KAGRA

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da LCGT)
KAGRA
In-construction KAGRA gravitational-wave detector.jpg
Uno dei bracci in costruzione
Stato Giappone Giappone
Localizzazione Prefettura di Gifu, Giappone
Coordinate 36°24′43″N 137°18′21″E / 36.411944°N 137.305833°E36.411944; 137.305833Coordinate: 36°24′43″N 137°18′21″E / 36.411944°N 137.305833°E36.411944; 137.305833
Altitudine 414 m s.l.m.
Caratteristiche tecniche
Tipo rivelatore interferometrico di onde gravitazionali
Sito ufficiale

Il Kamioka Gravitational Wave Detector (KAGRA), formalmente Large Scale Cryogenic Gravitational Wave Telescope (LCGT), è un progetto futuro per una serie di studi sulle onde gravitazionali all'Istituto per la Ricerca sui Raggi Cosmici (ICRR, Institute for Cosmic Ray Research) dell'Università di Tokyo. L'ICRR venne istituito nel 1976 per studiare i raggi cosmici e attualmente sta lavorando sul TAMA 300.

La pianificazione attuale prevede la sistemazione di due serie di rivelatori di onde gravitazionali interferometrici laser con bracci lunghi 3 km da costruire in una galleria della miniera di Kamioka in Giappone. L'LCGT rivelerà onde chirp dalla coalescenza di una stella di neutroni binaria distante 240 Mpc con un S/N di 10. Il numero di eventi rilevabili in un anno è di due o tre. Per ottenere la sensibilità richiesta, saranno impiegate tecniche avanzate come un sistema a bassa frequenza per l'isolamento dalle vibrazioni, un interferometro a punto di sospensione (SPI, Suspension Point Interferometer), specchi criogenici, un metodo di estrazione di banda laterale risonante (RSE, Resonant Sideband Extraction), un sistema laser ad alta energia e così via.

KAGRA ha avuto diversi ritardi nella costruzione. L'iniziale pianificazione prevedeva di iniziare la costruzione nel 2005 e l'osservazione nel 2009[1], ma è probabile che non entrerà in servizio prima del 2018[2]. L'infiltrazione di acqua nelle gallerie ha causato ritardi significativi nel 2014 e nel 2015.[3][4]

Le operazioni iniziali ("iKAGRA") con masse di prova a temperatura ambiente erano state previste di iniziare in dicembre 2015.[3][5][6] L'operazione criogenica pianificata "baseline" ("bKAGRA") seguirà alcuni anni dopo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) T. Uchiyama et al., Present status of large-scale cryogenic gravitational wave telescope, in Class. Quantum Grav., vol. 21, nº 5, 2004, pp. S1161–S1172, DOI:10.1088/0264-9381/21/5/115.
  2. ^ (EN) K. Kuroda, Status of LCGT (PDF), in Class. Quantum Grav., vol. 27, nº 8, aprile 2010, p. 084004, DOI:10.1088/0264-9381/27/8/084004.
  3. ^ a b (EN) Takaaki Kajita, [Status_of_Detectors_1__Kajita-150617.pdf Status of the KAGRA Project] (PDF), Gravitational Wave Physics and Astronomy Workshop 2015, Osaka, 17 giugno 2015.
  4. ^ (EN) Sinji Miyoki, Underground and Cryogenic Lessons in KAGRA, 7th Einstein Telescope Symposium, Firenze, 2 febbraio 2016.
  5. ^ (EN) Nobuyuki Kanda, Status of KAGRA: construction, commissioning and data distribution toward the first operation in 2015 (PDF), Roma, 13 luglio 2015.
  6. ^ (EN) KAGRA’s Initial Operation To Begin Soon, Institute for Cosmic Ray Research, 6 novembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]