Linzer Athletik-Sport-Klub

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da LASK Linz)
LASK Linz
Calcio Football pictogram.svg
Schwarz-Weißen (I bianco-neri)
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali Nero e Bianco (Strisce).png Bianco-nero
Dati societari
Città Wappen Linz.svg Linz
Nazione Austria Austria
Confederazione UEFA
Federazione Flag of Austria.svg ÖFB
Campionato Bundesliga
Fondazione 1908
Presidente Austria Siegmund Gruber
Allenatore Austria Oliver Glasner
Stadio Linzer Stadion
(21 380 posti)
Sito web www.lask.at
Palmarès
Titoli nazionali 1 Campionato austriaco
1 Campionato austriaco amatoriale
5 Campionati di Staatsliga B/Erste Liga
3 Campionati di Regionalliga
Trofei nazionali 1 ÖFB-Cup
Si invita a seguire il modello di voce

Il Linzer Athletik-Sport-Klub, meglio noto come LASK Linz, è una società calcistica austriaca con sede nella città di Linz.

Milita nella Bundesliga, la prima divisione del campionato austriaco di calcio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondato nell'inverno del 1908 come Linzer Sportclub, assunse la denominazione attuale il 14 settembre 1919, dopo la creazione della sezione calcio in seno all'Athletiksportklub Siegfried, che si fuse con il Linzer SC.

Debuttò in un campionato ufficiale nella stagione 1919-20, nel campionato regionale dell'Alta Austria. A quell'epoca solo le squadre di Vienna e della Bassa Austria potevano partecipare ai campionati nazionali austriaci. Nel 1924, con l'introduzione del professionismo in Austria, la partecipazione ai campionati nazionali professionistici fu limitata alle sole squadre di Vienna. E fu così che, per meri motivi geografici, il Linz, pur vincendo diverse volte il massimo torneo regionale (cinque volte negli anni venti e tre negli anni trenta), non ebbe mai l'opportunità per disputare i campionati nazionali professionistici, ristretti alle sole squadre di Vienna. Nel 1929 fu introdotto il campionato nazionale amatoriale, a cui partecipavano i campioni regionali tranne quello di Vienna (essendo il campionato di Vienna il campionato nazionale), sostituito da una squadra di Vienna dei tornei minori. Il Linz, in quanto più volte campione regionale, disputò più volte il campionato nazionale amatoriale, vincendolo nel 1931 e perdendo la finale nel 1932.

Nel 1938, in seguito all'annessione dell'Austria alla Germania, il campionato austriaco divenne un campionato regionale del Terzo Reich, al quale furono ammesse, per la prima volta, anche le squadre al di fuori di Vienna e della Bassa Austria. Nella stagione 1938-39 il Linz, vincendo il campionato regionale, ottenne il diritto di disputare la massima serie austriaca, alla quale decise di rinunciare per la stagione 1939-40, pur conservando il diritto di potervi partecipare la stagione successiva. Nel 1940-41 debuttò nella massima serie, chiudendo ultima e retrocedendo.

Con la nuova indipendenza dell'Austria dalla Germania, il campionato nazionale tornò ristretto alle sole squadre di Vienna, fino al 1949, quando la federcalcio austriaca decise di permettere anche alle squadre al di fuori della capitale di parteciparvi. Nella stagione 1949-50 il Linz vinse il campionato regionale venendo ammessa agli spareggi per la promozione in massima serie: vinse anche gli spareggi e ottenne una storica promozione nella massima serie del campionato austriaco.

Il maggior risultato nella storia del club fu la vittoria del campionato nazionale 1964-1965, primo club non viennese a vincere il titolo. Allo stesso anno risale anche la vittoria dell'unica ÖFB-Cup, competizione in cui il club ha raggiunto altre quattro finali (1963, 1967, 1970, 1999), tutte conclusesi con una sconfitta.

Nel 1997, dietro le pressioni dell'opinione pubblica, e anche a causa di un dissesto finanziario occorso due anni prima, si fuse con l'altra squadra cittadina, il Linz.

Il 29 maggio 2012, l'appello presentato alla Österreichische Fußball-Bundesliga circa la concessione della licenza per la stagione 2012-2013 viene respinto, il club escluso dalla Erste Liga[1] e costretto a ripartire dalla Regionalliga. Nel 2012-2013 conquista il titolo di campione della Regionalliga Mitte, qualificandosi per lo spareggio-promozione contro il Liefering[2]. La promozione è sfumata dopo una doppia sconfitta (2-0 in trasferta e 0-3 in casa), pertanto il LASK Linz è rimasto in Regionalliga anche nella stagione 2013-2014.

Al termine di quella stagione, i bianco-neri hanno conquistato il titolo di Regionalliga Mitte e hanno superato negli spareggi il Parndorf (1-0 in trasferta e 1-1 in casa), conquistando la promozione in Erste Liga e tornando così nel calcio professionistico[3].

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria dello LASK Linz
  • 1919-20: 3° in Landesligen Oberösterreich.
  • 1920-21: 4° in Landesligen Oberösterreich-Salzburg.
  • 1921-22: 3° in Landesligen Oberösterreich - 1. Klasse.
  • 1922-23: 2° in Landesligen Oberösterreich.
  • 1923-24: 1° in Landesligen Oberösterreich.
  • 1924-25: 1° in Landesligen Oberösterreich.
  • 1925-26: Inattivo.
  • 1926-27: 1° in Landesligen Oberösterreich.
  • 1927-28: 3° in Landesligen Oberösterreich.
  • 1928-29: 1° in Landesligen Oberösterreich.
  • 1929-30: 1° in Landesligen Oberösterreich.
  • 1930-31: 1° in Landesligen Oberösterreich. Vince la Amateurmeisterschaft.
  • 1931-32: 1° in Landesligen Oberösterreich.
  • 1932-33: 4° in Landesligen Oberösterreich.
  • 1933-34: 2° in Landesligen Oberösterreich-Salzburg.
  • 1934-35: 4° in Landesligen Oberösterreich-Salzburg.
  • 1935-36: 1° in Landesligen Oberösterreich.
  • 1936-37: 4° in Landesligen Oberösterreich.
  • 1937-38: 4° in Zweite Spielstufe Oberdonau.
  • 1938-39: 1° in Bezirksklasse West.
  • 1939-40: 3° in Oberdonauer 1. Klasse. Promosso.
  • 1940-41: 10° in Gauliga XVII. Retrocesso.
  • 1941-42: 7° in Oberdonauer 1. Klasse.
  • 1942-43: 4° in Oberdonauer 1. Klasse.
  • 1943-44: 7° in Liga Oberdonau-Salzburg.
  • 1944-45: 2° in Landesklasse Oberdonau.
  • 1945-46: 2° in Landesligen Oberösterreich.
  • 1946-47: Informazioni non disponibili.
  • 1947-48: Informazioni non disponibili.
  • 1948-49: 3° in Landesliga Oberösterreich.
  • 1949-50: 1° in Landesliga Oberösterreich, 1° in Aufstiegsrelegation, Gruppo II. Promosso.
  • 1950-51: 10° in Staatliga A.
  • 1951-52: 7° in Staatliga A.
  • 1952-53: 10° in Staatliga A.
  • 1953-54: 8° in Staatliga A.
  • 1954-55: 13° in Staatliga A. Retrocesso.
  • 1955-56: 5° in Staatliga B.
  • 1956-57: 3° in Staatliga B.
  • 1957-58: 1° in Staatliga B. Promosso.
  • 1958-59: 11° in Staatliga A.
  • 1959-60: 7° in Staatliga.
  • 1960-61: 7° in Staatliga.
  • 1961-62: 2° in Staatliga.
  • 1962-63: 11° in Staatliga.
  • 1963-64: 3° in Staatliga.
  • 1964-65: 1° in Staatliga. Campione di Austria (1º titolo). Vince la ÖFB-Cup (1º titolo).
  • 1965-66: 7° in Nationalliga.
  • 1966-67: 4° in Nationalliga.
  • 1967-68: 8° in Nationalliga.
  • 1968-69: 4° in Nationalliga.
  • 1969-70: 4° in Nationalliga.
  • 1970-71: 5° in Nationalliga.
  • 1971-72: 12° in Nationalliga.
  • 1972-73: 6° in Nationalliga.
  • 1973-74: 9° in Nationalliga.
  • 1974-75: 6° in Bundesliga.
  • 1975-76: 7° in 1. Division.
  • 1976-77: 4° in 1. Division.
  • 1977-78: 10° in 1. Division.
  • 1978-79: 1° in 2. Division. Promosso.
  • 1979-80: 3° in 1. Division.
  • 1980-81: 7° in 1. Division.
  • 1981-82: 10° in 1. Division.
  • 1982-83: 12° in 1. Division.
  • 1983-84: 3° in 1. Division.
  • 1984-85: 3° in 1. Division.
  • 1985-86: 4° in 1. Division.
  • 1986-87: 4° in 1. Division.
  • 1987-88: 10° in 1. Division, 1° ai playout.
  • 1988-89: 12° in 1. Division, 5° ai playout. Retrocesso.
  • 1989-90: 5° in 2. Division, 1° ai playout.
  • 1990-91: 4° in 2. Division, 6° agli spareggi promozione-retrocessione.
  • 1991-92: 1° in 2. Division, 1° agli spareggi promozione-retrocessione. Promosso.
  • 1992-93: 10° in Bundesliga, 3° ai playout. Retrocesso.
  • 1993-94: 1° in 2. Division. Promosso.
  • 1994-95: 6° in Bundesliga.
  • 1995-96: 6° in Bundesliga.
  • 1996-97: 7° in Bundesliga.
  • 1997-98: 5° in Bundesliga.
  • 1998-99: 5° in Bundesliga.
  • 1999-00: 8° in Bundesliga.
  • 2000-01: 10° in Bundesliga. Retrocesso.
  • 2001-02: 5° in Erste Division.
  • 2002-03: 5° in Erste Division.
  • 2003-04: 7° in Erste Division.
  • 2004-05: 7° in Erste Division.
  • 2005-06: 2° in Erste Division.
  • 2006-07: 1° in Erste Division. Promosso.
  • 2007-08: 6° in Bundesliga.
  • 2008-09: 7° in Bundesliga.
  • 2009-10: 7° in Bundesliga.
  • 2010-11: 10° in Bundesliga. Retrocesso.
  • 2011-12: 3° in Erste Liga. Escluso dalla Erste Liga per mancato ottenimento della licenza.
  • 2012-13: 1° in Regionalliga Mitte. Perde gli spareggi per l'ammissione alla Erste Liga.
  • 2013-14: 1° in Regionalliga Mitte. Vince gli spareggi per l'ammissione alla Erste Liga. Promosso in Erste Liga.
  • 2014-15: 3° in Erste Liga.
  • 2015-16: 2° in Erste Liga.
  • 2016-17: 1° in Erste Liga. Promosso in Bundesliga.

Stadio[modifica | modifica wikitesto]

Il Linzer Stadion, che ospita le partite interne, ha una capacità di 21 380 spettatori.

Allenatori[modifica | modifica wikitesto]

Nero e Bianco (Strisce).png
Allenatori

Elenco in ordine cronologico degli allenatori del club, dal 1946.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

1931
1957-1958
1964-1965
1964-1965
1978-1979, 1993-1994, 2006-2007, 2016-2017
2010-2011[4], 2012-2013, 2013-2014

Competizioni regionali[modifica | modifica wikitesto]

1923-1924, 1924-1925, 1925-1926, 1926-1927, 1928-1929, 1929-1930, 1930-1931, 1931-1932, 1935-1936, 1938-1939, 1946-1947, 1947-1948, 1949-1950, 2000-2001[4], 2002-2003[4]
1928-1929, 1930-1931, 1931-1932, 1934-1935, 1936-1937, 1945-1946

Altri piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Finalista: 1932
Secondo posto: 1961-1962
Terzo posto: 1963-1964, 1979-1980, 1983-1984, 1984-1985
Finalista: 1962-1963, 1966-1967, 1969-1970, 1998-1999
Semifinalista: 2016-2017
Finalista: 1999
Secondo posto: 2015-2016

Rosa 2017-2018[modifica | modifica wikitesto]

Aggiornata al 18 agosto 2017

N. Ruolo Giocatore
1 Austria P Pavao Pervan
4 Austria D Emanuel Pogatetz
6 Austria D Philipp Wiesinger
7 Austria A René Gartler
8 Austria C Peter Michorl
9 Germania C Alexander Riemann
10 Slovenia C Rajko Rep
11 Austria A Marko Raguz
13 Austria D Maximilian Ullmann
14 Brasile C Bruno
15 Austria D Christian Ramsebner
16 Austria C Lukas Grgic
N. Ruolo Giocatore
17 Austria D Felix Luckeneder
18 Austria C Gernot Trauner
19 Austria A Dominik Reiter
21 Turchia C Doğan Erdoğan
23 Australia C James Holland
24 Austria P Nicolas Schmid
26 Austria D Reinhold Ranftl
27 Austria C Thomas Goiginger
30 Brasile A Alan
31 Austria P Alexander Schlager
Brasile C Joao Victor

Storia coppe europee[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Competizione Round Paese Club Casa Trasferta Somma
1963/64 Coppa delle Coppe UEFA 1 Croazia Dinamo Zagreb 1–0 0–1, 1–1 dts nella terza partita 1–1 (Zagreb procede dopo lancio della moneta)
1965/66 UEFA Champions League 1 Polonia Gornik Zabrze 1–3 1–2 2–5
1969/70 Coppa delle Fiere 1 Portogallo Sporting Lisbon 2–2 0–4 2–6
1977/78 Coppa UEFA 1 Ungheria Újpest FC 3–2 0–7 3–9
1980/81 Coppa UEFA 1 Serbia Radnicki Nis 1–2 1–4 2–6
1984/85 Coppa UEFA 1 Svezia Östers IF 1–0 1–0 2–0
2 Scozia Dundee United 1–2 1–5 2–7
1985/86 Coppa UEFA 1 Rep. Ceca Banik Ostrava 2–0 1–0 3–0
2 Italia Inter 1–0 0–4 1–4
1986/87 Coppa UEFA 1 Polonia Widzew Lodz 1–1 0–1 1–2
1987/88 Coppa UEFA 1 Paesi Bassi FC Utrecht 0–0 0–2 0–2
1995 Coppa Intertoto Gruppo 6, prima partita Scozia Partick Thistle 2–2
Gruppo 6, seconda partita Croazia NK Zagreb 0–0
Gruppo 6, terza partita Islanda Keflavík 2–1
Gruppo 6, quarta partita Francia FC Metz 0–1
1996 Coppa Intertoto Gruppo 2, prima partita Svezia Djurgårdens IF 2–0
Gruppo 2, seconda partita Fær Øer B68 Toftir 4–0
Gruppo 2, terza partita Cipro Apollon Limassol 2–0
Gruppo 2, quarta partita Germania Werder Bremen 3–1
Semifinali Russia Rotor Volgograd 2–2 0–5 2–7
1999/00 Coppa UEFA 1 Romania Steaua Bucuresti 1–3 0–2 1–5
2000 Coppa Intertoto 1R Israele Hapoel Petah-Tikva 3–0 1–1 4–1
2R Rep. Ceca FC Marila Pribram 1–1 2–3 3–4

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Ständig Neutrales Schiedsgericht: LASK-Klage abgewiesen, bundesliga.at. URL consultato il 30 maggio 2012.
  2. ^ (DE) Mit Schützenfest zum Meistertitel, regionalliga.at. URL consultato il 31 maggio 2013.
  3. ^ (DE) LASK im zweiten Anlauf weiter, sport.orf.at, 5 giugno 2014.
  4. ^ a b c Titolo ottenuto dalla squadra Amateure.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN149912609 · GND: (DE10105709-X
Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Calcio