La Scala d'oro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La scala d'oro
Logo
StatoItalia Italia
Linguaitaliano
PeriodicitàCollana editoriale
GenereLetteratura per ragazzi
Formato24,5 x 20 cm (prima serie)[1]
Fondazione1932
Chiusura1936
SedeMilano
EditoreUTET
DirettoreVincenzo Errante, Fernando Palazzi
 

La Scala d'oro era una collana di libri classici illustrati per ragazzi edita dalla U.T.E.T. di Torino[2] e diffusa dal 1932 al 1945 in 92 volumi, suddivisi in 8 serie dedicate ai lettori tra i 6 e i 13 anni a cui nel 1934 fu aggiunto un volume speciale extra serie di propaganda dal titolo Guerra e Fascismo spiegato ai ragazzi a firma di Leo Pollini.[3] La collana, diretta da Vincenzo Errante e Fernando Palazzi, era costituita in gran parte da riduzioni di romanzi o racconti classici di autori di tutto il mondo, narrati da scrittori italiani di fama e illustrati da grandi firme dell'epoca.[4]. La collana fu presentata nel numero di febbraio del 1934 da Emilia Santamaria su L'Italia che scrive dove si legge, fra le altre cose: «Perché [...] cercare nuovi libri e perciò nuovi autori, che potrebbero or sì or no riuscire nell'intento, quando la letteratura del passato ci offre così largo campo di scelta? Perché far due distinte cose dell'istruzione e del diletto, mentre si può benissimo dilettare istruendo e istruire dilettando?»[5]

Gli illustratori[modifica | modifica wikitesto]

Nella lunga produzione della Scala d'oro la UTET si avvalse di affermati disegnatori che illustrarono i 92 volumi della collana: in dettaglio è utile ricordare, in ordine alfabetico, le collaborazioni dei seguenti artisti:[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giacomo Corvaglia, La Scala d’Oro, una grande collana per i più piccoli (PDF), su la Biblioteca di via Senato Milano, http://www.bibliotecadiviasenato.it, p. 57.
  2. ^ La Scala d'oro, su Letteratura dimenticata, http://www.letteraturadimenticata.it.
  3. ^ ISEC Istituto per la Storia dell'età contemporanea, Archivio Leo Pollini (PDF), http://www.fondazioneisec.it (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  4. ^ a b Collana LA SCALA D'ORO, su http://www.lfb.it/, Fondazione Franco Fossati – Museo del fumetto e della comunicazione.
  5. ^ Sabrina Fava, 2.3. "La Scala d'oro", in Percorsi critici di letteratura per l'infanzia tra le due guerre, Vita e Pensiero, 2004, p. 215, ISBN 9788834350157.