LATAM Airlines Group

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
LATAM Airlines Group
Logo
StatoCile Cile
Forma societariaSocietà anonima
Borse valori
ISINUS51817R1068
Fondazione22 giugno 2012 a Santiago del Cile
Sede principaleLas Condes
Controllate
Persone chiave
SettoreTrasporto
ProdottiTrasporto aereo
FatturatoUS$ 9.895 miliardi (2018)
Utile nettoUS$ 758 milioni (2018)
Dipendenti43.000 (2017)
Slogan«Juntos, más lejos.»
Sito webwww.latam.com e www.latamairlinesgroup.net/

LATAM Airlines Group S.A., più semplicemente nota come LATAM, è una holding cilena di trasporto aereo di passeggeri e carico merci, con sede a Las Condes, in Cile. Ha una sede secondaria a San Paolo, in Brasile, e uffici in Colombia, Ecuador, Paraguay e Perù.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 agosto 2010 la compagnia aerea cilena LAN Airlines e quella brasiliana TAM Linhas Aéreas firmarono un accordo non vincolante per la fusione; l'accordo vincolante venne poi firmato il 19 gennaio successivo, per giungere al completamento dell'operazione il 22 giugno 2012, quando LAN Airlines acquisì il 100% di TAM, assumendo il nome di LATAM.[2][3] Nell'agosto del 2015 la società annunciò che tutte le compagnie aeree di sua proprietà avrebbero adottato il marchio unico LATAM, abbandonando così i precedenti LAN e TAM. L'introduzione del nuovo marchio venne accompagnato da una nuova livrea unificata da applicare su tutti gli aeromobili del gruppo entro il 2018.[4][5]

La fusione tra LAN e TAM[modifica | modifica wikitesto]

La fusione tra le due compagnie fu approvata dall'antitrust cileno il 21 settembre 2011, a patto che venissero rispettate alcune limitazioni, come per esempio la cessione di quattro slot all'Aeroporto Internazionale Guarulhos di San Paolo a compagnie aeree concorrenti interessate ad operare voli diretti verso l'Aeroporto Internazionale Arturo Merino Benítez di Santiago del Cile, aderire ad un'unica alleanza globale, qualunque essa fosse, poiché LAN aderiva a Oneworld e TAM a Star Alliance o ancora la riduzione dei posti offerti sulle rotte tra il Cile e il Brasile, dove la nuova compagnia ne avrebbe avuto quasi il monopolio.[6] Il 14 dicembre 2011 anche l'antitrust brasiliano approvò la fusione, imponendo comunque delle limitazione, simili a quelle già richieste dall'autorità cilena: LATAM avrebbe dovuto scegliere un'alleanza entro il mese di agosto 2012 e le frequenze tra San Paolo e Santiago del Cile dovranno essere ridotte.[7]Il 7 marzo 2013, LATAM ha annunciato la sua decisione finale di scegliere Oneworld come unica alleanza globale delle compagnie aeree; di conseguenza, TAM ha lasciato Star Alliance a fine del 2014.[8]

Uscita da Oneworld ed ingresso di Delta Air Lines nella società[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 settembre 2019 Delta Air Lines, ha annunciato i suoi piani per acquistare del 20% di LATAM per $ 1,9 miliardi, al fine di espandere l'accesso di Delta al mercato latinoamericano. Inoltre, la compagnia aerea statunitense si è impegnata a pagare la commissione di uscita di LATAM da Oneworld, oltre a prendere in consegna gli Airbus A350-1000 che LATAM aveva in ordine[9]. Il 1º gennaio 2020, è stato riferito che l'acquisizione da parte di Delta Air Lines della quota del 20% nel gruppo LATAM è stata completata mentre l'amministratore delegato del gruppo, Enrique Cueto, si è dimesso il 31 marzo 2020 ed è stato sostituito da Roberto Alvo[10]. Il 31 gennaio dello stesso anno, LATAM ha annunciato che avrebbe lasciato Oneworld tre mesi dopo, il 1º maggio[11].

Fallimento[modifica | modifica wikitesto]

Il 26 maggio 2020, LATAM ha presentato istanza di fallimento ai sensi del Chapter 11 negli Stati Uniti a causa dei problemi economici attribuiti all'impatto della pandemia COVID-19 sull'aviazione[12]. La società ha annunciato che la sua controllata LATAM Perú avrebbe aiutato a distribuire gratuitamente vaccini in quindici province del Perù, per contribuire alle difficoltà riscontrate dalla pandemia COVID-19 nella nazione[13].

Azionariato[modifica | modifica wikitesto]

L'azionariato di LATAM Airlines Group al 10 gennaio 2020 è così composto:[14]

Azionista Quota
Cile Cueto Group 21,5%
Stati Uniti Delta Air Lines 20,0%
Cile Administradoras de Fondos de Pensiones (AFP) 17,6%
Qatar Qatar Airways 10,0%
Stati Uniti American depositary receipts (ADR) 3,4%
Brasile Amaro Group 2,0%
Investitori stranieri 9,7%
Altri 15,9%

Operazioni[modifica | modifica wikitesto]

LATAM Airlines Group è uno dei più grandi gruppi aerei del mondo in termini di network, con le sue controllate che operano una flotta combinata di 319 aeromobili fornendo servizi di trasporto passeggeri in 133 destinazioni in 23 paesi. Inoltre, il gruppo ha 15 aeromobili cargo che forniscono servizi di trasporto merci in 149 destinazioni in 28 paesi.[15] I principali hub di LATAM sono l'Aeroporto Internazionale Arturo Merino Benítez di Santiago del Cile, l'Aeroporto Internazionale Jorge Chávez di Lima, l'Aeroporto Internazionale Guarulhos di San Paolo e l'Aeroporto Internazionale di El Dorado di Bogotà.

Compagnie controllate[modifica | modifica wikitesto]

LATAM ha 10 compagnie aeree, 7 passeggeri e 3 cargo, basate in 6 stati dell'America Latina, così distribuite:

Stato Compagnia/e Codice
IATA
Brasile Brasile LATAM Brasil JJ
LATAM Cargo Brasil M3
Cile Cile LATAM Airlines Chile LA
LATAM Cargo Chile UC
LATAM Express LU
Colombia Colombia LATAM Colombia 4C
LATAM Cargo Colombia L7
Ecuador Ecuador LATAM Ecuador XL
Paraguay Paraguay LATAM Paraguay PZ
Perù Perù LATAM Perú LP

Compagnie non più controllate[modifica | modifica wikitesto]

Stato Compagnia/e Codice
IATA
Note
Argentina Argentina LATAM Argentina 4M Cessate operazioni di volo
Messico Messico LATAM Cargo México M7 Ceduta a MAS Air Cargo

Flotta[modifica | modifica wikitesto]

Gli aerei con il quale LATAM Airlines Group opera attraverso le sue controllate sono, al luglio 2020, i seguenti:

Aereo In flotta Ordini Passeggeri Note Operatore
J Y Totali
Airbus A319-100 21 144 144 LATAM Airlines Brasil
18 LATAM Airlines Chile
6 LATAM Airlines Colombia
4 LATAM Airlines Ecuador
13 LATAM Airlines Perú
Airbus A320-200 64 5 12 144 156 In consegna da Avianca Brasil LATAM Airlines Brasil
174 174
54 12 168 168 In consegna da LATAM Airlines Argentina LATAM Airlines Chile
174 174
186 186
9 174 174 LATAM Airlines Colombia
5 12 144 156 LATAM Airlines Paraguay
27 174 174 LATAM Airlines Perú
Airbus A320neo 6 174 174 LATAM Airlines Brasil
6 5 LATAM Airlines Chile
3 LATAM Airlines Perú
Airbus A321-200 26 220 220 LATAM Airlines Brasil
12 LATAM Airlines Chile
Airbus A321neo 19 TBA LATAM Airlines Brasil
10 Consegne dal 2021 LATAM Airlines Chile
Airbus A350-900 11 30 309 339 Quattro aerei noleggiati a Qatar Airways LATAM Airlines Brasil
Airbus A350-1000 14 TBA Verranno trasferiti a Delta Air Lines LATAM Airlines Brasil
Boeing 767-300ER 13 30 191 221 LATAM Airlines Brasil
15 LATAM Airlines Chile
Boeing 777-300ER 10 38 372 410 PT-MUA in livrea Star Wars LATAM Airlines Brasil
Boeing 787-8 10 30 217 247 LATAM Airlines Chile
Boeing 787-9 12 30 274 304 LATAM Airlines Chile
3 LATAM Airlines Perú
Totale 338 65

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) LATAM Airlines Group - Contatti, su latamairlinesgroup.net. URL consultato il 2 ottobre 2017.
  2. ^ (EN) LAN says signs non-binding deal with TAM to merge, in Reuters, 13 agosto 2010. URL consultato il 2 ottobre 2017.
  3. ^ (EN) Chile's Lan and Brazil's Tam merge to create huge airline, in BBC news, 22 giugno 2012. URL consultato il 2 ottobre 2017.
  4. ^ (EN) LAN and TAM to operate as LATAM with a new livery, su worldairlinenews.com. URL consultato il 9 agosto 2015.
  5. ^ (EN) LATAM's entire fleet to have new livery by 2018, su flightglobal.com. URL consultato il 9 agosto 2015.
  6. ^ (PT) Tribunal chileno aprova fusão de TAM e LAN com 11 condições, in Valor Econômico, 21 settembre 2011. URL consultato il 26 settembre 2011.
  7. ^ (PT) Com restrições, CADE aprova fusão TAM/Lan, in O Estado de São Paulo, 14 dicembre 2011. URL consultato il 2 ottobre 2017.
  8. ^ (EN) LATAM - News Release, su www.latamairlinesgroup.net. URL consultato il 15 maggio 2017.
  9. ^ Leonard Berberi, Aerei, lo shopping miliardario di Delta: si prende il 20% della sudamericana Latam, su Corriere della Sera, 27 settembre 2019. URL consultato il 31 dicembre 2020.
  10. ^ 1LATAM AIRLINES GROUP REPORTS A 21.8% IMPROVEMENT IN OPERATING INCOMEAND A10.1% OPERATING MARGIN FOR THE THIRD QUARTER 2019, su latamairlines.gcs-web.com.
  11. ^ (EN) | oneworld, su www.oneworld.com. URL consultato il 31 dicembre 2020.
  12. ^ (EN) Marcelo Rochabrun, Fabian Cambero, Tatiana Bautzer, LATAM becomes largest airline driven to bankruptcy by coronavirus, in Reuters, 27 maggio 2020. URL consultato il 31 dicembre 2020.
  13. ^ (ES) NOTICIAS PERU21, LATAM trasladará de forma gratuita las vacunas COVID-19 en el Perú | ECONOMIA, su Peru21, 10 dicembre 2020. URL consultato il 31 dicembre 2020.
  14. ^ (EN) Ownership Structure | LATAM Airlines Group SA, su www.latamairlinesgroup.net. URL consultato il 31 dicembre 2020.
  15. ^ (EN) About Us, su Latam Airlines Group. URL consultato il 25 gennaio 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN612145857946523021293 · WorldCat Identities (ENviaf-612145857946523021293