L'uomo invisibile (serie televisiva 1958)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'uomo invisibile
Titolo originaleThe Invisible Man
PaeseGran Bretagna
Anno1958-1960
Formatoserie TV
Generefantascienza, thriller
Stagioni2
Episodi26
Durata30 min (episodio)
Lingua originaleinglese
Dati tecniciB/N
rapporto: 1,33 : 1
Crediti
IdeatoreRalph Smart
Interpreti e personaggi
MusicheSydney John Kay, Edwin Astley
ProduttoreRalph Smart
Casa di produzioneIncorporated Television Company
Prima visione
Dal14 settembre 1958
Al5 luglio 1959
Rete televisivaATV London

L'uomo invisibile (The Invisible Man) è una serie televisiva britannica in 26 episodi trasmessi per la prima volta nel corso di 2 stagioni dal 1958 al 1960. È ispirata al romanzo di H. G. Wells L'uomo invisibile.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie segue le avventure del dottor Peter Brady, uno scienziato che sta tentando di raggiungere l'invisibilità con la rifrazione della luce (una tecnica completamente diversa da quella utilizzata dal protagonista del romanzo). Tuttavia, l'esperimento va male e Brady diviene definitivamente invisibile. Inizialmente la sua vicenda viene dichiarata segreto di Stato e lui viene bloccato, poi Brady convince il governo del Regno Unito, rappresentato da Sir Charles Anderson, a consentirgli di tornare al suo laboratorio e continuare la ricerca di un antidoto. L'intelligence britannica lo recluta poi per una missione ma ben presto la sua sicurezza viene violata e diventa noto al pubblico; di conseguenza, usa la sua invisibilità per aiutare le persone in difficoltà, così come per risolvere i crimini e sconfiggere spie nemiche per il suo paese.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Diane Brady (22 episodi, 1958-1960), interpretata da Lisa Daniely.
  • dottor Peter Brady (15 episodi, 1958-1960), interpretato da Tim Turner.
  • dottor Peter Brady (12 episodi, 1958-1960), interpretato da Johnny Scripps.
  • Sally Brady (9 episodi, 1959), interpretata da Deborah Watling.
  • Sir Charles Anderson (4 episodi, 1959), interpretato da Ernest Clark.
  • detective ispettore Heath (3 episodi, 1959), interpretato da Robert Raglan.
  • colonnello Grahame (3 episodi, 1959), interpretato da Bruce Seton.
  • dottor Hanning (2 episodi, 1959), interpretato da Lloyd Lamble.
  • Jack Howard (2 episodi, 1959), interpretato da Howard Pays.
  • colonnello Fayid (2 episodi, 1959), interpretato da Derek Sydney.
  • Porter (2 episodi, 1959), interpretato da Michael Ripper.
  • caporale (2 episodi, 1959), interpretato da Derren Nesbitt.
  • Cafe Patron (2 episodi, 1959), interpretato da Oliver Reed.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie, ideata da Ralph Smart, fu prodotta da Incorporated Television Company[1] e girata nei National Studios a Borehamwood in Inghilterra.[2] Le musiche furono composte da Sydney John Kay e Edwin Astley.

Registi[modifica | modifica wikitesto]

Tra i registi della serie sono accreditati:[3]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La serie fu trasmessa in Gran Bretagna dal 1958 al 1960 sulla rete televisiva ATV London.[1] In Italia è stata trasmessa con il titolo L'uomo invisibile.[4]

Alcune delle uscite internazionali sono state:[5]

  • in Gran Bretagna il 14 settembre 1958 (The Invisible Man o H.G.Wells' Invisible Man)
  • negli Stati Uniti il 14 settembre 1958
  • in Francia il 6 ottobre 1962 (L'homme invisible)
  • nei Paesi Bassi il 16 agosto 1964
  • in Germania il 13 novembre 1995 (Der Unsichtbare)
  • in Spagna (El hombre invisible)
  • in Australia (Invisible Man: The Original Series)
  • in Italia (L'uomo invisibile)

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Prima TV UK
Prima stagione 13 1958
Seconda stagione 13 1959

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b L'uomo invisibile - Crediti compagnia, su imdb.it. URL consultato il 29 febbraio 2012.
  2. ^ L'uomo invisibile - Luoghi delle riprese, su imdb.it. URL consultato il 29 febbraio 2012.
  3. ^ L'uomo invisibile - Cast e crediti completi, su imdb.it. URL consultato il 29 febbraio 2012.
  4. ^ L'uomo invisibile - MYmovies, su mymovies.it. URL consultato il 29 febbraio 2012.
  5. ^ L'uomo invisibile - Date di uscita, su imdb.it. URL consultato il 29 febbraio 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]