie fu trasmessa negli Stati Uniti dal 4 marzo all'8 aprile 1983[5]. In Italia è stata mandata in onda nel marzo del 1985 su Italia 1[6] con il titolo La banda dei sette.[7]

Alcune delle uscite internazionali sono state:[8]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV USA
Prima stagione 6 1983

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e (EN) dati ricavati dalla scheda della serie sul sito Johnny LaRue's Crane Shot [1], URL consultato il 25/10/2014.
  2. ^ (EN) dati ricavati dalla scheda di Rick Husky su IMDb [2].
  3. ^ a b c d (EN) dati ricavati dalla scheda della serie, sezione Full credits (crediti completi), sul sito IMDb [3].
  4. ^ a b c (EN) dati ricavati dalla scheda dell'episodio pilota sul sito IMDb [4].
  5. ^ (EN) dati ricavati dalla scheda della serie, sezione episodi, sul sito IMDb [5].
  6. ^ La banda dei sette - Il mondo dei doppiatori, su antoniogenna.net. URL consultato il 14 marzo 2012.
  7. ^ La banda dei sette - MYmovies, su mymovies.it. URL consultato il 14 marzo 2012.
  8. ^ La banda dei sette - Date di uscita, su imdb.it. URL consultato il 14 marzo 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione